Fda aggiorna avvertenze fluorochinoloni: rischio eventi avversi potenzialmente irreversibili in alcuni pazienti

Fda

L'Fda ha approvato l'aggiornamento delle avvertenze degli antibiotici della classe dei fluorochinoloni sconsigliandone l'uso nei pazienti con infezioni non complicate delle vie urinarie, nelle esacerbazioni acute di bronchite cronica e nelle sinusiti batteriche, quando sono disponibili altre opzioni di trattamento.

L’Fda ha approvato l’aggiornamento delle avvertenze degli antibiotici della classe dei fluorochinoloni sconsigliandone l’uso nei pazienti con infezioni non complicate delle vie urinarie, nelle esacerbazioni acute di bronchite cronica e nelle sinusiti batteriche, quando sono disponibili altre opzioni di trattamento.

Nelle nuove avvertenze si legge che l’utilizzo di questi farmaci può essere associato in alcuni casi a importanti effetti collaterali potenzialmente permanenti che possono includere tendiniti, rottura dei tendini, problemi che interessano il sistema nervoso centrale, esacerbazioni di miastenia grave, neuropatia periferica, prolungamento del tratto QT, torsione di punta e fototossicità. Questi effetti collaterali si possono manifestare da ore a settimane dopo l’esposizione ai fluorochinoloni.

Questi antibiotici vengono utilizzati per trattare alcune infezioni batteriche gravi ma, lo scorso 5 novembre, i Comitati per i farmaci antimicrobici e per la gestione della sicurezza dei medicinali dell’Fda avevano stabilito che i rischi associati a questi antibiotici superavano i benefici in pazienti con infezioni non complicate con altre opzioni di trattamento. Gli esperti dell’Fda si riferivano in particolare alla possibilità di presentare più di un evento avverso contemporaneamente a seguito dell’impiego di questi farmaci.

Il 12 maggio 2016 l’agenzia regolatoria americana aveva rilasciato delle raccomandazioni sulla sicurezza di questi farmaci sconsigliando ai medici di prescrivere i fluorochinoloni ai pazienti con sinusiti, bronchiti e infezioni non complicate del tratto urinario che avevano altre opzioni di trattamento.

Come spiega l’Fda in un comunicato, i benefici di questi antibiotici superano i rischi in pazienti con alcune infezioni batteriche severe come l’antrace, la peste e la polmonite batterica e devono continuare a essere disponibili per questi pazienti.

Gli antibiotici appartenenti alla classe dei fluorochinoloni attualmente approvati dall’Fda sono levofloxacina, ciprofloxacina, ciprofloxacina a rilascio prolungato in compresse, moxifloxacina, ofloxacina e gemfloxacina.

La variazione delle avvertenze di questi antibiotici includono un “Box Warning” e una modifica della parte relativa alle precauzioni d'uso per includere il rischio potenzialmente irreversibile di più eventi avversi contemporaneamente. Inoltre, nelle avvertenze è inclusa la raccomandazione per i medici di non prescrivere questi antibiotici nei pazienti con le patologie indicate precedentemente e con altre opzioni di trattamento.

SEZIONE DOWNLOAD