Fda

Fda approva l'associazione di linagliptin e metformina

La Food and Drud Administration ha approvato l’associazione precostituita di linagliptin, nuovo DDP-4, e metformina per la terapia di pazienti adulti con diabete di tipo.
Il farmaco verrà promosso congiuntamente da Eli Lilly and Boehringer Ingelheim che nel gennaio dello scorso anno hanno siglato un accordo globale di collaborazione per l’area antidiabetica.

Linagliptin/metformina HCI è un farmaco da prescrizione che può essere assunto da adulti con diabete di tipo 2 per i quali sia indicato un trattamento con linagliptin e metformina per migliorare il controllo glicemico in associazione a dieta e attività fisica. Al dosaggio massimo linagliptin/metformina HCI ha dimostrato di ottenere riduzioni dell’emoglobina glicata (HbA1c o A1C) rispetto al placebo sino a 1,7% (+0,1% nel placebo e -1,6% linagliptin/metformina HCI). L’emoglobina glicata viene misurata nei pazienti con diabete come indicatore del controllo glicemico nei due/tre mesi precedenti.

Linagliptin/metformina HCI non ha determinato alcuna variazione significativa del peso corporeo e può essere assunto da solo o in associazione a una sulfanilurea, farmaco comunemente prescritto nel diabete di tipo 2. Linagliptin/metformina HCI non va assunto da pazienti con diabete di tipo 1 né come terapia della chetoacidosi diabetica (aumento dei chetoni nel sangue o nelle urine). Non è stato studiato in associazione a insulina.

Già stato approvato dall’agenzia americana lo scorso mese di maggio, linaglitin è l’unico ipoglicemizzante approvato per un solo dosaggio unico (5 mg/cpr, una volta/die) per tutti i pazienti adulti con diabete di tipo 2 che non richiede alcun aggiustamento di dose.

A differenza di altri inibitori dell’enzima DPP-4, linagliptin viene primariamente escreto non metabolizzato per via biliare e intestinale, ciò significa che non è necessario alcun aggiustamento di dosaggio per pazienti con concomitante deterioramento delle funzionalità renale o epatica.


SEZIONE DOWNLOAD