Fda

Fda approva nuovo vaccino antimeningite

La Food and Drug Administration americana ha approvato il nuovo vaccino antimeningite prodotto da Novartis che prende il nome di Menveo. Si tratta di un vaccino quadrivalente attivo contro i sierotipi A, C, Y e W-135 della Neisseria meningitis (meningococco). Il vaccino ha ricevuto l'indicazione per la somministrazione in soggetti di età compresa fra 11 e 55 anni.
Menveo è costituito dai polisaccaridi della membrana batterica dei diversi ceppi, ma le componenti idrocarburiche sono coniugate a una proteina, capace di innescare la risposta immunitaria della memoria per un lungo periodo.
La malattia meningococcica, cioè l'infezione contagiosa e potenzialmente letale causata dal batterio Neisseria meningitidis (N. meningitidis) può comparire improvvisamente in individui precedentemente sani. Essa può manifestarsi come meningite batterica - un'infezione delle membrane che avvolgono il cervello e il midollo spinale (principalmente pia madre ed aracnoide, e del liquido cerebro-spinale)- oppure come sepsi, infezione del sangue. Ogni anno in tutto il mondo si verificano circa 500.000 casi di malattia meningococcica, che causano circa 50.000 decessi. Coloro che sopravvivono all'infezione, frequentemente riportano danni permanenti come sordità, neurolesioni o paralisi.

I sintomi - che possono comprendere comparsa improvvisa di febbre, rash cutaneo, cefalea e rigidità  nucale - possono peggiorare rapidamente. Esistono terapie efficaci; tuttavia la malattia può essere difficile da diagnosticare, può peggiorare molto velocemente ed è connessa ad un'elevata mortalità anche in caso di terapia appropriata. La morte può verificarsi entro ventiquattr'ore dall'insorgere dei sintomi. Il tasso di mortalità può arrivare al 10%, mentre fino al 20% dei sopravvissuti riporta una disabilità permanente, come sordità, danni neurologici o perdita dell'uso di un arto.

SEZIONE DOWNLOAD