Fda

Fda boccia l'antiaggregante cangrelor per scarsa efficacia

Un panel indipendente di esperti incaricato dall’Fda di esaminare le domande di registrazione dei farmaci cardiovascolari, ha deciso di non raccomandare l’impiego clinic di cangrelor, un nuovo antiaggregante sviluppato da The Medicines, Secondo gli esperti il farmaco è carente di prove di efficacia.

Gli esperti si sono espressi in maniera negativa contro l’uso del farmaci durante l’angioplastica oppure nei pazienti portatori di stent e ad aumentato rischio di trombosi dello stent.

Cangrelor è un potente inibitore reversibile del recettore per l'ADP P2Y12. Cangrelor condivide il meccanismo d'azione dei farmaci tienopiridinici (quali ticlopidina e clopidogrel), ovvero impedisce il legame dell'ADP al P2Y12 che determinerebbe, attraverso una serie di passaggi biochimici, l'incremento di AMP ciclico all'interno delle piastrine e la loro attivazione.

Si differenzia, cangrelor, per il fatto di avere una diversa struttura molecolare non tienopiridinica e soprattutto perché non è un profarmaco ma una molecola già attiva che non richiede trasformazioni a livello epatico. La molecola presenta un rapido inizio d'azione (3-6 minuti) e un altrettanto veloce termine di attività (60 minuti).

Il farmaco ha lo stesso meccanismo d'azione di ticagrelor, sviluppato da AstraZeneca. Nel 2003 Cangrelor era stato acquisito in licenza dalla società The Medicine Company proprio da AstraZeneca

SEZIONE DOWNLOAD