Fda

Fda, pu˛ ripartire lo studio di Juno Therapeutics sulle CART-cell

Le azioni di Juno Therapeutics sono salite fino al 30 per cento dopo che l'Fda ha deciso di rimuovere il "clinical hold" allo studio di fase II ROCKET condotto con la terapia sperimentale a base di cellule T ingegnerizzare nota con il codice JCAR015. La decisione dell'agenzia americana era stata presa a seguito alla morte di tre pazienti per edema cerebrale.

Le azioni di Juno Therapeutics sono salite fino al 30 per cento dopo che l’Fda ha deciso di rimuovere il “clinical hold” allo studio di fase II ROCKET condotto con la terapia sperimentale a base di cellule T ingegnerizzare nota con il codice JCAR015. La decisione dell’agenzia americana era stata presa a seguito alla morte di tre pazienti per edema cerebrale.

Oltre all’interruzione dello studio, l’agenzia americana aveva richiesto all’azienda di rivedere alcuni documenti, tra cui il modulo di consenso informato e il protocollo del trial. In base al nuovo protocollo, Juno potrà continuare lo studio utilizzando JCAR015 e ciclofosfamide in modo pre-condizionato.

Lo scorso anno, Juno aveva firmato un accordo con Celgene per lo sviluppo congiunto di terapie anti cancro e per le malattie autoimmuni, che si era focalizzato inizialmente sull’utilizzo di CAR-T cell. L’accordo ha una durata di 10 anni.

Per maggiori informazioni leggi qui


SEZIONE DOWNLOAD