Fda

Fda sollecita attento monitoraggio di clorochina e idrossiclorochina per Covid-19, teme le aritmie.

Lo scorso venerdì l'Fda ha emesso una comunicazione in cui ribadisce la necessità di una stretta supervisione del paziente quando gli viene prescritta clorochina o idrossiclorochina come misura terapeutica per il Covid-19. L'agenzia comunica che sono pervenute le segnalazioni  di "gravi e potenzialmente letali problemi del ritmo cardiaco" quando i farmaci antimalarici sono stati usati per trattare o prevenire il Covid-19, un'indicazione per la quale non sono approvati. 

Lo scorso venerdì l’Fda ha emesso una comunicazione in cui ribadisce la necessità di una stretta supervisione del paziente quando gli viene prescritta clorochina o idrossiclorochina come misura terapeutica per il Covid-19. L’agenzia comunica che sono pervenute le segnalazioni  di "gravi e potenzialmente letali problemi del ritmo cardiaco" quando i farmaci antimalarici sono stati usati per trattare o prevenire il Covid-19, un'indicazione per la quale non sono approvati.

"Comprendiamo che gli operatori sanitari stanno cercando ogni possibile opzione di trattamento dei loro pazienti", ha commentato il commissario della Fda Stephen Hahn, ma "mentre sono in corso studi clinici per determinare la sicurezza e l'efficacia di questi farmaci per Covid-19, ci sono effetti collaterali noti... che dovrebbero essere presi in considerazione".

I rischi cardiaci per clorochina e idrossiclorochina, già specificati nelle schede tecniche per i loro usi approvati, sono stati anche xsegnalati nell'autorizzazione all'uso d'emergenza della Fda recentemente concessa per i farmaci per il trattamento di COVID-19.

Entrambi sono attualmente approvati dalla Fda per il trattamento o la prevenzione della malaria, mentre l'idrossiclorochina è anche autorizzata negli Stati Uniti per patologie autoimmuni come il lupus eritematoso discoide cronico, il lupus eritematoso sistemico negli adulti e l'artrite reumatoide.

Nella sua comunicazione sulla sicurezza, l’Fda ha dichiarato di aver esaminato i rapporti sui casi registrati nel suo database del sistema di segnalazione degli eventi avversi, su ciò che è stato pubblicato in letteratura e su quanto afferma il sistema di raccolta di aventi dell'American Association of Poison Control Centers, mostrando "riguardo a gravi eventi avversi correlati al cuore e alla morte" in pazienti con Covid-19 a cui è stata somministrata idrossiclorochina e clorochina, da sola o combinata con l'azitromicina o altri farmaci.

Tali eventi avversi includevano ritmi cardiaci anormali come il prolungamento dell'intervallo QT, tachicardia ventricolare e fibrillazione ventricolare, e in alcuni casi anche il decesso. L'agenzia ha notato che i pazienti con problemi di salute di fondo come le malattie cardiache e renali sono probabilmente più a rischio di questi problemi quando ricevono la clorochina e il suo derivato.

"Continueremo a indagare sui rischi associati all'uso di idrossiclorochina e clorochina per Covid-19 e a comunicare pubblicamente quando avremo maggiori informazioni", ha dichiarato l’Fda.

L'Agenzia europea per i medicinali ha anche emesso un avviso che ricorda i potenziali problemi del ritmo cardiaco associati ai due farmaci.

Un gruppo di esperti medici convocato dai National Institutes of Health degli Stati Uniti ha recentemente pubblicato le linee guida di trattamento per il Covid-19 in cui ha evidenziato che per ora non c'erano prove sufficienti per raccomandare o meno l'uso di idrossiclorochina o clorochina per il trattamento dell'infezione da SARS-CoV-2". Tuttavia, il panel si è pronunciato contro l'uso di idrossiclorochina più azitromicina per il trattamento dei pazienti affetti da Covid-19 a causa del "potenziale di tossicità". Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump aveva pubblicizzato questa particolare combinazione come un possibile "cambiamento di gioco" nell'affrontare la pandemia.

A proposito dell’uso della clorochina, negli Usa non si sono ancora spente le polemiche conseguenti alle accuse di Rick Bright, l'ex direttore della Biomedical Advanced Research and Development Authority (BARDA), che è stato retrocesso dalla sua posizione di recente perché si è opposto agli sforzi per sostenere un ampio uso di clorochina e idrossiclorochina per il trattamento del Covid-19. Bright ha detto di essersi scontrato con i membri dell'amministrazione statunitense che hanno promosso i farmaci "come una panacea, ma che chiaramente mancano di meriti scientifici". Quest’ultima era la posizione di Trump, che ne aveva parlato come di un “game changer”.

Se si debba essere a favore o contro la clorochina ancora non lo sappiamo, l’importante è che trionfi la scienza e non le suggestioni del momento.


SEZIONE DOWNLOAD