Linfoma, Fda approva la terapia di Gilead a base di CAR-T cell

Fda

Gilead Sciences ha ottenuto l'approvazione dell'Fda per la nuova terapia a base di CAR-T cell entrata in suo possesso sei settimane fa con l'acquisizione di Kite Pharma pagata 11,9 miliardi di dollari. Il nuovo farmaco, il cui principio attivo è axicabatagene ciloleucel, è stato approvato per il trattamento di pazienti adulti con linfoma diffuso a grandi cellule B recidivanti o refrattari che hanno precedentemente ricevuto due o più linee di trattamento sistemico.

Gilead Sciences ha ottenuto l'approvazione dell’Fda per la nuova terapia a base di CAR-T cell entrata in suo possesso sei settimane fa con l’acquisizione di Kite Pharma pagata 11,9 miliardi di dollari. Il nuovo farmaco, il cui principio attivo è axicabatagene ciloleucel, è stato approvato per il trattamento di pazienti adulti con linfoma diffuso a grandi cellule B recidivanti o refrattari che hanno precedentemente ricevuto due o più linee di trattamento sistemico.

L’indicazione comprende il linfoma diffuso a grandi cellule B (DLBCL), il linfoma diffuso a grandi cellule B primitivo del mediastino, oil linfoma ad alta grado a cellule B e il DLBCL derivante dal linfoma follicolare.

Nello studio clinico che ha portato all’approvazione del farmaco, uno studio noto come ZUMA-1, il trattamento ha determinato una risposta obiettiva  nel 72% dei pazienti e a una remissione completa il 51% di essi, senza alcun segno residuo di cancro.

Gilead commercializzerà la terapia con il marchio Yescarta a un costo annuo di 373mila dollari - un prezzo che sottolinea le sfide di accessibilità economica presentate dalla natura personalizzata del trattamento con CAR-T. Anche se l'importo è inferiore ai 475mila dollari che Novartis addebita per la sua terapia CAR-T commercializzata con il marchio Kymriah, il farmaco di Gilead tratta una forma diversa e più prevalente di cancro al sangue.

“L’approvazione di oggi segna un' altra pietra miliare nello sviluppo di un nuovo paradigma scientifico per il trattamento delle malattie gravi. Ha dichiarato Scott Gottlieb, commissario della Food and Drug dministration. In pochi decenni, la terapia genica è passata da un concetto promettente a una soluzione pratica a forme di cancro mortali e in gran parte non trattabili. Questa approvazione dimostra il continuo slancio di questo promettente nuovo settore della medicina e ci impegniamo a sostenere e contribuire ad accelerare lo sviluppo di questi prodotti. Presto pubblicheremo una politica globale per affrontare il modo in cui intendiamo sostenere lo sviluppo della medicina rigenerativa cellulare. Tale politica chiarirà anche come applicare i nostri programmi accelerati per prodotti innovativi che utilizzano cellule CAR-T e altre terapie geniche. Continuiamo a sostenere lo sviluppo efficiente di trattamenti sicuri ed efficaci che sfruttino queste nuove piattaforme scientifiche ".

“Crediamo che questo sia solo l'inizio per le terapie CAR-T", ha dichiarato il fondatore del Kite Arie Belldegrun. Sotto la guida di Belldegrun, Kite ha rapidamente avanzato la scienza clinica della CAR-T, affrontando le sfide di sicurezza che caratterizzano il trattamento e affermando la leadership in uno spazio che molti vedono ora come un importante passo avanti nel trattamento di certi tumori.

Lo sviluppo di Yescarta è stato un testa a testa con Novartis, più grande e ben finanziata. Mentre Novartis può vantare di aver vinto la prima approvazione in assoluto di una terapia CAR-T, il farmaco di Kite ha un ambito di impiego più ampio. A fine agosto il farmaco di Novartis ha ricevuto l’indicazione per pazienti pediatrici e giovani adulti (under 25) colpiti da forme molto gravi e incurabili di leucemia linfoblastica acuta da cellule B.

Kite stima siano circa 7.500 pazienti circa ogni anno saranno ammissibili al trattamento con Yescarta, rispetto ai 600 pazienti potenzialmente eligibili al trattamento con il farmaco di Novartis.

Il fatto che due terapie CAR-T siano ora sul mercato è una testimonianza del costante progresso della tecnologia di modificazione genica e delle sue applicazioni per la terapia cellulare. La tecnologia CAR-T prevede che le cellule T del paziente siano estratte e geneticamente progettate per esprimere ciò che è noto come recettore dell' antigene chimerico o CAR.
Queste cellule T modificate vengono poi reinfuse nuovamente nel paziente, dove si rivolgono a una proteina tipicamente espressa sulla superficie dei tumori delle cellule B, la CD19.

Ma CAR-T è dotato anche di effetti collaterali significativi, in particolare una risposta immunitaria grave nota come sindrome da rilascio di citochine (CRS) e neurotossicità. In ZUMA-1, il 13% dei pazienti ha sperimentato CRS di grado 3 o superiore e il 31% ha avuto qualche tipo di tossicità neurologica. Yescarta porterà un avvertimento, il più severo della FDA, per questi due effetti collaterali e sarà disponibile solo attraverso un programma di valutazione del rischio e una strategia di mitigazione di esso.

Entro la fine dell' anno. Novartis prevede di presentare la domanda di approvazione per un'indicazione simile a quella di Yescarta.

SEZIONE DOWNLOAD