Un comitato di esperti dell'Fda ha dato parere positivo a un'estensione delle indicazioni d'uso di maraviroc (Selzentry, Pfizer) per il trattamento dei pazienti con infezione da HIV-1. Interamente sviluppato dalla ricerca Pfizer, maraviroc è il primo di una classe di farmaci antiretrovirali che svolge la sua azione impedendo al virus di entrare nelle cellule ospiti e bloccandone il suo ingresso principale, il co-recettore CCR5.
L'azienda ha richiesto un ampliamento dell'indicazione come terapia di prima linea in pazienti naive, sempre in associazione con altri antiretrovirali. Attualmente, il farmaco è approvato, in combinazione con altri anti retrovirali, come terapia di seconda linea in pazienti con infezione da HIV-1 CCR5-tropico  già trattati con altri antivirali, ma che hanno sviluppato resistenza ai farmaci.

Con 10 sì e 4 no, gli esperti  dell'Fda hanno votato a favore dell'approvazione, sottolineando la necessità di ulteriori dati clinici. 
L'approvazione si basa sui dati a 48 e 96 settimane dello studio Merit (maraviroc verso efavirenz, entrambi associati a zidovudine/lamivudine) e a una successiva analisi dei dati del medesimo studio (Merit ES) che ha utilizzato una nuova versione del test Trofile per determinare quelli infettati da un virus completamente CCR5-tropico. I membri del comitato hanno espresso qualche preoccupazione per i superiori livelli di attività virale osservati nei pazienti in trattamento con maraviroc rispetto a quelli trattati con efavirenz. In uno studio di confronto tra i due farmaci, il 32% dei pazienti del gruppo maraviroc non ha risposto adeguatamente al trattamento contro il 24% del gruppo efavirenz.
Nello studio Merit ES, che ha utilizzato un metodo più specifico per selezionare i pazienti realmente sensibili al farmaco, dopo 96 settimane di terapia un numero sovrapponibile di pazienti di entrambi i gruppi di trattamento ha raggiunto una carica virale non più rilevabile (<50 copie/ml): 58,5% con maraviroc verso 62,4% con efavirenz.  A 96 settimane, la conta delle cellule CD-4 è risultata più favorevole per il gruppo in terapia con maraviroc: aumento di 212 cellule/mm3 vs aumento di 171 cellule /mm3 .

Anche se l'Fda, che di norma segue le indicazioni degli esperti, non tiene conto del costo nel decidere se approvare o meno un farmaco, diversi membri del comitato hanno espresso commenti negativi riguardo al prezzo di maraviroc, oltre 12.500 dollari per anno di terapia. Secondo la AIDS Healthcare Foundation, un'associazione non profit di pazienti, se approvato per questa indicazione, maraviroc diventerebbe il trattamento di prima linea per l'HIV più costoso sul mercato statunitense.
Prima di iniziare il trattamento con maraviroc è necessario confermare che è presente solo un'infezione causata dal virus HIV-1 CCR5-tropico (ovvero che il virus CXCR4 o con tropismo duplice/misto non sia stato individuato) utilizzando un test adeguatamente validato e sensibile su un campione di sangue appena prelevato.