L'Fda ha deciso di non approvare il beta bloccante nebivololo quale trattamento per lo scompenso cardiaco.
Il farmaco in Usa è già approvato dal 2007 per la terapia dell'ipertensione.
L'Fda ha fatto inserire nel foglietto illustrative nella sezione dedicata ai pazienti con scompenso cardiaco i dato di uno studio controllato verso placebo che ha arruolato 2128 pazienti con oltre 70 anni nei quali il farmaco non ha causato peggioramento dello scompenso cardiaco.
In Europa, il farmaco è invece autorizzato sia per la terapia dell'ipertensione che per l'insufficienza cardiaca.