L'Fda ha annunciato che sta aggiornando le informazioni sulla prescrizione dei farmaci a base di sitagliptin per includere i dati su 88 casi di pancreatite verificatisi dall'ottobre del 2006 al febbraio del 2009.
In un comunicato, l'azienda ha commentato di aver controllato la sicurezza del farmaco e che non vi è evidenza di aumento di rischio di pancreatiti negli studi preclinici e negli studi clinici, della durata fino a 2 anni e con oltre 6mila pazienti arruolati. L'azienda, che sta anche valutando i report degli studi di post marketing, sottolinea come le persone con diabete di tipo 2 hanno maggiori probabilità di andare incontro a pancreatite. In circa tre anni, dall'inizio della commercializzazione di sitagliptin, oltre 18 milioni di perone hanno assunto il farmaco.
Documento dell'Fda