Fda

Ok Fda a linaclotide per la stipsi idiopatica cronica

La Food and Drug Administration (Fda) ha dato il via libera a linaclotide (Linzess, Almirall e Ironwood Pharmaceuticals) per il trattamento della stipsi idiopatica cronica e della sindrome del colon irritabile associata a stipsi negli adulti.

Il farmaco, da assumere una volta al giorno per via orale, è un agonista del recettore della guanilato ciclasi di tipo-C (GC-C) che si trova sul rivestimento intestinale.

Il legame del farmaco al recettore porta a un aumento delle concentrazioni sia intracellulari sia extracellulari di guanosina monofosfato ciclico (cGMP) e si pensa che tale aumento del cGMP promuova l'attivazione del canale del cloro CFTR, aumentando così la secrezione di liquido da parte dell'intestino e accelerando il transito gastrointestinale, con un conseguente aumento della frequenza dei movimenti intestinali. Inoltre, si pensa che l’aumento del cGMP extracellulare diminuisca l'attività del nocicettori, che a sua volta potrebbe essere responsabile di una riduzione del dolore intestinale.

Linaclotide è il primo farmaco contro la stipsi con questo meccanismo d'azione.

La sicurezza e l'efficacia di questo agente per il trattamento della sindrome del colon irritabile associata a stipsi sono state stabilite in due studi randomizzati e in doppio cieco che hanno coinvolto in tutto 1.604 pazienti. In questi trial, i pazienti sono stati trattati con linaclotide 290 mcg o un placebo per almeno 12 settimane. I risultati hanno mostrato che linaclotide è più efficace del placebo nel ridurre il dolore addominale e aumentare il numero delle defecazioni spontanee complete (CSBM). I due studi dovrebbero essere pubblicati sul numero di ottobre del Journal of Gastroenterology.

Invece, la sicurezza e l'efficacia del farmaco contro la stipsi idiopatica cronica sono state stabilite in due ulteriori studi multicentrici, randomizzati e in doppio cieco che hanno coinvolto in totale 1.272 pazienti, studi pubblicati lo scorso anno sul New England Journal of Medicine. In questi due trial, i partecipanti sono stati trattati con linaclotide 145 mcg o 290 mcg oppure placebo una volta al giorno. L’endpoint primario era rappresentato da tre o più CSBM a settimana e un aumento di una o più CSBM rispetto al basale per almeno 9 delle 12 settimane dello studio.

Alla settimana 12, la percentuale di pazienti che hanno raggiunto l'endpoint primario è stata significativamente maggiore nel gruppo linaclotide 145 mcg rispetto a al gruppo placebo e l’Fda ha approvato solo questo dosaggio perché il miglioramento osservato nel gruppo 290 mcg non è stato superiore rispetto a quello osservato con 145 mcg.

Il farmaco ha mostrato di agire rapidamente e i suoi effetti si sono osservati già entro le prime 24 ore dall’assunzione e si sono mantenuti per 16 settimane.

I ricercatori hanno ipotizzato che i miglioramenti siano dipesi da fattori quali l’aumento di fluido nel lume intestinale e l’accelerazione del transito intestinale, ma che anche altri fattori potrebbero aver contribuito al miglioramento dei sintomi addominali.

Brennan Spiegel, della University of California di Los Angeles, ha commentato l’ok Fda dicendo che “mentre si hanno già varie terapie disponibili contro la stipsi cronica che in genere funzionano bene, il caso della  sindrome del colon irritabile associata a stipsi è molto diverso” e “a questo riguardo linaclotide sembra molto promettente, non solo per il gonfiore addominale e la stipsi, ma anche contro il dolore e molte altre caratteristiche, per le quali non ci sono molte altre terapie efficaci”.

L’esperto ha poi aggiunto che "se il prezzo dovesse essere in linea con quello delle terapie esistenti, linaclotide potrebbe davvero rivelarsi uno dei farmaci di prima linea per per la stipsi cronica difficile da trattare”.

Il farmaco va assunto una volta al giorno a stomaco vuoto almeno 30 minuti prima del primo pasto della giornata.

Il suo effetto avverso più comune è la diarrea e l’Fda ha fatto inserire nel foglietto illustrativo un’avvertenza speciale in cui si dice che il prodotto non deve essere usato in pazienti al di sotto dei 16 anni.

SEZIONE DOWNLOAD