I benefici della terapia con olmesartan, un bloccante dei recettori dell’angiotensina II,  in pazienti con diabete di tipo 2,  superano il potenziali rischio cardiovascolare dovuto al trattamento. E’ il risultato di un’analisi di safety sul farmaco, della durata di circa 10 mesi, condotta dall’Fda.

L’analisi è basata sui risultati di due studi di fase III, ROADMAP (Randomized Olmesartan and Diabetes Microalbuminuria Prevention) e ORIENT (Olmesartan Reducing Incidence of End Stage Renal Disease in Diabetic Nephropathy Trial), che avevano mostrato un aumento del rischio cardiovascolare in pazienti diabetici in trattamento con il farmaco.

In base hai risultati dell’analisi, l’Agenzia americana ha affermato che quando il medicinale viene usato in pazienti con alti livelli pressori i benefici del farmaco continuano a superare i rischi cardiovascolari.

Olmesartan non è comunque raccomandato come trattamento per ritardare o prevenire la microalbuminuria in pazienti diabetici.
Daiichi Sankyo sta lavorando con l’Fda per valutare le modalità per la conduzione di ulteriori analisi su studi già effettuati sul farmaco e per eventualmente effettuarne di nuovi in modo da ottenere informazioni più complete riguardanti i potenziali rischi cardiovascolari dovuti al medicinale e per valutare meglio il beneficio del farmaco in questo e altri setting.

Food and Drug Administration. FDA Drug Safety Communication: Safety Review Update of Benicar (olmesartan) and cardiovascular events. April 14, 2011
Leggi