L’Fda avverte i professionisti della salute e i pazienti che l’antidepressivo citalopram non dovrebbe essere usato per lunghi periodi a una dose superiore ai 40 mg/die in quanto potrebbero verificarsi cambiamenti dell’attività elettrica del cuore.  In particolare, l’utilizzo di dosi elevate del farmaco potrebbe portare a situazioni gravi e a volte fatali come nel caso della sindrome da torsades de pointes (TdP), conosciuta anche come sindrome del complesso Q-T allungato (LQTS).

Gli esperti dell’Agenzia americana raccomandano di non prescrivere il farmaco in dosi superiori ai 40 mg/die ai pazienti con sindrome congenita del Q-T allungato, insufficienza cardiaca congestizia, bradiaritmia o predisposizione a ipopotassiemia o ipomagnesemia in quanto a rischio di torsades de pointes.

Le indicazioni del farmaco includevano anche la dose da 60 mg/die per alcuni pazienti. Ora l’Fda ha cambiato le indicazioni del medicinale con il nuovo dosaggio raccomandato e le nuove avvertenze. Gli studi su citalopram non avevano comunque evidenziati effetti positivi della somministrazione di dosi superiori ai 40 mg/die del medicinale.

Citalopram è un farmaco antidepressivo appartenente alla classe degli inibitori della ricaptazione della serotonina.

Comunicato Fda