Un panel di esperti dell'Fda ha dato parere favorevole all'approvazione di Fampridina-SR, un nuovo farmaco orale sviluppato per la terapia della sclerosi multipla. Qualora approvato, sarebbe il primo farmaco in commercio ad aver ricevuto l'indicazione per migliorare la capacità di camminare nei pazienti con sclerosi multipla.
Con 12 voti a 1, gli esperti si sono espressi favorevolmente sul fatto che il farmaco, con una posologia 10 mg. BID, abbia fornito sufficiente evidenza di poter migliorare la capacità di camminare delle persone affette da sclerosi multipla. Gli esperti hanno anche votato 10 a 2 con un'astensione sul fatto che questi dati abbiano una rilevanza clinica e che l'uso del farmaco sia sicuro. Gli esperti hanno anche richiesti che vengano valutati dosaggi inferiori a 10 mg BID ma questi studi non sono richiesti prima dell'approvazione.

Lo scorso mese di marzo su The Lancet era stato pubblicato uno studio di fase III condotto con Fampridina-SR che avvea dimostrato come nel 35% dei pazienti il farmaco aveva evidenziato un miglioramento nella capacità di camminare.
Fampridina-SR è una formulazione orale di 4-aminopiridina a rilascio controllato. Le ricerche di laboratorio indicherebbero che la Fampridina-SR migliora la conduzione dell'impulso, bloccando i canali del potassio sulla superficie delle fibre nervose, nelle fibre il cui rivestimento mielinico è stato danneggiato dalla malattia. La chiusura dei canali del potassio permette all'assone di trasmettere gli impulsi anche in presenza di uno stato demielinizzato.
La SM affligge circa 400-500mila americani e 630mila europei. In Italia colpisce 57mila persone.