Le società farmaceutiche ImClone Systems (sussidiaria di Eli Lilly) e Bristol-Myers Squibb hanno ricevuto dall'Fda una "complete response letter" relativa alla richiesta di indicazione di cetuximab come prima linea nel tumore testa e collo. L'agenzia americana ha richiesto uno studio di farmacocinetica  per confermare la comparabilità del farmaco prodotto da ImClone con quello fornito da Merck KGaA che è il partner commerciale al di fuori degli Usa. Trattandosi di un biologico la richiesta non è immotivata.

Il farmaco è già indicato per questo tipo di tumore come terapia dei pazienti con forme localmente avanzate insieme alla radioterapia oppure come singolo farmaco nelle forme metastatiche in cui la terapia con derivati del platino sia fallita.
Nel 2008 il tumore della testa e del collo è stato diagnosticato a 87.290 americani. Queste forme di tumore comprendono il tumore alla lingua, al resto della bocca, alle ghiandole salivari, all'occhio, alle orbite, alla tiroide e ai linfonodi della parte superiore del collo. Si stima che per queste forme di cancro lo scorso anno siano deceduti 13.090 americani.