Gastroenterologia

VIDEO

Farmaci biologici nella vita reale: esperienza della rete siciliana


Come va fatto il monitoraggio dei pazienti con colite ulcerosa


Manifestazioni extraintestinali della colite ulcerosa: quali sono e come gestirle


Colite ulcerosa: come e quando utilizzare le terapie convenzionali


Colite ulcerosa: quando fare l'intervento chirurgico e quali tipologie esistono


Colite ulcerosa, quando e come utilizzare i farmaci biologici


Colangite biliare primitiva: dati epidemiologici italiani


Colangite biliare primitiva: che cos'è, caratteristiche e nuove linee guida


Colangite biliare primitiva: patogenesi e come è cambiato il paradigma di gestione


Colangite biliare primitiva: come capire se la malattia diventerà cronica


Colangite biliare primitiva: utilità dei marcatori biochimici


Rete centri riferimento (ERN) per le malattie rare del fegato: cosa sono, obiettivi


Come sta cambiando la cura delle persone con epatite C: progressi e sfide ancora da vincere


Epatite C, arriva la prima terapia pangenotipica, efficace su tutti i ceppi del virus


Perchè e come snidare il "sommerso" dell'infezione da Epatite C


Crohn e colite ulcerosa, bisogna dare voce ai pazienti


I temi caldi del congresso nazionale 2017 di AMICI onlus


Linee guida per la cura di Crohn e colite ulcerosa, i pazienti protagonisti


Crohn e colite ulcerosa, cosa fare quando sono colpiti i bambini?


Visita per l’invalidità da Crohn e colite ulcerosa: le 3 cose da sapere


Qual è il costo per il Ssn e per i pazienti con Crohn e colite ulcerosa


Crohn e colite ulcerosa: cosa è cambiato nella chirurgia?


ARTICOLI

Steatosi epatica non alcolica, aumenta il rischio di alcuni tumori

La steatosi epatica non alcolica (NAFLD) è associata al carcinoma epatocellulare (HCC) sia in uomini che donne, al carcinoma del colon-retto negli uomini e al cancro al seno nelle donne, secondo quanto pubblicato di recente su Journal of Hepatology.

Vedolizumab, efficacia e sicurezza nel real world. I dati dall'UEG week 2017

Analisi real life presentate alla 25a settimana gastroenterologica europea (UEG) in Spagna hanno evidenziato il profilo di efficacia e sicurezza di vedolizumab in pazienti con colite ulcerosa e malattia di Crohn.