Gastroenterologia

VIDEO

Crohn e colite ulcerosa, presente e futuro di IG iBD dalla voce dei due segretari


Rettocolite ulcerosa acuta severa, quando e come intervenire chirurgicamente?


Quali sono le novità in arrivo per la cura del Crohn e della colite ulcerosa?


Malattie infiammatorie intestinali e patient reported outcome, il paziente giudica la sua malattia


Quali sono le caratteristiche cliniche dei pazienti con colite ulcerosa che vivono in Sardegna?


C’è un rischio di infezioni nei pazienti con Crohn e colite ulcerosa che assumono immunosoppressori?


Epatite C, efficacia di glecaprevir/pibrentasvir valutata nella vita reale


Epatite C, risultati dello studio EXPEDITION-8 su glecaprevir/pibrentasvir


Epatite C, quanti casi ci sono ancora in Italia?


Malattia di Crohn e colite ulcerosa: le sfide della società scientifica IG-IBD


Terapie avanzate, quali sono le sfide che ricercatori e medici devono affrontare?


Fistole perianali complesse nel Crohn, ai primi due italiani una nuova cura con cellule staminali


Darvadstrocel, una nuova cura per le fistole perianali complesse nella malattia di Crohn


Malattie gastrointestinali, l'impegno di Takeda dura da oltre 30 anni


I bisogni insoddisfatti dei pazienti con malattie infiammatorie croniche intestinali


Gastroenterologia, quali sono i principali filoni di ricerca?


Patologie infiammatorie croniche intestinali: gestione secondo il Piano Nazionale della Cronicità


Epatite C, servono percorsi adatti per curare i pazienti


Farmaci per l'epatite C, diversi ma tutti importanti per eliminare il virus


Epatite C, cosa manca per eradicare questa infezione


Eradicazione dell' epatite C, come usare i trattamenti che abbiamo


Eliminare l'epatite C, l'impegno di AISF dalla ricerca alla clinica


ARTICOLI

Epatite C, daclatasvir più sofosbuvir efficace al 100% nei pazienti già trattati con genotipo 1

Un regime interferon-free contenente gli antivirali sperimentali daclatasvir più sofosbuvir, con o senza ribavirina, ha guarito il 100% dei pazienti con epatite C già trattati, che non avevano risposto alla terapia tripla con interferone e ribavirina[...]

Epatite C, terapia tripla aiuta nei pazienti trapiantati che ricadono

La terapia tripla con interferone pegilato e ribavirina più un inibitore della proteasi di HCV sembra essere utile nei pazienti con epatite C (da HCV di genotipo 1) trapiantati di fegato che ricadono, stando ai risultati di uno studio osservazionale [...]

Epatite C, risultati positivi per nuovo inibitore della proteasi di Merck

Il 90% dei pazienti con infezione da HCV di genotipo 1 naive, trattati con MK-5172, un nuovo inibitore di seconda generazione della proteasi NS3/4A di HCV, raggiunge una carica virale inosservabile dopo 24 settimane di terapia. Lo dimostra uno studio[...]

Epatite C, positiva la fase II per nuovo vaccino sperimentale

In occasione del Congresso dell'European Association for the Study of the Liver di Amsterdam, la biotech francese Transgene ha annunciato i risultati dello studio di fase II HCVac condotto sul vaccino terapeutico TG4040 in pazienti con infezione cro[...]

Cirrosi, nuovo razionale di impiego dei betabloccanti

Il trattamento con beta bloccanti non selettivi (NSBB), secondo un recente studio presentato nel corso del congresso annuale EASL sarebbe in grado di migliorare la permeabilità gastroduodenale/intestinale e ridurre la traslocazione batterica, e ciò p[...]

Epatite B, promettente combinazione farmaci anti-HIV di Gilead

Una combinazione di due farmaci anti-HIV, tenofovir e emtricitabine, sembrerebbe essere efficace nel sopprimere il virus dell'epatite B (HBV) in pazienti il cui sistema immunitario è in grado di tollerare il virus. Queste le conclusioni di uno studio[...]

Epatite C, triplice terapia utile anche nei casi più gravi

Circa il 40% dei pazienti con epatite C in stadio avanzato può beneficiare della triplice terapia antivirale, anche se presenta cirrosi o ha fallito i trattamenti precedenti. Lo dimostra uno studio presentato al Congresso della European Association f[...]

Epatite C, alti tassi di guarigione con faldaprevir in pazienti con genotipo 1 naïve al trattamento

I risultati dello studio di Fase III STARTVerso con faldaprevir+ (BI 201335), inibitore di proteasi sperimentale in monosomministrazione giornaliera, associato a interferone peghilato α2a e ribavirina (PegIFN/RBV), in pazienti affetti da HCV c[...]

Epatite C, positiva la fase III per simeprevir nei pazienti naive

L'inibitore delle proteasi NS3/4A attivo per via orale e in monosomministrazione giornaliera, simeprevir, in combinazione con la terapia standard fornisce un elevato tasso di risposta virologica sostenuta a 12 settimane in pazienti naive con epatite [...]

Epatite C, efficace in fase II cocktail tre farmaci di Bristol Myer Squibb

L'analisi ad interim di uno studio di fase II ha dimostrato come la combinazione di tre farmaci orali – daclatasvir (DCV, un inibitore del complesso di replicazione NS5A), asunaprevir (ASV, un inibitore della proteasi NS3) e BMS-791325 (un inibitore [...]

Emorragia da ulcera gastrica e ASA, H. pylori fa la differenza

L'incidenza a lungo termine di emorragia ricorrente da ulcera in pazienti in trattamento con ASA si riduce dopo eradicazione di H. pylori e il test diagnostico di infezione può essere utile per assegnare i pazienti ASA a rischio elevato a strategie [...]

Epatite C, sofosbuvir promosso a pieni voti in fase III per tutti i genotipi di HCV

Sono stati pubblicati sul New England Journal of Medicine e saranno presentati in questi giorni al congresso della European Association for the Study of the Liver (EASL), ad Amsterdam, i risultati degli studi di fase III NEUTRINO, FISSION, POSITRON e[...]

Epatite C, regime orale a cinque farmaci efficace già dopo 8 settimane

Una combinazione di cinque farmaci per via orale è riuscita a curare almeno l'88% dei pazienti con epatite C dopo solo 8 settimane di trattamento, senza problemi di sicurezza significativi, nello studio AVIATOR, presentato al congresso della European[...]

Entecavir efficace nell'epatite B cronica cirrotica

La risposta virologica (VR) ad entecavir (ETV) si associa in modo indipendente ad una minore probabilità di progressione di malattia epatica in pazienti cirrotici. Lo dimostra uno studio recentemente pubblicato sulla rivista Gut.

PPI prevengono adenocarcinoma nell'esofago di Barrett

L'uso di inibitori di pompa protonica (PPI) è associato a una riduzione del 75% del rischio di progressione neoplastica nei pazienti con esofago di Barrett. Lo dimostra uno studio condotto dai ricercatori dell'Erasmus University Medical Center di Rot[...]

Epatite C, antivirale contro i microRNA promosso a pieni voti in fase II

Miraversen, nuovo antivirale sperimentale diretto contro il microRNA, ha dimostrato efficacia e sicurezza molto promettenti in uno studio multicentrico di fase IIb appena pubblicato sul New England Journal of Medicine.

HIV-HCV: clearance RNA di HCV buon indicatore di regessione fibrosi epatica

Nei pazienti con confezione da HIV-HCV, la clearance sostenuta dell'RNA del virus dell'epatite C dopo il trattamento antivirale è il determinante principale di regressione della fibrosi epatica. Lo dimostra uno studio presentato a New York alla Inter[...]

Epatite C, nei pazienti in terapia tripla ribavirina once daily è ok

In un gruppo di pazienti con epatite C sottoposti alla triplice terapia con interferone, ribavirina e telaprevir oppure boceprevir, l'assunzione di ribavirina una sola volta al giorno non ha aumentato gli effetti avversi gastrointestinali e la maggio[...]

Simeprevir più terapia standard aumenta la percentuale di cura nei pazienti con HCV e HIV

L'aggiunta del nuovo inibitore della proteasi dell'HCV simeprevir a interferone pegilato e ribavirina ha permesso di ottenere percentuali di cura del 75% in un gruppo di pazienti con infezione sia da HIV sia da HCV. I nuovi e incoraggianti dati sono [...]

Epatite C, telaprevir più terapia standard migliora le cura nei sieropositivi

L'aggiunta di telaprevir alla terapia standard anti-epatite C con interferone pegilato e ribavirina accorcia la durata del trattamento e aumenta la probabilità di arrivare alla soppressione virale negli uomini sieropositivi all'HIV e con infezione ac[...]