Gastroenterologia

VIDEO

Malattia di Crohn e colite ulcerosa: le sfide della societÓ scientifica IG-IBD


Terapie avanzate, quali sono le sfide che ricercatori e medici devono affrontare?


Fistole perianali complesse nel Crohn, ai primi due italiani una nuova cura con cellule staminali


Darvadstrocel, una nuova cura per le fistole perianali complesse nella malattia di Crohn


Malattie gastrointestinali, l'impegno di Takeda dura da oltre 30 anni


I bisogni insoddisfatti dei pazienti con malattie infiammatorie croniche intestinali


Gastroenterologia, quali sono i principali filoni di ricerca?


Patologie infiammatorie croniche intestinali: gestione secondo il Piano Nazionale della CronicitÓ


Epatite C, servono percorsi adatti per curare i pazienti


Farmaci per l'epatite C, diversi ma tutti importanti per eliminare il virus


Epatite C, cosa manca per eradicare questa infezione


Eradicazione dell' epatite C, come usare i trattamenti che abbiamo


Eliminare l'epatite C, l'impegno di AISF dalla ricerca alla clinica


Eliminare l'HCV, i risparmi per il Sistema Sanitario Nazionale


Diagnosi e trattamento dell' epatite C, uno spot sulla RAI per divulgare l'informazione


Epatite C , i progetti di un gruppo di SerD napoletani


Epatite C, buone pratiche per raggiungere e curare il sommerso


Microeliminazione dell'epatite C, i progetti della Asl Napoli 1


Colangite biliare primitiva, efficacia dell'acido obeticolico dalla real life italiana


Caserta regione senza la "C", i progetti di microeliminazione dell' HCV


Vivere con la colangite biliare primitiva, identikit di una malattia rara epatica autoimmune


Colangite biliare primitiva, Ŕ possibile anticipare la diagnosi?


ARTICOLI

Glecaprevir/pibrentasvir, efficace e sicuro anche in pazienti non rispondenti ad altri antivirali ad azione diretta

Sono stati pubblicati su Hepatology i risultati dello studio di fase 2, MAGELLAN-1, sulla combinazione glecaprevir/pibrentasvir che sottolineano l'elevata efficacia e la buona tollerabilitÓ di questi farmaci nel trattamento del virus dell'epatite C d[...]

Rifaximina, efficace e sicura contro la crescita eccessiva di batteri nell'intestino tenue

La rifaximina Ŕ sicura ed efficace per il trattamento della eccessiva proliferazione di specie batteriche a livello intestinale negli adulti. E' quanto emerge da una revisione sistematica della letteratura e meta-analisi pubblicate su Alimentary Phar[...]

Colite ulcerosa, anche i bambini ne soffrono. Nuove possibilitÓ di cura

Alterazioni del sistema immunitario, fattori ambientali e fattori genetici e primo fra tutti modifiche del microbiota intestinale. Sono questi i fattori predisponenti le malattie infiammatorie intestinali che colpiscono anche l'etÓ pediatrica. Per re[...]

Sindrome dell'intestino irritabile, microbiota intestinale associato alla gravitÓ dei sintomi

Lo studio del microbiota intestinale e dell'insorgenza di patologie collegate al suo disequilibrio continuano a fornire novitÓ. Ricercatori francesi e svedesi hanno identificato una firma identificativa del microbiota intestinale associata alla grav[...]

Coinfetti HIV/HCV, diminuzione dei decessi e di patologie croniche grazie al trattamento dell'epatite C

L'eradicazione dell'infezione da virus dell'epatite C in pazienti co-infetti con HIV Ŕ stata associata a riduzioni del diabete e dell'insufficienza renale cronica in aggiunta alla riduzione di mortalitÓ, progressione dell'HIV ed eventi epatici colleg[...]

Cancro del colon retto, l'insorgenza pu˛ dipendere dalla dieta e dai batteri intestinali

La dieta influenza la probabilitÓ di sviluppare specifiche forme di cancro del colon-retto alterando il microbioma intestinale. E' quanto mostrato in un ampio lavoro del Dana-Farber Cancer Institute e della Harvard Medical School di Boston e pubblica[...]

Protezione dal Clostridium difficile, promettenti risultati di fase 2 da un candidato vaccino

Vaccinarsi contro l'infezione da Clostridium difficile? Presto probabilmente potrÓ essere realtÓ. L'azienda farmaceutica Pfizer ha, infatti, annunciato che lo studio di fase 2 di valutazione del vaccino contro il Clostridium difficile (C. difficile-C[...]

Autismo, una speranza di cura dai batteri intestinali

A primo acchito potrebbe sembrare una cosa del tutto assurda ma sono numerose le problematiche neurologiche che si va scoprendo essere collegate a scompensi intestinali. Ricercatori americani hanno evidenziato in un piccolo studio che la somministraz[...]

Sindrome dell'intestino irritabile nei bambini, frequente risoluzione spontanea dei sintomi

Un recente studio osservazionale ha evidenziato che nei bambini con sindrome dell'intestino irritabile spesso la risoluzione della sintomatologia avviene spontaneamente nell'arco di qualche mese o anno a prescindere da differenze di sesso, etÓ e trat[...]

Epatite C nei bambini, non ancora disponibile il trattamento con antivirali ad azione diretta

Gli esperti parlano di una vicinissima possibilitÓ di eradicazione del virus dell'epatite C grazie agli antivirali ad azione diretta che hanno cambiato la storia di questa malattia. Bisogna per˛ pensare anche ai piccoli pazienti affetti da questa inf[...]

Colite ulcerosa acuta grave, meglio la ciclosporina o l'infliximab?

Un recente studio francese ha evidenziato che pazienti con colite ulcerosa acuta grave, refrattari agli steroidi, in terapia con ciclosporina ottengono gli stessi risultati nel lungo periodo rispetto al trattamento con infliximab. Lo studio Ŕ stato [...]

Malattie infiammatorie croniche dell'intestino, nasce la Fondazione AMICI Italia Onlus. Obiettivi: ricerca e innovazione

Promuovere, sostenere e finanziare la ricerca e l'innovazione sulle Malattie Infiammatorie Croniche dell'Intestino sono gli obiettivi della Fondazione AMICI Italia Onlus presentata a Roma in un incontro al Senato. Patologie che colpiscono pi¨ di 4 mi[...]

Epatite autoimmune, i trattamenti farmacologici sono uniformi a livello globale?

La gestione farmacologica dei pazienti con epatite autoimmune Ŕ differente nei vari centri specializzati. A confermarlo Ŕ un questionario i cui risultati sono stati pubblicati su Alimentary Pharmacology and Therapeutics che ha coinvolto numerosi espe[...]

Colite ulcerosa, quali sono le manifestazioni orali della malattia e come occorre gestirle?

I pazienti con colite ulcerosa possono sviluppare problemi di salute orale. Gli odontoiatri devono essere a conoscenza di questi problemi per fornire una cura personalizzata con una particolare attenzione alla prevenzione. In casi complessi, deve ess[...]

Farmaci anti-acido nelle donne in gravidanza, esiste un collegamento con l'asma nel nascituro?

I bambini le cui madri hanno assunto farmaci per il trattamento del reflusso acido durante la gravidanza hanno una maggiore probabilitÓ di sviluppare asma. Questo Ŕ quanto riportato dai risultati di uno studio pubblicato su Journal of Allergy and Cli[...]

Bastano 4 settimane per sconfiggere l'epatite C, conferme da Lancet

Una somministrazione di 2 mg/kg o 4 mg/kg di RG-101, oligonucleotide in studio per il trattamento dell'epatite C, Ŕ risultato ben tollerato e ha portato a una sostanziale riduzione della carica virale in tutti i pazienti trattati per 4 settimane, e a[...]

Anti-TNF in pazienti con IBD, c'Ŕ un peggioramento dell'eventuale infezione da citomegalovirus?

L'infezione da citomegalovirus (CMV) riattiva e peggiora l'andamento della malattia in pazienti con IBD (malattia infiammatoria intestinale)? Quale relazione c'Ŕ tra citomegalovirus e trattamento con farmaci anti-TNF in questi pazienti? Sono queste l[...]

Diverticolite e consumo di carne rossa, c'Ŕ un collegamento?

Un recente studio osservazionale pubblicato sulla rivista Gut ha collegato il consumo di carne rossa, soprattutto quando non trasformata, a un elevato rischio di diverticolite.

Il genere influisce anche nelle malattie gastro reumatologiche?

Sono cinquemila gli studi eseguiti sulla medicina di genere in 5 anni e tra questi anche trial su pazienti con problemi gastro reumatologici. Anche quest'area della medicina risente del sesso del paziente; le donne sono, ad esempio, le pi¨ colpite qu[...]

Infezioni intra-addominali, gestione poco efficace soprattutto nei pazienti anziani

Le infezioni intra addominali multiresistenti sono comuni nell'anziano e costituiscono un motivo abbastanza diffuso di ricovero in ospedale. Ricercatori israeliani hanno condotto un'analisi, pubblicata su Open Forum Infection Diseases, per evidenziar[...]