Gastroenterologia

VIDEO

Eradicazione dell' epatite C, come usare i trattamenti che abbiamo


Eliminare l'epatite C, l'impegno di AISF dalla ricerca alla clinica


Eliminare l'HCV, i risparmi per il Sistema Sanitario Nazionale


Diagnosi e trattamento dell' epatite C, uno spot sulla RAI per divulgare l'informazione


Epatite C , i progetti di un gruppo di SerD napoletani


Epatite C, buone pratiche per raggiungere e curare il sommerso


Microeliminazione dell'epatite C, i progetti della Asl Napoli 1


Colangite biliare primitiva, efficacia dell'acido obeticolico dalla real life italiana


Caserta regione senza la "C", i progetti di microeliminazione dell' HCV


Vivere con la colangite biliare primitiva, identikit di una malattia rara epatica autoimmune


Colangite biliare primitiva, Ŕ possibile anticipare la diagnosi?


Colangite biliare primitiva, come si manifesta e cosa abbiamo per gestirla


Malattie infiammatorie croniche intestinali, epidemiologia e novitÓ nella gestione


Insufficienza intestinale e sindrome dell'intestino corto, come gestirle


Diagnosi di malattie infiammatorie croniche intestinali, l'importanza dell'istopatologia


La gestione manifestazioni extraintestinali delle malattie infiammatorie croniche intestinali


Gestione dei pazienti pediatrici con colite ulcerosa


Colite ulcerosa steroido-resistente e steroido-dipendente, quale trattamento?


Colite ulcerosa, trattamento chirurgico oggi


I ruoli dell'infermiere nell'assistenza al paziente con malattie infiammatorie croniche intestinali


Fegato danneggiato cronicamente, il futuro Ŕ la medicina rigenerativa


Colangite sclerosante primitiva, cos'Ŕ e quali terapie abbiamo a disposizione


ARTICOLI

Meloxicam efficace trattamento adiuvante nell'epatite cronica C di genotipo 1

I risultati di un piccolo trial randomizzato, pubblicati sulla rivista Hepatology Research, hanno dimostrato come l'impiego di meloxicam come adiuvante sia stato in grado di aumentare l'efficacia anti-virale e ridurre il declino della conta di neutro[...]

ObesitÓ non influenza efficacia trattamento dei PPIs

I pazienti obesi o in sovrappeso affetti da Malattia da Reflusso Gastroesofageo (MRGE) presentano un rischio pi¨ elevato di andare incontro ad esofagite erosiva (EE) dei pazienti normopeso. Il trattamento con PPIs, tuttavia, sembra essere efficace ne[...]

Co-infezione HIV/HCV, risposta all'interferone riduce mortalitÓ e malattia epatica

Una terapia efficace a base di interferone/ribavirna, in grado di produrre una risposta virologica sostenuta (RVS), si Ŕ associata a riduzioni significative dello scompenso epatico, della progressione dell'infezione da HIV e della mortalitÓ, sia quel[...]

Dolore toracico funzionale, aggiunta amitriptilina a PPI pi¨ efficace di PPI a dose raddoppiata

Uno studio pubblicato sulla rivista World Journal of Gastroenterology ha documentato la superiore efficacia del trattamento basato sull'aggiunta di amitriprilina a rabeprazolo in luogo della dose raddoppiata del PPI in pazienti con dolore toracico fu[...]

Epatite C cronica, possibile identificazione a priori pazienti responders a terapia convenzionale

Stando ai risultati di uno studio osservazionale, pubblicato sulla rivista Journal of Hepatology, un numero significativo di pazienti con epatite C cronica, identificati in base ad alcune caratteristiche di partenza e alla risposta virologica rapida [...]

Profilassi con vancomicina orale protegge dalle recidive di Clostridium difficile

L'uso di vancomicina per via orale come profilassi secondaria durante la terapia per l'infezione da Clostridium difficile si Ŕ dimostrata efficace nel prevenire le recidive dell'infezione in uno studio presentato il 10 settembre durante l'Interscienc[...]

Orlistat non legato ad aumento rischio carcinoma colorettale

I risultati di uno studio retrospettivo sull'impiego di orlistat sembrano scagionare il noto farmaco anti-obesitÓ dall'accusa di aumentare il rischio di carcinoma colo rettale, almeno nel breve termine. Lo studio inglese, pubblicato sulla rivista BMJ[...]

Composizione flora batterica influenza diarrea indotta da chemioterapici

Uno studio francese ha dimostrato come le variazioni del microbiota intestinale (con particolare riferimento all'aumento della colonizzazione di Bacteroides), sarebbero in grado di predire quali pazienti in chemioterapia potrebbero sviluppare episodi[...]

Supplementazione con vitamina D inefficace nella diarrea pediatrica

Delude la supplementazione con vitamina D3 nella diarrea pediatrica: un piccolo trial clinico randomizzato condotto su bimbi afghani (da 1 a 29 mesi), pubblicato online ahead-of-print sulla rivista Pediatrics, ha dimostrato l'inefficacia di questo i[...]

Duloxetina efficace nel disturbo d'ansia generalizzata associato a colon irritabile

Uno studio pubblicato sulla rivista International Journal of Psichiatry in Clinical Practice ha dimostrato l'efficacia di duloxetina, un inibitore selettivo della ricaptazione di noradrenalina (SNRI) nel determinare riduzioni significative delle comp[...]

Composizione flora intestinale e dieta influenzano magrezza ed obesitÓ

Il trapianto di batteri intestinali da soggetti umani magri od obesi Ŕ in grado di trasformare topi trapiantati germ-free in topi con fenotipo simile. Alla base di tali osservazioni vi sarebbero differenze nella composizione della flora intestinale d[...]

Infezione da Clostridium Difficile, al via la fase III per cadazolid

Actelion ha annunciato l'avvio di un programma di sviluppo clinico di fase III per valutare l'efficacia e la sicurezza del suo antibiotico cadazolid in pazienti con diarrea associata all'infezione da Clostridium difficile (CDAD) . Cadazolid, apparten[...]

Epatite alcolica, non serve aggiungere pentossifillina a prednisolone

L'aggiunta di pentossifillina a prednisolone non ha migliorato l'efficacia del trattamento contro l' epatite alcolica rispetto al solo prednisolone in uno studio multicentrico franco-belga, appena pubblicato su Jama. In particolare, la combinazione d[...]

Epatite C: Boehringer Ingelheim avanza nello sviluppo di nuovi antivirali

Boehringer Ingelheim ha annunciato il completamento degli arruolamenti dello studio di fase II, che sta valutando un regime di trattamento orale con farmaci ad azione antivirale diretta (DAA) in pazienti con infezione da HCV di genotipo 1a. Lo studio[...]

Nuove Linee Guida AGA per la gestione e il trattamento della pancreatite acuta

Pubblicate sul fascicolo di settembre dell'American Journal of Gastroenterology, organo ufficiale dell'American College of Gastroenterology (AGA), gli aggiornamenti delle Linee Guida dell'associazione sulla diagnosi e la gestione dei pazienti affetti[...]

Epatite B, alt a farmaco sperimentale di Medivir

La societÓ farmaceutica svedese Medivir ha deciso di interrompere lo sviluppo del farmaco anti epatite B, noto per ora con la sigla MIV-210. La decisione Ŕ stata presa congiuntamente con la coreana Daewoong Pharmaceutical anch'essa impegnata nello sv[...]

Tenofovir altamente efficace nella coinfezione HIV/HBV

Tenofovir , antivirale altamente attivo contro il virus HIV e quello dell'epatite B (HBV), Ŕ il trattamento anti-epatite B pi¨ efficace per i pazienti con una co-infezione da HIV e HBV. A evidenziarlo Ŕ una metanalisi di 23 studi, pubblicata di recen[...]

Nuovi dati a favore delle statine contro le infezioni da HCV

Uno studio di fase II pubblicato sul Journal of Viral Hepatology mostra che fluvastatina e simvastatina presentano un'attivitÓ antivirale contro le infezioni da HCV, lasciando intravedere un possibile nuovo impiego delle statine al di lÓ di quello tr[...]

Pancreatite acuta, identificato razionale per primo trattamento farmacologico

Ricercatori della Cardiff University hanno presentato per la prima volta dati a sostegno del razionale d'impiego di un antagonista del calcio, sviluppato da GlaxoSmithKline, per il trattamento della pancreatite acuta, una condizione spesso legata all[...]

Epatite B di grado severo, i glucocorticoidi aumentano il tasso di sopravvivenza

I risultati di una metanalisi non sembrano lasciar dubbi sull'efficacia dei glucocorticoidi (GCs) nel trattamento dell'epatite B di grado severo: il loro impiego Ŕ in grado di aumentare in modo significativo il tasso di sopravvivenza nei pazienti aff[...]