Gastroenterologia

VIDEO

Malattie infiammatorie croniche intestinali, epidemiologia e novità nella gestione


Insufficienza intestinale e sindrome dell'intestino corto, come gestirle


Diagnosi di malattie infiammatorie croniche intestinali, l'importanza dell'istopatologia


La gestione manifestazioni extraintestinali delle malattie infiammatorie croniche intestinali


Gestione dei pazienti pediatrici con colite ulcerosa


Colite ulcerosa steroido-resistente e steroido-dipendente, quale trattamento?


Colite ulcerosa, trattamento chirurgico oggi


I ruoli dell'infermiere nell'assistenza al paziente con malattie infiammatorie croniche intestinali


Fegato danneggiato cronicamente, il futuro è la medicina rigenerativa


Colangite sclerosante primitiva, cos'è e quali terapie abbiamo a disposizione


Epatite acuta alcolica, studio pilota italiano identifica i criteri per il trapianto di fegato


Glecaprevir/pibrentasvir, efficace in 8 settimane anche in pazienti con insufficienza renale grave


Coagulazione nei pazienti con HCV, arrivano le prime lineeguida europee


Epatite C, migliore qualità di vita con glecaprevir/pibrentavir


Steatoepatite non alcolica, combinazioni di farmaci per combattere questo nuovo nemico


Terapie brevi per l'HCV: vantaggi per medico e paziente


Inquinamento ambientale e malattie epatiche autoimmuni, quale collegamento?


Sconfiggere l'HCV, efficacia pangenotipica e panfibrotica di sofosbuvir/velpatasvir nella real life


Epatite C, i piani della regione Veneto per aumentare le diagnosi di epatite C


Epatite Delta, si inizia a parlare di terapia


Consumo di alcol e salute epatica, esiste una soglia da non superare?


Tumori primitivi del fegato, è necessario trovare marker di esposizione ai tossici ambientali


ARTICOLI

Diagnosticare i pazienti, il sommerso è il vero problema dell'HCV. Da Nord a Sud i progetti per eliminare l'epatite C

Gli antivirali ad azione diretta hanno rivoluzionato la gestione dei pazienti con epatite C, portando a tassi di guarigione superiori al 98% anche nei soggetti con comorbidità, con cirrosi e in politerapia. Questo lo dicono sia i dati provenienti dag[...]

Steatosi epatica e steatoepatite non alcolica, costi elevati per gestire la malattia in fase avanzata. Studio italiano #EASL2019

La gestione della steatosi epatica e della steatoepatite non alcolica in fase avanzata richiede costi elevati ed è necessario migliorare la diagnosi precoce per evitare l'onere economico associato alla progressione della malattia. I risultati di uno [...]

Acido obeticolico migliora la fibrosi e altri parametri istologici nella steatoepatite non alcolica #EASL2019

Nei pazienti con steatoepatite non alcolica con fibrosi epatica l'acido obeticolico ha evidenziato di essere efficace nel ridurre la fibrosi e migliorare alcuni marcatori istologici, ma non ha raggiunto un secondo endpoint primario di risoluzione del[...]

Steatosi epatica e steatoepatite non alcolica, frequente progressione della malattia epatica e mortalità elevata #EASL2019

Nei pazienti con steatosi epatica non alcolica/steatoepatite non alcolica sono stati rilevati alti tassi di progressione della malattia epatica e di esiti fatali. È quanto emerge da due studi presentati al congresso della European Association For The[...]

Epatite C, conferme “real world” dell'efficacia di sofosbuvir/velpatasvir/voxilaprevir dopo fallimento dei DAA #EASL2019

Nei soggetti con infezione da epatite C cronica che in precedenza avevano fallito con gli antivirali ad azione diretta, la terapia orale combinata sofosbuvir/velpatasvir/voxilaprevir (SOF/VEL/VOX) si è confermata efficace, ottenendo tassi di risposta[...]

Colite ulcerosa, qual è la migliore scelta come terapia di seconda linea? La risposta da uno studio italiano

Uno studio di confronto diretto, cha ha coinvolto otto centri di riferimento italiani, pubblicato su Inflammatory Bowel Disease ha evidenziato che vedolizumab è la migliore scelta per la terapia di seconda linea per i pazienti con colite ulcerosa che[...]

Epatite C, glecaprevir/pibrentasvir efficace e sicuro su tutti i genotipi anche in caso di malattia renale cronica

L'associazione glecaprevir/pibrentasvir è sicura ed efficace nei pazienti con epatite C (HCV) e malattia epatica compensata. E' quanto evidenzia una revisione di nove studi clinici di fase 2 e 3 pubblicata su Clinical Infectious Diseases in cui sono [...]

Esofagite eosinofila e malattie infiammatorie croniche intestinali, sono collegate?

Da una recente ricerca pubblicata su Gut, esofagite eosinofila e malattie infiammatorie croniche intestinali sembrerebbero collegate. Dunque, i pazienti con una di queste malattie sono a rischio più elevato di sviluppare anche l'altra.

Malattie infiammatorie intestinali: biosimilare CT-P13 non inferiore all'infliximab di riferimento. Studio su The Lancet

La celebre rivista The Lancet ha pubblicato i dati completi di uno studio controllato e randomizzato denomicato PLANETCD condotto con CT-P13 (infliximab biosimilare) sulla malattia di Crohn (MC). I risultati di fase III dello studio hanno dimostrato [...]

La chirurgia nelle malattie infiammatorie croniche intestinali, a Roma un convegno col paziente al centro

L'incontro, “La chirurgia nelle Mici. Approfondimenti medico scientifici si inseriscono sulla testimonianza di real life”, si è tenuto il 30 marzo a Roma con l'obiettivo rendere meglio conosciute le opportunità terapeutiche della chirurgia addominale[...]

Antibiotici in gravidanza, rischio raddoppiato di malattie infiammatorie croniche intestinali

Uno studio svedese recentemente pubblicato sulla rivista ‘Gut' della ‘British Society of Gastroenterology' potrebbe aggiungere un nuovo tassello al quadro delle nostre conoscenze, in particolare sulla relazione tra malattie infiammatorie croniche int[...]

Acido obeticolico, efficace e sicuro a 3 anni nella colangite biliare primitiva. I dati su The Lancet

Un nuovo studio pubblicato su The Lancet Gastroenterology and Hepatology ha confermato l'efficacia a lungo termine e la sicurezza dell'acido obeticolico nei pazienti con colangite biliare primitiva intollerante o inadeguatamente reattiva all'acido ur[...]

Esofagite eosinofila, efficacia della budesonide orale e del fluticasone inalatorio

Il trattamento iniziale dell' esofagite eosinofila (EoE) con budesonide viscosa orale o fluticasone da un inalatore multidose ha prodotto una diminuzione della conta degli eosinofili, oltre a un miglioramento della disfagia e delle caratteristiche en[...]

Parlare di Crohn ai giovani con un video dei "The Pills". Al via campagna “Aspettando Crohn. L'agenda impossibile”

Parte nel Lazio, con il patrocinio della Regione, la campagna di sensibilizzazione “Aspettando Crohn. L'Agenda Impossibile” patrocinata dalle associazioni pazienti A.M.I.C.I. Onlus e A.M.I.C.I. Lazio e dalla società scientifica IG-IBD (Italian Group [...]

Celiachia, la budesonide può essere d’aiuto nelle reazioni acute

La budesonide orale a rilascio intestinale ha un potenziale ruolo come trattamento delle reazioni acute dovute all’esposizione al glutine in soggetti con celiachia. E’ quanto mostra uno studio pubblicato sulla rivista Clinical Gastroenterology and He[...]

Steatoepatite non alcolica, farmaco di Novartis non centra obiettivi in fase 2

Fallisce un altro studio su un farmaco in sviluppo per i pazienti con steatoepatite non alcolica (NASH). Parliamo di un trial di fase 2b su emricasan che non ha dato i risultati sperati. L'azienda Conatus Pharmaceuticals sta sviluppando il farmaco in[...]

Malattie infiammatorie croniche intestinali, ansia e depressione complicano il quadro

Ansia e depressione rimangono non diagnosticate in ampie porzioni di pazienti con malattia infiammatoria intestinale (IBD). E' quanto mostra uno studio pubblicato sulla rivista Inflammatory Bowel Diseases, in cui gli autori sottolineano l'importanza [...]

Epatite C dopo trapianto epatico, virus ko grazie alla combinazione di sofosbuvir e inibitori dell'NS5A

Dodici settimane di combinazione tra sofosbuvir e inibitori dell'NS5A senza ribavirina consente il raggiungimento di alti tassi di risposta virologica sostenuta per l'epatite C ricorrente dopo trapianto di fegato. E' quanto evidenzia uno studio pubbl[...]

Crohn, perdita di risposta a ustekinumab recuperabile accorciando l'intervallo tra le somministrazioni

I pazienti con malattia di Crohn in trattamento con ustekinumab che hanno perso la risposta al farmaco o non hanno risposto in maniera adeguata sono stati in grado di riprendere la risposta grazie al dimezzamento dell' intervallo di dosaggio. E' quan[...]

Disfunzione intestinale indotta da oppioidi, un documento italiano per gestire il problema

Un gruppo multidisciplinare di esperti italiani ha emesso un expert opinion sulla disfunzione intestinale indotta da oppioidi che accompagna l'utilizzo di farmaci oppioidi per il dolore in pazienti oncologici e non oncologici con dolore cronico. Tale[...]