Gastroenterologia

VIDEO

Eradicazione dell' epatite C, come usare i trattamenti che abbiamo


Eliminare l'epatite C, l'impegno di AISF dalla ricerca alla clinica


Eliminare l'HCV, i risparmi per il Sistema Sanitario Nazionale


Diagnosi e trattamento dell' epatite C, uno spot sulla RAI per divulgare l'informazione


Epatite C , i progetti di un gruppo di SerD napoletani


Epatite C, buone pratiche per raggiungere e curare il sommerso


Microeliminazione dell'epatite C, i progetti della Asl Napoli 1


Colangite biliare primitiva, efficacia dell'acido obeticolico dalla real life italiana


Caserta regione senza la "C", i progetti di microeliminazione dell' HCV


Vivere con la colangite biliare primitiva, identikit di una malattia rara epatica autoimmune


Colangite biliare primitiva, è possibile anticipare la diagnosi?


Colangite biliare primitiva, come si manifesta e cosa abbiamo per gestirla


Malattie infiammatorie croniche intestinali, epidemiologia e novità nella gestione


Insufficienza intestinale e sindrome dell'intestino corto, come gestirle


Diagnosi di malattie infiammatorie croniche intestinali, l'importanza dell'istopatologia


La gestione manifestazioni extraintestinali delle malattie infiammatorie croniche intestinali


Gestione dei pazienti pediatrici con colite ulcerosa


Colite ulcerosa steroido-resistente e steroido-dipendente, quale trattamento?


Colite ulcerosa, trattamento chirurgico oggi


I ruoli dell'infermiere nell'assistenza al paziente con malattie infiammatorie croniche intestinali


Fegato danneggiato cronicamente, il futuro è la medicina rigenerativa


Colangite sclerosante primitiva, cos'è e quali terapie abbiamo a disposizione


ARTICOLI

Una mostra d'arte per discutere di malattie infiammatorie croniche intestinali

Rappresentare la vita dei pazienti con malattie infiammatorie croniche attraverso l'arte. E' questo l'obiettivo del progetto “Perspectives – Art, Inflammation and Me”, al quale hanno partecipato 200 artisti e pazienti provenienti da 40 Paesi in tutto[...]

Celiachia e fragilità ossea, c'è un collegamento?

Le persone con diagnosi di celiachia hanno quasi il doppio di probabilità di frattura ossea rispetto ai soggetti sani. Questo dato proviene da una revisione sistematica della letteratura pubblicata su Journal of Clinical Endocrinology and Metabolism.[...]

Meno mortalità da cancro del colon retto grazie al consumo di latticini

Un maggior consumo di latte e latticini è associato a una più bassa incidenza di decessi in pazienti affetti da cancro del colon retto non metastatico.

Regime 3D più ribavirina, efficace anche sul danno epatico

Il cosiddetto regime 3D + ribavirina (Rbv), un trattamento orale senza interferone, migliora gli indici di funzionalità epatica a 12 settimane in pazienti affetti da epatite C con cirrosi.

Colite ulcerosa, promettente nuovo inibitore della sfingosina fosfato

I pazienti con colite ulcerosa (UC) trattati con 1 mg del farmaco sperimentale RPC1063 per otto settimane hanno raggiunto la remissione clinica della malattia senza effetti collaterali gravi. Questi risultati derivano da uno studio di fase II denomi[...]

Fidaxomicina, conferme di efficacia contro C. difficile

La fidaxomicina, un antibiotico macrolide, è efficace nel trattamento di infezioni da Clostridium difficile (CDI), il tipo più frequente di infezione acquisita in ospedale. Questo importante risultato deriva da una revisione retrospettiva presentata [...]

Ulcere da basse dosi di aspirina nel lungo periodo, stop con rabeprazolo

L'uso a lungo termine del rabeprazolo previene il ripetersi di ulcere peptiche in pazienti in trattamento con basse dosi di aspirina terapia (LDA).

Ustekinumab, successo nel trattamento della malattia di Crohn refrattaria grave

Il trattamento con ustekinumab può aiutare a migliorare i sintomi e, in alcuni casi, indurre la remissione nei pazienti con malattia di Crohn complicata (MC) e refrattaria al trattamento. Questo risultato deriva da una revisione retrospettiva present[...]

IBD, maggior rischio di eventi cv nelle riacutizzazioni

I pazienti con malattia infiammatoria intestinale (IBD) che vengono dimessi dopo il ricovero per un primo infarto miocardico (IM) acuto hanno elevato rischio di morte e di eventi cardiovascolari, soprattutto se hanno una riacutizzazione della loro IB[...]

C. difficile, alte percentuali di cura con trapianto di microbiota fecale

La risposta iniziale, ma anche quella sostenuta, dopo trapianto di microbiota fecale per il trattamento dell'infezione da C. difficile rimane elevata per un lungo periodo (in alcuni casi fino a 18 mesi) anche in pazienti con malattia infiammatoria in[...]

Colon irritabile: glutine vero colpevole in un caso su quattro

Anche a chi non è celiaco il glutine può provocare problemi: in un paziente su quattro, infatti, sembra essere questo alimento a causare disturbi sinora attribuiti alla sindrome del colon irritabile e ad altre alterazioni del funzionamento dell'appar[...]

Sofosbuvir più ribavirina, buoni risultati contro l'Hcv anche post trapianto

I regimi interferon free garantiscono il raggiungimento della risposta virologica sostenuta (Svr) in un'altissima percentuale di pazienti con infezione da virus dell'epatite C di genotipo 1. Ma tali regimi hanno la stessa efficacia anche nelle ricorr[...]

Encefalopatia epatica, terapia antibiotica riduce recidive e ricoveri

Informare i pazienti e i loro famigliari, sensibilizzare i medici, spiegare all'opinione pubblica cos'è e quali sono i sintomi dell'encefalopatia epatica. Solo così si riuscirà a trattare e a prevenire questa patologia in maniera adeguata, facendo gu[...]

Utilizzo dei biosimilari, indicazioni dal gruppo italiano per la cura delle Ibd

“Sulla base delle evidenze disponibili, due farmaci biosimilari che hanno come target la stessa molecola possono essere considerati equivalenti, in termini di sicurezza ed efficacia, solo se questa equivalenza è stata dimostrata in trial clinici e pr[...]

Corticosteroidi, più rischio di infezioni nei pazienti con IBD tardiva

I corticosteroidi, utilizzati per trattare pazienti con tardiva manifestazione di malattia infiammatoria intestinale, aumentano il rischio di contrarre gravi infezioni. Questo risultato deriva da una meta analisi pubblicata sulla rivista The American[...]

Trattamento della diverticolite, riusciamo a prevenire le recidive?

Come possiamo prevenire le ricorrenze di diverticolite nella pratica clinica? E' questa la domanda che si sono posti due esperti italiani nel settore, il dr. Silvio Danese e il dr. Antonio Tursi , in un editoriale apparso recentemente su Gastroentero[...]

Infezioni intra-addominali da P. aeruginosa, i pazienti rispondono bene a ceftolozane/tazobactam

I pazienti con infezioni intra-addominali complicate che coinvolgono la farmaco-resistenza a Pseudomonas aeruginosa hanno risposto bene al trattamento con il nuovo antimicrobico ceftolozane/tazobactam. Questo dato deriva da uno studio di fase III pre[...]

Danno cronico della mucosa intestinale, attenzione all'aspirina a basse dosi e ai Fans

L'utilizzo cronico di aspirina a basse dosi (LDA) e di farmaci antinfiammatori non steroidei può provocare diversi tipi e sedi di lesioni nella mucosa del piccolo intestino. Questo risultato deriva da uno studio pubblicato sulla rivista World Journal[...]

Epatite C, da Bristol stop alla domanda di registrazione in Usa per asunaprevir

Alt alla domanda di registrazione in Usa per asuprenavir. Bristol-Myers Squibb oggi ha reso noto che non perseguirà più l'approvazione Fda del duplice regime a base di daclatasvir e asunaprevir per il trattamento di pazienti con Hcv di genotipo 1b. [...]

Celiachia nei bambini, quali sono i fattori che diminuiscono il rischio?

La tempistica della prima esposizione al glutine e la durata dell'allattamento al seno non sembrano influenzare lo sviluppo della malattia celiaca nei bambini ad alto rischio. Questo è quanto emerge da due nuovi studi randomizzati e controllati pubbl[...]