Gastroenterologia

VIDEO

Epatite C , i progetti di un gruppo di SerD napoletani


Epatite C, buone pratiche per raggiungere e curare il sommerso


Microeliminazione dell'epatite C, i progetti della Asl Napoli 1


Colangite biliare primitiva, efficacia dell'acido obeticolico dalla real life italiana


Caserta regione senza la "C", i progetti di microeliminazione dell' HCV


Vivere con la colangite biliare primitiva, identikit di una malattia rara epatica autoimmune


Colangite biliare primitiva, è possibile anticipare la diagnosi?


Colangite biliare primitiva, come si manifesta e cosa abbiamo per gestirla


Malattie infiammatorie croniche intestinali, epidemiologia e novità nella gestione


Insufficienza intestinale e sindrome dell'intestino corto, come gestirle


Diagnosi di malattie infiammatorie croniche intestinali, l'importanza dell'istopatologia


La gestione manifestazioni extraintestinali delle malattie infiammatorie croniche intestinali


Gestione dei pazienti pediatrici con colite ulcerosa


Colite ulcerosa steroido-resistente e steroido-dipendente, quale trattamento?


Colite ulcerosa, trattamento chirurgico oggi


I ruoli dell'infermiere nell'assistenza al paziente con malattie infiammatorie croniche intestinali


Fegato danneggiato cronicamente, il futuro è la medicina rigenerativa


Colangite sclerosante primitiva, cos'è e quali terapie abbiamo a disposizione


Epatite acuta alcolica, studio pilota italiano identifica i criteri per il trapianto di fegato


Glecaprevir/pibrentasvir, efficace in 8 settimane anche in pazienti con insufficienza renale grave


Coagulazione nei pazienti con HCV, arrivano le prime lineeguida europee


Epatite C, migliore qualità di vita con glecaprevir/pibrentavir


ARTICOLI

Epatite C, rimuovere le limitazioni di accesso al trattamento è oggi possibile. Lo chiedono i pazienti

Trattare tutti i pazienti affetti dal virus dell'epatite C è la parola d'ordine degli esperti che, a quasi due anni dalla disponibilità delle nuove terapie nel nostro Paese, si riuniscono domani a Napoli nel corso del Convegno Nazionale organizzato d[...]

Sindrome dell'intestino irritabile per 1 italiano su 10, notevole impatto sociale ed economico

Stimato in circa 1.700 euro all'anno per paziente il costo socio-economico della sindrome dell'intestino irritabile associata a stipsi, tra mancata diagnosi, terapie e effetti sulla qualità di vita e sul lavoro. Sono questi alcuni dati annunciati du[...]

Celiachia, primi dati promettenti sul vaccino terapeutico

Arrivano i primi risultati clinici sui vaccini contro l'esposizione al glutine. All'edizione 2016 del congresso Digestive Disease Week sono stati, infatti, presentati i dati di due studi di fase 1 relativi a Nexvax2, un vaccino terapeutico in grado d[...]

Apnea ostruttiva grave e steatosi epatica, esiste un collegamento?

L'apnea grave ostruttiva del sonno è indipendentemente associata ad un aumento della citolisi epatica e della steatosi epatica, ma non della fibrosi. Questo è quanto emerge dai risultati di uno studio trasversale pubblicato sulla rivista Clinical Gas[...]

Ustekinumab, remissione della malattia di Crohn mantenuta fino a 1 anno

I pazienti con malattia di Crohn, moderata-grave, oltre a raggiungere la remissione clinica della malattia, la mantengono dopo 1 anno di trattamento con ustekinumab in percentuale nettamente superiore ai pazienti trattati con placebo. Questo è quanto[...]

Crohn, risankizumab induce elevata remissione in Fase II

I risultati ad interim di uno studio clinico proof-of-concept di fase 2 che sta valutando l'anticorpo monoclonale risankizumab per il trattamento di malattia di Crohn da moderatamente a gravemente attiva mostrano un tasso significativamente più alto [...]

Celiachia e disturbo depressivo maggiore, mostrato il collegamento negli adolescenti

La celiachia associata a depressione? Non proprio a tutti i tipi di depressione ma al disturbo depressivo maggiore negli adolescenti. Questo è quanto deriva dai risultati di un lavoro presentato al Digestive Disease Week 2016 in cui un gruppo di rice[...]

Recidiva di carcinoma epatocellulare HBV-correlato, possibile ruolo protettivo degli analoghi nucleos(t)idici

Il trattamento con analoghi nucleos(t)idici per l'infezione da virus dell'epatite B diminuisce il rischio di carcinoma epatocellulare (HCC) legato a infezioni nei pazienti che hanno subito la terapia curativa con ablazione a radiofrequenza. Questo è [...]

Regime 3D per l'epatite C, elevata efficacia e buona tollerabilità in pazienti di genotipo 4

Il trattamento una volta al giorno con ombitasvir/paritaprevir/ritonavir più ribavirina ha comportato il raggiungimento di circa il 100% di risposta virologica sostenuta (SVR12) in una coorte di pazienti con infezione da virus dell'epatite C (HCV) di[...]

Anticorpo monoclonale bezlotoxumab, conferme di efficacia nel ridurre le recidive di C. difficile

L'anticorpo monoclonale bezlotoxumab è risultato efficace nel ridurre i tassi di recidiva dell'infezione da Clostridium difficile in pazienti ad alto rischio in uno studio condotto dai ricercatori della Harvard Medical School e presentato a San Diego[...]

Ledipasvir/sofosbuvir, nella real life alte percentuali di risposta virologica sostenuta in pazienti con co-infezione HCV-HIV

L'associazione di ledipasvir/sofosbuvir con o senza ribavirina, ha permesso il raggiungimento di un tasso di risposta virologica sostenuta del 97% in una coorte di pazienti nella real life. Tutti i soggetti avevano epatite C di genotipo 1 e HIV. Ques[...]

Vedolizumab, la remissione della colite ulcerosa correla con le concentrazioni iniziali circolanti del farmaco

Durante l'edizione 2016 del meeting annuale Digestive Disease Week, che si è concluso ieri a San Diego, sono stati presentati numerosi studi sul vedolizumab e il suo utilizzo nella malattia infiammatoria intestinale. Un'analisi post hoc, in particola[...]

Naldemedine, efficace nella costipazione indotta da oppioidi in pazienti con dolore cronico non oncologico

Naldemedine è risultata efficace e sicura in pazienti affetti da costipazione indotta da oppioidi. I dati derivano da due studi clinici, con uguale disegno dello studio (COMPOSE I e II), di fase III della durata di 12 settimane in pazienti in trattam[...]

Costipazione idiopatica cronica, plecanatide efficace e sicura in fase III

Plecanatide, agonista della guanilato ciclasi, ha mostrato un miglioramento statisticamente significativo della stitichezza e dei sintomi cronici addominali, come sforzo e gonfiore, nei pazienti con costipazione idiopatica cronica (CIC). Questo è qua[...]

Malattia del grasso epatico, sotto accusa obesità materna e scarso allattamento al seno

Avere un BMI nel range di normalità all'inizio della gravidanza e allattare esclusivamente al seno nei primi sei mesi di vita potrebbe ridurre il rischio di sviluppare steatosi epatica non alcolica nell'adolescenza. Questo è quanto emerge da uno stud[...]

Reflusso gastroesofageo, l'origine potrebbe essere immunitaria

La malattia da reflusso gastroesofageo (GERD) potrebbe essere causato da una reazione immunitaria, piuttosto che dal danno chimico derivante dagli acidi dello stomaco. E' quanto emerge da un piccolo studio monocentrico pubblicato su JAMA.

Prevenzione dell'infezione da Clostridium difficile, efficacia in fase 2 per un farmaco sperimentale

Risultati positivi per una terapia sperimentale per prevenire l'infezione da Clostridium difficile e la diarrea associata agli antibiotici. Parliamo di una molecola, che per ora in sigla si chiama SYN-004 che in uno studio clinico di fase 2a ha dimos[...]

Helicobacter pylori, eradicare equivale a minor rischio di cancro gastrico?

L'eradicazione dell'infezione da Helicobacter pylori è associata a una ridotta incidenza di cancro gastrico. Questa associazione era stata ipotizzata e valutata in diversi studi, ma la conferma ora arriva da una revisione sistematica ed una meta-anal[...]

Infezione da H. pylori, per la Canadian Association of Gastroenterology servono almeno 14 giorni di terapia

L'infezione da Helicobacter pylori è sempre più difficile da trattare. Le ultime raccomandazioni della Canadian Association of Gastroenterology, pubblicate su Gastroenterology, hanno avuto lo scopo di rivedere la letteratura e fornire specifici consi[...]

Infezioni acquisite in ospedale, nei pazienti cirrotici meglio la terapia antibiotica ad ampio spettro rispetto alla standard

Un trattamento antibiotico ad ampio spettro è risultato più efficace e ha migliorato la sopravvivenza rispetto alla terapia standard nei pazienti con cirrosi con infezioni acquisite in ambiente sanitario. Questo è quanto emerge da uno studio italiano[...]