Gastroenterologia

VIDEO

Eradicazione dell' epatite C, come usare i trattamenti che abbiamo


Eliminare l'epatite C, l'impegno di AISF dalla ricerca alla clinica


Eliminare l'HCV, i risparmi per il Sistema Sanitario Nazionale


Diagnosi e trattamento dell' epatite C, uno spot sulla RAI per divulgare l'informazione


Epatite C , i progetti di un gruppo di SerD napoletani


Epatite C, buone pratiche per raggiungere e curare il sommerso


Microeliminazione dell'epatite C, i progetti della Asl Napoli 1


Colangite biliare primitiva, efficacia dell'acido obeticolico dalla real life italiana


Caserta regione senza la "C", i progetti di microeliminazione dell' HCV


Vivere con la colangite biliare primitiva, identikit di una malattia rara epatica autoimmune


Colangite biliare primitiva, è possibile anticipare la diagnosi?


Colangite biliare primitiva, come si manifesta e cosa abbiamo per gestirla


Malattie infiammatorie croniche intestinali, epidemiologia e novità nella gestione


Insufficienza intestinale e sindrome dell'intestino corto, come gestirle


Diagnosi di malattie infiammatorie croniche intestinali, l'importanza dell'istopatologia


La gestione manifestazioni extraintestinali delle malattie infiammatorie croniche intestinali


Gestione dei pazienti pediatrici con colite ulcerosa


Colite ulcerosa steroido-resistente e steroido-dipendente, quale trattamento?


Colite ulcerosa, trattamento chirurgico oggi


I ruoli dell'infermiere nell'assistenza al paziente con malattie infiammatorie croniche intestinali


Fegato danneggiato cronicamente, il futuro è la medicina rigenerativa


Colangite sclerosante primitiva, cos'è e quali terapie abbiamo a disposizione


ARTICOLI

Epatite C, conferme dalla real life elbasvir/grazoprevir. #EASL2018

Nel corso del congresso dell'EASL in c orso a Parigi si è parlato ampiamente della gestione dei pazienti cirrotici, considerati particolarmente complessi da trattare a causa della loro fragilità clinica.

Epatite B, mortalità aumentata nei coinfetti con epatite E

L'infezione cronica da virus dell'epatite B è un fattore di rischio indipendente di mortalità correlata al fegato nelle persone con infezione acuta da virus dell'epatite E. E’ quanto riportato su Clinical Infectious Diseases da un gruppo di ricerca c[...]

Gravidanza e IBD, nessun rischio di gravi infezioni per il nascituro con terapia anti-TNF

Secondo i risultati dello studio TEDDY pubblicato sull'American Journal of Gastroenterology, a cui hanno preso parte anche gastroenterologi italiani, i bambini esposti agli anti-TNFalfa nell' utero materno (assunti dalla gestante) non hanno evidenzia[...]

Fegato grasso, attenzione alla dieta. I dati da un ampio studio americano

Uno studio appena pubblicato su Gastroenterology ha evidenziato che il miglioramento della qualità della dieta correla con un minore accumulo di grasso epatico e un rischio ridotto di insorgenza di fegato grasso.

Epatite C, grazoprevir/elbasvir efficace in 8 settimane nei coinfetti HIV/HCV (genotipi 1-4)

Un trattamento di 8 settimane con grazoprevir/elbasvir produce una risposta virologica sostenuta nella maggior parte degli pazienti di sesso maschile, omosessuali, positivi all'HIV con infezione da genotipo 1 o 4 del virus dell'epatite C (HCV), secon[...]

Epatite C, nel 2017 trattata la metà dei pazienti previsti dal piano eradicazione

L'obiettivo eliminazione dell'infezione da virus HCV, curando 80.000 pazienti l'anno nel triennio 2017-2019, appare ancora lontano. A un anno esatto dalla rimozione delle restrizioni per l'accesso ai farmaci antivirali innovativi garantiti a tutti i [...]

Epatite C, glecaprevir/pibrentasvir efficace su tutti i genotipi con solo 8 settimane di terapia

Una revisione sistematica della letteratura appena pubblicata su Journal of Hepatology ha evidenziato che il trattamento per l'epatite C a base di glecaprevir/pibrentasvir per 8 settimane ha avuto un tasso di risposta virologica sostenuta del 98% ind[...]

Fegato grasso e insulino resistenza, quanto incide il consumo di carne rossa e il metodo di cottura?

L'alto consumo di carne rossa e carne lavorata è correlato con un aumento del rischio di steatosi epatica non alcolica e di insulino-resistenza. E’ quanto evidenziato in un recente articolo pubblicato sul Journal of Hepatology. Inoltre, i ricercatori[...]

Steatosi epatica non alcolica, empaglifozin riduce il grasso epatico nei pazienti diabetici

La riduzione del grasso epatico è un punto fondamentale nella gestione dei pazienti con steatosi epatica non alcolica (NAFLD), conosciuta anche come malattia del fegato grasso. Un studio recentemente pubblicato è evidenziato che empagliflozin, un ini[...]

Colite ulcerosa, remissione clinica e miglioramento endoscopico grazie a nuovo modulatore del recettore S1P

Etrasimod, modulatore del recettore della sfingosina 1-fosfato (S1P) in fase II di sperimentazione per il trattamento di pazienti con colite ulcerosa, si è mostrato efficace nel far raggiungere la remissione clinica ai pazienti e nel determinare un s[...]

Colite ulcerosa, efficacia (senza anticorpi anti-farmaco) per il primo anti-TNF orale

Un nuovo farmaco anti-TNF alfa attivo in forma orale, studiato per sostituire gli anti-TNF iniettabili, ha raggiunto i principali endpoint di efficacia in un piccolo studio di Fase II condotto in pazienti con colite ulcerosa. La terapia sperimentale,[...]

Small molecules, cosa sappiamo nelle IBD?

Sono farmaci che usiamo da decenni, soprattutto per altre malattie croniche infiammatorie, ma nell'ultimo periodo sono aumentati gli studi sul loro utilizzo nelle malattie infiammatorie croniche intestinali (IBD). Laurent Peyrin-Biroulet del Nancy Un[...]

Colite ulcerosa, efficacia (senza anticorpi anti-farmaco) per il primo anti-TNF orale

Un nuovo farmaco anti-TNF alfa attivo in forma orale, studiato per sostituire gli anti-TNF iniettabili, ha raggiunto i principali endpoint di efficacia in un piccolo studio di Fase II in pazienti con colite ulcerosa. La nuova terapia sperimentale, ch[...]

Perdita di risposta al trattamento nei pazienti con Crohn, la terapia con ustekinumab riporta i pazienti in remissione

Nei pazienti che perdono la risposta al trattamento con ustekinumab, la reinduzione con lo stesso farmaco in pazienti con malattia di Crohn attiva è efficace nel riportare i pazienti in remissione. E’ quanto evidenziato a Vienna durante il congresso [...]

Epatite C: adesso si cura in sole 8 settimane

Da Siena sono partite una serie di iniziative promosse da specialisti, epatologi e infettivologi, per la nuova sfida della ricerca scientifica: eradicare l'epatite C in sole otto settimane. Questo è possibile con un nuovo farmaco a base di compresse [...]

Crohn e colite ulcerosa, se medico-paziente collaborano i costi calano del 20 per cento

Presentato oggi, presso la Sala Nassiria del Senato della Repubblica, su iniziativa della Senatrice Manuela Granaiola il progetto Amici WE Care, in collaborazione con l'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, volta a definire la qualità di cu[...]

Colite ulcerosa pediatrica, linee guida aggiornate presentate al 13° congresso ECCO

In una relazione al 13° congresso europeo della ECCO, Dan Turner, del Shaare Zedek Medical Center, a Gerusalemme, Israele, ha presentato le nuove linee guida per la colite ulcerosa pediatrica, che saranno presto pubblicate sul Journal of Pediatric Ga[...]

Upadacitinib, efficacia sul Crohn gia dalle prime settimane di terapia

Il trattamento con upadacitinib e’ associato a sostanziali miglioramenti precoci nei sintomi clinici e nei biomarkers dell’infiammazione in pazienti refrattari con varie gravita’ di malattia di Crohn. E’ quanto mostrato dai risultati dello studio di [...]

Importanza del treat to target nelle IBD: gli step per raggiungere gli obiettivi terapeutici

Quali sono le principali barriere al treat to target nella malattia di Crohn? E’ con questa domanda che si è aperto un interessante simposio all’interno del 13 congresso ECCO di Vienna. Oltre le barriere alla terapia per obiettivi, il simposio è stat[...]

Malattia di Crohn, sicurezza a lungo termine dell'anticorpo monoclonale anti-MAdCAM SHP647

L'anticorpo monoclonale SHP647, in sviluppo per le malattie infiammatorie croniche intestinali, è stato ben tollerato e ha mostrato un profilo di sicurezza simile a quello degli studi precedenti, come ha evidenziato nella sua relazione al 13° congres[...]