Gastroenterologia

VIDEO

Malattie infiammatorie croniche intestinali, epidemiologia e novità nella gestione


Insufficienza intestinale e sindrome dell'intestino corto, come gestirle


Diagnosi di malattie infiammatorie croniche intestinali, l'importanza dell'istopatologia


La gestione manifestazioni extraintestinali delle malattie infiammatorie croniche intestinali


Gestione dei pazienti pediatrici con colite ulcerosa


Colite ulcerosa steroido-resistente e steroido-dipendente, quale trattamento?


Colite ulcerosa, trattamento chirurgico oggi


I ruoli dell'infermiere nell'assistenza al paziente con malattie infiammatorie croniche intestinali


Fegato danneggiato cronicamente, il futuro è la medicina rigenerativa


Colangite sclerosante primitiva, cos'è e quali terapie abbiamo a disposizione


Epatite acuta alcolica, studio pilota italiano identifica i criteri per il trapianto di fegato


Glecaprevir/pibrentasvir, efficace in 8 settimane anche in pazienti con insufficienza renale grave


Coagulazione nei pazienti con HCV, arrivano le prime lineeguida europee


Epatite C, migliore qualità di vita con glecaprevir/pibrentavir


Steatoepatite non alcolica, combinazioni di farmaci per combattere questo nuovo nemico


Terapie brevi per l'HCV: vantaggi per medico e paziente


Inquinamento ambientale e malattie epatiche autoimmuni, quale collegamento?


Sconfiggere l'HCV, efficacia pangenotipica e panfibrotica di sofosbuvir/velpatasvir nella real life


Epatite C, i piani della regione Veneto per aumentare le diagnosi di epatite C


Epatite Delta, si inizia a parlare di terapia


Consumo di alcol e salute epatica, esiste una soglia da non superare?


Tumori primitivi del fegato, è necessario trovare marker di esposizione ai tossici ambientali


ARTICOLI

Crohn e Colite Ulcerosa, al via il Pdta realizzato da Cittadinanzattiva e Amici onlus

L'incidenza delle patologie croniche (38,6% nel 2012) aumenta costantemente, e così aumenta la loro incidenza in termini di costi sulla spesa pubblica socio-sanitaria. Al contrario, non aumenta invece l'utilizzo di strumenti di governance che garanti[...]

Modificando un gene, create cellule CD4 immuni all'HIV

L'impiego di una tecnica di ‘editing' di un gene (cioè di ‘correzione' della sua sequenza) per simulare una mutazione che impedisce all'HIV di entrare nelle cellule CD4, rendendole così resistenti al virus, sembra essere un approccio sicuro. Lo evide[...]

Sofosbuvir/Ribavirina, buon controllo della doppia infezione HCV/HIV

Il trattamento con sofosbuvir più ribavirina, in soggetti con epatite C genotipo 1 e coinfettati con HIV, per 24 settimane porta al raggiungimento della risposta virologica sostenuta in tre quarti dei pazienti precedentemente non trattati. Questo ri[...]

Epatite C, alte percentuali di cura con la combinazione simeprevir-daclatasvir

La combinazione di due antivirali ad azione diretta - l'inibitore della proteasi once daily simeprevir e l'inibitore del complesso di replicazione NS5A daclatasvir -, con o senza ribavirina, ha portato a buone percentuali di risposta virologica sost[...]

Nuovi risultati di efficacia e sicurezza del regime anti-HCV di AbbVie

I pazienti con epatite C cronica raggiungono una SVR12 nel 99% dei casi in seguito a trattamento con il regime sperimentale dell'AbbVie con o senza ribavirina.

Epatite C, terapia tripla interferon-free cura oltre il 90% dei pazienti

Una terapia interamente orale e interferon-free costituita da tre antivirali orali di nuova generazione per 12 settimane si è dimostrata in grado di curare con successo circa il 90% dei pazienti con infezione da HCV, naive a terapie precedenti, in un[...]

Takeda deposita in Giappone domanda per nuovo inibitore della secrezione acida

La giapponese Takeda ha annunciato di aver inviato all'Agenzia regolatoria giapponese la richiesta di approvazione dell'inibitore delle secrezione acida TAK-438.Il farmaco appartiene a una nuova classe di inibitori della secrezione acida chiamati blo[...]

Infezioni da epatite C, si possono ridurre anche attraverso interventi comportamentali

Nonostante una serie di interventi sociali, comportamentali e programmi educativi, la diffusione dell'epatite C (HCV) in persone che si iniettano droghe (Pwids) resta un problema cronico. I ricercatori del Centro di Ricerca sul consumo di droga e l'H[...]

Budesonide, efficace nella costipazione cronica anche con un’unica dose giornaliera

La Budesonide alla dose raccomandata di 9 mg/ al giorno può essere somministrata, in caso di malattia di Crohn da lieve a moderata, in regime singolo giornaliero senza inficiare l’efficacia e la sicurezza rispetto al regime terapeutico delle 3 sommin[...]

Malattia infiammatoria intestinale: buoni risultati grazie al micofenolato mofetile

Il micofenolato mofetile rappresenta un trattamento promettente per l’induzione della remissione della malattia e il mantenimento della stessa in pazienti con malattia infiammatoria intestinale intolleranti alle tiopurine. Questa terapia, già ampiame[...]

Costipazione cronica: stato dell’arte e nuovi trattamenti farmacologici

La costipazione cronica è un problema medico molto diffuso che influisce sulla qualità della vita delle persone affette. Negli ultimi dieci anni i ricercatori si sono focalizzati sulla ricerca dei meccanismi gastrointestinali alla base dell’insorgenz[...]

Doppia infezione da Hcv e Hbv: terapie e rischio di carcinoma epatocellulare

Nei pazienti con doppia infezione, da Hcv e Hbv, il trattamento combinato con interferone pegilato e ribavirina è efficace nel raggiungimento della risposta virologica sostenuta e nel diminuire il rischio di cancro epatocellulare.

Tacrolimus in tripla terapia rallenta la fibrosi in pazienti con HCV

In pazienti con cirrosi da Hcv, la tripla terapia con tacrolimus, somministrata per un lungo periodo, rallenta la progressione verso la fibrosi severa, diminuisce l’ipertensione portale e lo scompenso epatico rispetto al trattamento con il solo tacro[...]

Rischio di cancro da tiopurine, situazione nei pazienti con malattia infiammatoria intestinale

Il rischio di sviluppare cancro non-melanoma nei pazienti con malattia infiammatoria intestinale è modestamente elevato in caso di trattamento con tiopurine ma tale rischio non supera il beneficio generato dal trattamento. E’ questo il dato che emerg[...]

Diarrea nei pazienti Hiv, conferme per un farmaco botanico

Il crofelemer, un farmaco indicato per la terapia della diarrea in pazienti con infezione da Hiv e in terapia antiretrovirale, migliora significativamente lo stato diarroico con un buon profilo di sicurezza. Questi i risultati principali dello studio[...]

Pantoprazolo: nuova formulazione efficace nel reflusso gastroesofageo

Il pantoprazolo magnesio è un farmaco efficace nel miglioramento dei sintomi del reflusso gastroesofageo (GERD). Risulta, inoltre, sicuro e ben tollerato. Queste le conclusioni di uno studio clinico di fase IV pubblicate sulla rivista Clinical Drug I[...]

Colite ulcerosa: una patologia spesso ancora fuori controllo

In occasione del 9° Congresso Europeo ECCO (European Crohn's and Colitis Organisation), tenutosi a Copenhagen, sono stati resi noti i risultati completi di uno studio internazionale denominato UC CARES (Ulcerative Colitis Condition, Attitude, Resourc[...]

Anche l'arte aiuta a far conoscere le malattie infiammatorie intestinali

Rappresentare la vita dei pazienti con malattie autoinfiammatorie e autoimmuni attraverso l'arte. E' questo l'obiettivo del progetto “Perspectives – Art, Inflammation and Me”, al quale hanno partecipato 200 artisti e pazienti provenienti da 40 Paesi [...]

Crohn e colite ulcerosa, i pazienti europei chiedono più attenzione

Diagnosi più veloce. Maggior coinvolgimento nelle decisioni. Approccio multidisciplinare alla malattia. Sono solo alcune delle richieste formulate dai pazienti europei, italiani compresi, e presentate al 9^ Congresso Europeo della Organizzazione Eur[...]

Farmaci biologici per la cura delle IBD: cosa dice la letteratura

I farmaci anti-TNF e anti integrina alfa4, fatta eccezione per onercept ed etanercept, mostrano effetti terapeutici benefici sui disturbi infiammatori intestinali ed in particolare in caso di malattia di Crohn refrattaria e colite ulcerosa recidivant[...]