Gastroenterologia

VIDEO

Malattie infiammatorie croniche intestinali, epidemiologia e novità nella gestione


Insufficienza intestinale e sindrome dell'intestino corto, come gestirle


Diagnosi di malattie infiammatorie croniche intestinali, l'importanza dell'istopatologia


La gestione manifestazioni extraintestinali delle malattie infiammatorie croniche intestinali


Gestione dei pazienti pediatrici con colite ulcerosa


Colite ulcerosa steroido-resistente e steroido-dipendente, quale trattamento?


Colite ulcerosa, trattamento chirurgico oggi


I ruoli dell'infermiere nell'assistenza al paziente con malattie infiammatorie croniche intestinali


Fegato danneggiato cronicamente, il futuro è la medicina rigenerativa


Colangite sclerosante primitiva, cos'è e quali terapie abbiamo a disposizione


Epatite acuta alcolica, studio pilota italiano identifica i criteri per il trapianto di fegato


Glecaprevir/pibrentasvir, efficace in 8 settimane anche in pazienti con insufficienza renale grave


Coagulazione nei pazienti con HCV, arrivano le prime lineeguida europee


Epatite C, migliore qualità di vita con glecaprevir/pibrentavir


Steatoepatite non alcolica, combinazioni di farmaci per combattere questo nuovo nemico


Terapie brevi per l'HCV: vantaggi per medico e paziente


Inquinamento ambientale e malattie epatiche autoimmuni, quale collegamento?


Sconfiggere l'HCV, efficacia pangenotipica e panfibrotica di sofosbuvir/velpatasvir nella real life


Epatite C, i piani della regione Veneto per aumentare le diagnosi di epatite C


Epatite Delta, si inizia a parlare di terapia


Consumo di alcol e salute epatica, esiste una soglia da non superare?


Tumori primitivi del fegato, è necessario trovare marker di esposizione ai tossici ambientali


ARTICOLI

Tripla terapia, rapporto rischio-beneficio del boceprevir contro l'epatite C

In pazienti con infezione da epatite C genotipo 1 e cirrosi ben compensata, il trattamento con interferone peghilato/ribavirina e boceprevir sembra avere un profilo rischio-beneficio generalmente favorevole. Questi dati derivano da studi di fase 3 su[...]

Malattia cronica intestinale, attenzione al tipo di trattamento nel primo anno di malattia

I pazienti con malattia infiammatoria intestinale trattati con dosi elevate di prednisone o altri corticosteroidi durante il primo anno di malattia, hanno una probabilità tre volte più elevata di essere sottoposti a chirurgia resettiva rispetto a chi[...]

Pancreatite acuta, rischio ridotto grazie alla Simvastatina

Esordisce sempre in forma acuta ma è una patologia che se non curata adeguatamente può portare a conseguenze gravissime fino al decesso del soggetto. Parliamo della pancreatite acuta: un recente studio pubblicato sulla rivista Gut, ha evidenziato che[...]

Obesità, calo di peso quasi del 10% con liraglutide dopo un anno di terapia

In occasione del congresso annuale dell'American Association of Clinical Endocrinologists, a Las Vegas, la danese Novo Nordisk ha presentato i risultati del suo studio di fase IIIa SCALE ™ Obesity and Pre-diabetes, in cui il trattamento con liragluti[...]

Etrolizumab, efficace nella colite ulcerosa ma non sempre

I pazienti con colite ulcerosa da moderata a grave trattati con l'anticorpo monoclonale etrolizumab raggiungono la remissione clinica con una frequenza più alta dei pazienti trattati con placebo. Questo risultato deriva da uno studio clinico di fase [...]

RM-131, nuovo agonista della grelina, promettente contro la gastroparesi diabetica

L'agonista della grelina sperimentale RM-131 ha migliorato in modo significativo lo svuotamento gastrico e il vomito nei pazienti con gastroparesi diabetica in uno studio randomizzato, controllato e in doppio cieco di fase II presentato durante i lav[...]

SIMIT, debellare l'epatite C costerà 50 miliardi di euro, efficacia dei farmaci fino al 95%

Nuovi farmaci, ingenti costi e importanti risultati per combattere definitivamente l'epatite C: se ne è parlato a conclusione del 1° Congresso Internazionale ICE, Insieme Contro l'Epatite, “Epatiti Virali tra presente e futuro”, a Milano, organizzat[...]

C. difficile, in Europa ogni anno non diagnosticate oltre 39mila infezioni

I dati finali dello studio EUCLID, il più grande studio mai realizzato sulla prevalenza dell'infezione da Clostridium difficile (CDI) in tutta Europa, sono stati presentati oggi al 24° Congresso Europeo di Microbiologia Clinica e Malattie Infettive ([...]

Epatite C, con la tripletta di AbbVie, risultati vincenti anche dallo studio Pearl-IV

La combinazione antivirale completamente orale di AbbVie, ritonavir/ABT-450 con ombitasvir e dasabuvir, insieme alla ribavirina ha portato al raggiungimento della risposta virologica sostenuta (Svr) nel 97% dei pazienti con il tipo più comune di epat[...]

Sindrome epatorenale di tipo 1 associata a sepsi: terlipressina e albumina, efficaci e sicure

Il trattamento precoce con terlipressina e albumina in pazienti con sindrome epatorenale di tipo 1 associata a sepsi è efficace e sicuro. I pazienti con associato scompenso epatico acuto e cronico non sempre rispondono al trattamento. E' quanto ripor[...]

Epatite C: anche nei bambini risposta virologica mantenuta nel lungo periodo

I bambini con epatite C cronica riescono a raggiungere una risposta virologica sostenuta grazie alla terapia con interferone pegilato e ribavirina e la mantengono durante un lungo periodo di follow – up. E' quanto è stato presentato al Digestive Dise[...]

Lazarotide promettente contro la celiachia

Un nuovo farmaco progettato per il trattamento della malattia celiaca ha ridotto sia i sintomi gastrointestinali (GI) sia quelli non GI nelle persone inavvertitamente esposte al glutine in uno studio randomizzato e controllato con placebo, presentato[...]

Malattia del fegato grasso, mortalità più elevata nei soggetti magri

Le persone magre con steatosi epatica non alcolica (Non Alcoholic Fatty Liver Disease,, NAFLD) hanno il doppio di mortalità rispetto a soggetti con lo stesso disturbo ma in sovrappeso o decisamente obesi. Tale eclatante risultato è stato dimostrato [...]

Eradicazione di H. pylori: vince la nuova terapia quadrupla senza bismuto

La terapia quadrupla ottimizzata senza bismuto garantisce tassi di guarigione di oltre il 90 %, significativamente più alti rispetto ai tassi di guarigione osservati con l'utilizzo di una terapia tripla ottimizzata in pazienti con Helicobacter pylor[...]

Malattia di Crohn, tassi di remissione elevati con certolizumab pegol anche a lungo termine

UCB ha annunciato oggi i risultati a 7 anni dell'estensione in aperto dello studio PRECiSE 3 su certolizumab pegol ), il più lungo trial su un farmaco anti-TNF che abbia valutato la sicurezza a lungo termine della terapia con il biologico, oltre che [...]

Bambini autistici soffrono di più di problemi gastrointestinali

I bambini con disturbo dello spettro autistico hanno una probabilità quattro volte più alta di sperimentare problemi gastrointestinali rispetto ai coetanei e sono tre volte più inclini a sperimentare stipsi e diarrea oltre a lamentare due volte di p[...]

Grasso epatico? Attenzione al rischio di problemi cardiovascolari e diabete

La malattia del fegato grasso o “steatosi epatica non alcolica” è un fattore di rischio indipendente per lo sviluppo di malattie cardiovascolari e diabete mellito. Queste associazioni sono state confermate in due studi presentati di recente a Londra [...]

Cura dell'epatite C, con sofosbuvir anche il genotipo 4 è messo ko

Il sofosbuvir somministrato insieme alla ribavirina rappresenta un regime di trattamento semplice, efficace, ben tollerato e non ultimo senza interferone per il trattamento dell'epatite C cronica di genotipo 4. Questi risultati sono stati presentati[...]

Hcv genotipo 4, altissime percentuali di guarigione con simeprevir

Il simeprevir alla dose di 150 mg una volta al giorno per 12 settimane è efficace nel trattamento dell'epatite C di genotipo 4. Tale molecola va somministrata insieme all'interferone pegilato ed alla ribavirina e risulta anche ben tollerato dai pazie[...]

L'unione fa la forza, sofosbuvir/ledipasvir efficaci ontro l'epatite C di genotipo 1

Il regime terapeutico di combinazione tra il sofosbuvir e il ledipasvir, con o senza ribavirina, si è dimostrato altamente efficace con risposte virologiche sostenute oltre il 93% anche in pazienti con epatite C di genotipo 1.