Gastroenterologia

VIDEO

"Aspettando Crohn. L'agenda impossibile", parlare di Crohn ai giovani con un video dei "The Pills"


Epatite C, efficacia e sicurezza di glecaprevir-pibrentasvir in un ampio studio italiano di real life


Popolazioni speciali con epatite C, i progetti della regione Campania


Pazienti con Crohn e colite ulcerosa, il valore di finanziare la ricerca indipendente e riallineare le scelte di politica sanitaria


Fondazione AMICI Italia onlus, primo obiettivo studiare i meccanismi patogenetici alla base della fibrosi nelle IBD


La ricerca su Crohn e colite ulcerosa promossa dalla Fondazione AMICI Italia onlus


Fondazione AMICI Italia onlus, come nasce e cosa si propone


La prima borsa di ricerca assegnata dalla Fondazione AMICI Italia onlus


IG-IBD e Fondazione AMICI Italia onlus, collaborare per una migliore gestione della malattia


Obiettivi e mission della Fondazione AMICI Italia onlus


Che cos'è la sindrome dell'intestino corto?


Sindrome intestino corto: principali criticità e progetto Atlas per favorire uniformità cure


Sindrome intestino corto in età pediatrica: cos'è, come riconoscerla e possibilità di cura


Sindrome intestino corto: come si cura e novità terapeutiche


Pazienti con intestino corto: conosciamo da vicino l'associazione "Un filo perla vita"


Intestino corto: al via il progetto europeo Atlas per accesso e uniformità delle cure


HCV: come identificare e trattare i pazienti più difficili?


Trattamento dell'epatite C, importanza delle caratteristiche del paziente e del genotipo virale


HCV: efficacia, sicurezza e vantaggi delle "short therapy"


Cellule staminali, impatto sulla qualità di vita del paziente con malattie infiammatorie croniche intestinali


Cellule staminali mesenchimali, innovazione nel campo delle malattie infiammatorie croniche intestinali


Fistole perianali nella malattia di Crohn, come gestirle?


ARTICOLI

Epatite C, nei pazienti in terapia tripla ribavirina once daily è ok

In un gruppo di pazienti con epatite C sottoposti alla triplice terapia con interferone, ribavirina e telaprevir oppure boceprevir, l'assunzione di ribavirina una sola volta al giorno non ha aumentato gli effetti avversi gastrointestinali e la maggio[...]

Simeprevir più terapia standard aumenta la percentuale di cura nei pazienti con HCV e HIV

L'aggiunta del nuovo inibitore della proteasi dell'HCV simeprevir a interferone pegilato e ribavirina ha permesso di ottenere percentuali di cura del 75% in un gruppo di pazienti con infezione sia da HIV sia da HCV. I nuovi e incoraggianti dati sono [...]

Epatite C, telaprevir più terapia standard migliora le cura nei sieropositivi

L'aggiunta di telaprevir alla terapia standard anti-epatite C con interferone pegilato e ribavirina accorcia la durata del trattamento e aumenta la probabilità di arrivare alla soppressione virale negli uomini sieropositivi all'HIV e con infezione ac[...]

Epatite C, simeprevir più sofosbuvir promettente nei non responder all'interferone

Un nuovo regime inteferon-free - la combinazione di simeprevir più sofosbuvir, con o senza ribavirina - ha portato rapidamente alla soppressione virale la maggior parte dei pazienti dello studio COSMOS, un campione formato da soggetti con infezione d[...]

Epatite C, al via studio di fase II su nuova combinazione “interferon free” di Boehringer Ingelheim

Boehringer Ingelheim ha firmato un accordo di collaborazione con l'azienda americana Presidio Pharmaceuticals per la conduzione di uno studio di fase IIa che valuterà l'efficacia della combinazione dell'inibitore della proteasi faldaprevir e l'inibit[...]

Epatite C, ledipasvir/sofosbuvir/ribavirina cura il 100% dei pazienti con HCV di genotipo 1

Un regime interferon-free contenente ledipasvir sofosbuvir e ribavirina ha portato a una risposta virologica sostenuta dopo 12 settimane di terapia nel 100% dei pazienti con epatite C cronica di genotipo 1 sia naive al trattamento sia non responder a[...]

Epatite C, due regimi interferon free efficaci nei pazienti naïve

Due regimi orali anti-epatite C interferon-free sono risultati ben tollerati e hanno portato a percentuali di cura del 95% in un gruppo di pazienti naïve con infezione da HCV di genotipo-1 in uno studio appena presentato alla Conference on Retrovirus[...]

Conferme in Fase III per faldaprevir su pazienti con HIV e HCV

Presentati ieri ad Atlanta alla Conference on Retroviruses and Opportunistic Infections i risultati preliminari dello studio STARTVerso4 che dimostrano come l'80% dei pazienti co-infetti da epatite C e da HIV trattati con faldaprevir, in associazione[...]

Epatite C, altra conferma per sofosbuvir nei non responder con genotipo 2 e 3

Altro colpo a segno per Gilead Sciences. L'azienda americana ha reso noto che l‘anti epatite C sperimentale sofosbuvir ha raggiunto l'end point primario in un nuovo studio, denominato FUSION, che testava il farmaco in pazienti con epataite C di geno[...]

Crohn, 50% non responder al primo ciclo di anti-TNF-alfa ottiene remissione con secondo ciclo

Il 50% dei pazienti che non rispondono o che ottengono una risposta parziale al primo ciclo di terapia con anti-TNF-alfa raggiunge la remissione con un nuovo ciclo di trattamento con gli stessi farmaci. Lo dimostra uno studio presentato all'8th Congr[...]

Crohn, secondo ciclo terapia con adalimumab efficace dopo ricadute iniziali

Un secondo ciclo di terapia con adalimumab aumenta il tasso di risposta e di remissione in un'elevata percentuale di pazienti con malattia di Crohn che non avevano risposto alla terapia iniziale. Lo dimostra uno studio presentato al 8th Congress of t[...]

Colite ulcerosa: tacrolimus, ciclosporina e infliximab ugualmente efficaci come terapia di salvataggio nel breve termine

Un'analisi del Swiss IBD cohort study mostra che tacrolimus, ciclosporina o infliximab sono tutti ugualmente efficaci come terapia di salvataggio a breve termine nei pazienti con colite ulcerosa (CU) di gravità medio-alta, refrattari agli steroidi; t[...]

Colite ulcerosa, mesalazina in supposte efficace in tutti i tipi di infiammazione del colon

La formulazione in supposte di mesalazina può indurre la remissione endoscopica e clinica nei pazienti con colite ulcerosa e infiammazione in varie sezioni del colon. Lo dimostra uno studio presentato a Vienna, all'8th Congress of the European Crohn'[...]

Colite ulcerosa, da Vienna nuovi dati confermano l'efficacia di adalimumab

I risultati di due analisi separate dei dati degli studi ULTRA 1 e 2, presentati all'European Crohn's and Colitis Organisation (ECCO) 8th Annual Congress in corso a Vienna, confermano l'efficacia dell'anticorpo monoclonale anti-TNF adalimumab nei paz[...]

Epatite C, positivi due studi di fase III con sofosbuvir (Gilead)

Gilead ha annunciato i risultati topline di due studi di fase III che hanno valutato a 12 settimane l'efficacia di un regime con sofosbuvir in associazione con ribavirina (studio FISSION) e, in combinazione con ribavirina e interferone pegilato (stu[...]

Epatite C, monoterapia con interferone da evitare nel ritrattamento

Quando i pazienti con epatite C e malattie croniche del fegato hanno una ricaduta o non rispondono al trattamento iniziale, la monoterapia con interferone potrebbe non essere una buona idea. Infatti, adottando quest'approccio possono aumentare il ris[...]

Stipsi, per gli anziani meglio i lassativi osmotici

Tra i lassativi, alcuni trattamenti sono più efficaci di altri per combattere la stitichezza nei pazienti anziani e i migliori sembrano essere i lassativi osmotici, stando ai risultati di una nuova review appena pubblicata sul Canadian Medical Associ[...]

Epatite C, combinazione di telaprevir e VX-222 più ribavirina efficace nei pazienti naive

Una terapia tutta orale costituita da telaprevir, VX-222 e ribavirina per 12 settimane è stata generalmente ben tollerata e ha portato a ottenere una risposta virologica sostenuta (SVR) nel 70% circa dei pazienti con epatite C cronica, non trattati i[...]

PPI test, conferme di scarsa utilità nella MRGE

Il PPI test, cioè l'inibizione empirica della secrezione acida con un breve ciclo di terapia con inibitori di pompa protonica (PPI), ampiamente utilizzato come strumento diagnostico per la malattia da reflusso gastroesofageo (MRGE) per via della sua [...]

Chemioterapia in caso di linfoma, meno probabilità di epatite B con entecavir

Tra i pazienti con linfoma che stanno subendo un certo tipo di chemioterapia, ricevere un trattamento con l’antivirale entecavir determina una minore incidenza del virus dell'epatite B (HBV) e della riattivazione dello stesso, rispetto all’antivirale[...]