Gastroenterologia

VIDEO

Che cos'è la sindrome dell'intestino corto?


Sindrome intestino corto: principali criticità e progetto Atlas per favorire uniformità cure


Sindrome intestino corto in età pediatrica: cos'è, come riconoscerla e possibilità di cura


Sindrome intestino corto: come si cura e novità terapeutiche


Pazienti con intestino corto: conosciamo da vicino l'associazione "Un filo perla vita"


Intestino corto: al via il progetto europeo Atlas per accesso e uniformità delle cure


HCV: come identificare e trattare i pazienti più difficili?


Trattamento dell'epatite C, importanza delle caratteristiche del paziente e del genotipo virale


HCV: efficacia, sicurezza e vantaggi delle "short therapy"


Cellule staminali, impatto sulla qualità di vita del paziente con malattie infiammatorie croniche intestinali


Cellule staminali mesenchimali, innovazione nel campo delle malattie infiammatorie croniche intestinali


Fistole perianali nella malattia di Crohn, come gestirle?


Malattia di Crohn, quando usare vedolizumab


Studi real life, importanza nel campo delle malattie infiammatorie croniche intestinali


Parametri endoscopici e loro interpretazione nella valutazione degli studi clinici per Crohn e colite ulcerosa


Efficacia di adalimumab nella colite ulcerosa, i dati da un’analisi IG-IBD


Quanto si vaccinano i pazienti con malattie infiammatorie croniche intestinali? I dati da un'indagine IG-IBD


Campanelli di allarme nelle malattie infiammatorie croniche intestinali


Etrolizumab, efficacia della doppia inibizione delle integrine


Epatite C nella real life, ottimi risultati con glecaprevir/pibrentasvir


Le short therapy per l’HCV, per quali pazienti?


Epatite C, adesso si può trattare in fretta e bene: Chi sa di avere il virus non aspetti


ARTICOLI

Fegato grasso e insulino resistenza, quanto incide il consumo di carne rossa e il metodo di cottura?

L'alto consumo di carne rossa e carne lavorata è correlato con un aumento del rischio di steatosi epatica non alcolica e di insulino-resistenza. E’ quanto evidenziato in un recente articolo pubblicato sul Journal of Hepatology. Inoltre, i ricercatori[...]

Steatosi epatica non alcolica, empaglifozin riduce il grasso epatico nei pazienti diabetici

La riduzione del grasso epatico è un punto fondamentale nella gestione dei pazienti con steatosi epatica non alcolica (NAFLD), conosciuta anche come malattia del fegato grasso. Un studio recentemente pubblicato è evidenziato che empagliflozin, un ini[...]

Colite ulcerosa, remissione clinica e miglioramento endoscopico grazie a nuovo modulatore del recettore S1P

Etrasimod, modulatore del recettore della sfingosina 1-fosfato (S1P) in fase II di sperimentazione per il trattamento di pazienti con colite ulcerosa, si è mostrato efficace nel far raggiungere la remissione clinica ai pazienti e nel determinare un s[...]

Colite ulcerosa, efficacia (senza anticorpi anti-farmaco) per il primo anti-TNF orale

Un nuovo farmaco anti-TNF alfa attivo in forma orale, studiato per sostituire gli anti-TNF iniettabili, ha raggiunto i principali endpoint di efficacia in un piccolo studio di Fase II condotto in pazienti con colite ulcerosa. La terapia sperimentale,[...]

Small molecules, cosa sappiamo nelle IBD?

Sono farmaci che usiamo da decenni, soprattutto per altre malattie croniche infiammatorie, ma nell'ultimo periodo sono aumentati gli studi sul loro utilizzo nelle malattie infiammatorie croniche intestinali (IBD). Laurent Peyrin-Biroulet del Nancy Un[...]

Colite ulcerosa, efficacia (senza anticorpi anti-farmaco) per il primo anti-TNF orale

Un nuovo farmaco anti-TNF alfa attivo in forma orale, studiato per sostituire gli anti-TNF iniettabili, ha raggiunto i principali endpoint di efficacia in un piccolo studio di Fase II in pazienti con colite ulcerosa. La nuova terapia sperimentale, ch[...]

Perdita di risposta al trattamento nei pazienti con Crohn, la terapia con ustekinumab riporta i pazienti in remissione

Nei pazienti che perdono la risposta al trattamento con ustekinumab, la reinduzione con lo stesso farmaco in pazienti con malattia di Crohn attiva è efficace nel riportare i pazienti in remissione. E’ quanto evidenziato a Vienna durante il congresso [...]

Epatite C: adesso si cura in sole 8 settimane

Da Siena sono partite una serie di iniziative promosse da specialisti, epatologi e infettivologi, per la nuova sfida della ricerca scientifica: eradicare l'epatite C in sole otto settimane. Questo è possibile con un nuovo farmaco a base di compresse [...]

Crohn e colite ulcerosa, se medico-paziente collaborano i costi calano del 20 per cento

Presentato oggi, presso la Sala Nassiria del Senato della Repubblica, su iniziativa della Senatrice Manuela Granaiola il progetto Amici WE Care, in collaborazione con l'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, volta a definire la qualità di cu[...]

Colite ulcerosa pediatrica, linee guida aggiornate presentate al 13° congresso ECCO

In una relazione al 13° congresso europeo della ECCO, Dan Turner, del Shaare Zedek Medical Center, a Gerusalemme, Israele, ha presentato le nuove linee guida per la colite ulcerosa pediatrica, che saranno presto pubblicate sul Journal of Pediatric Ga[...]

Upadacitinib, efficacia sul Crohn gia dalle prime settimane di terapia

Il trattamento con upadacitinib e’ associato a sostanziali miglioramenti precoci nei sintomi clinici e nei biomarkers dell’infiammazione in pazienti refrattari con varie gravita’ di malattia di Crohn. E’ quanto mostrato dai risultati dello studio di [...]

Importanza del treat to target nelle IBD: gli step per raggiungere gli obiettivi terapeutici

Quali sono le principali barriere al treat to target nella malattia di Crohn? E’ con questa domanda che si è aperto un interessante simposio all’interno del 13 congresso ECCO di Vienna. Oltre le barriere alla terapia per obiettivi, il simposio è stat[...]

Malattia di Crohn, sicurezza a lungo termine dell'anticorpo monoclonale anti-MAdCAM SHP647

L'anticorpo monoclonale SHP647, in sviluppo per le malattie infiammatorie croniche intestinali, è stato ben tollerato e ha mostrato un profilo di sicurezza simile a quello degli studi precedenti, come ha evidenziato nella sua relazione al 13° congres[...]

Malattie infiammatorie croniche intestinali: farmaci attuali sicuri anche in bambini e anziani?

I farmaci attualmente utilizzati per trattare le malattie infiammatorie croniche intestinali (IBD) sono sicuri nelle popolazione pediatrica e negli anziani? Queste molecole possono essere utilizzate come negli adulti o sono necessari particolari acco[...]

Medicine innovative nelle malattie infiammatorie croniche intestinali, la fotografia dell'EFCCA

"Mapping of innovative medicine" è una vera e propria fotografia che dipinge lo stato dell'arte dell'accessibilità e della disponibilità di farmaci innovativi, biologici e biosimilari, nelle malattie croniche infiammatorie intestinali in 31 Paesi in [...]

Colite ulcerosa, tofacitinib migliora i sintomi e recupera la risposta clinica. I dati dal programma OCTAVE

I pazienti con colite ulcerosa di grado moderato-grave in trattamento con tofacitinib, un inibitore orale della Janus chinasi (JAK), hanno raggiunto un miglioramento dei sintomi dopo 3 giorni, hanno recuperato la risposta clinica persa aumentando il [...]

IBD e IBS, il microbioma intestinale può aiutare la diagnosi in presenza di quadri sintomatici molto simili

L’analisi dei batteri intestinali e la determinazione delle differenze nei microbioma nei pazienti con malattie infiammatorie intestinali (IBD) e sindrome del colon irritabile (IBS), potrebbe costituire un’alternativa diagnostica e indirizzare il tra[...]

Malattia infiammatorie croniche intestinali, parliamo di sicurezza delle terapie

La sicurezza dei nuovi farmaci per il trattamento delle malattie infiammatorie croniche intestinali (IBD, colite ulcerosa e malattia di Crohn), è stata al centro di una interessante lettura al 13° congresso europeo della ECCO, ad opera di Miguel Regu[...]

Ozanimod nella colite ulcerosa: remissione clinica, endoscopica e istologica mantenuta fino a 32 settimane

Il modulatore selettivo del recettore della sfingosina 1-fosfato 1 (S1PR1) e 5-fosfato (S1PR5) attivo per via orale, ozanimod, è risultato efficace nell'indurre la remissione clinica, endoscopica ed istologica alla settimana 32 in pazienti con colite[...]

Filgotinib, efficacia precoce dimostrata da nuove analisi dello studio Fitzroy

Analisi post hoc dello studio Fitzroy presentate a Vienna la scorsa settimana durante la 13^ edizione del congresso ECCO hanno evidenziato che il trattamento con filgotinib ha portato ad un alleviamento precoce dell'infiammazione sistemica e della mu[...]