Gastroenterologia

VIDEO

Epatite C, adesso si può trattare in fretta e bene: Chi sa di avere il virus non aspetti


I pazienti con epatite C non ancora diagnosticati: chi sono e come fare per raggiungerli


Epatite C: sofosbuvur/ledipasvir efficacia anche nei soggetti dializzati e pediatrici


Colangite sclerosante primitiva: che cos'è, come riconoscerla precocemente, novità in terapia


Epatite delta: che cos'è, come si cura e novità in terapia


Epatite C: glecaprevir/pibrentasvir nella vita reale effiace dopo 8 settimane su tutti i genotipi


NASH, i nuovi dati sul selonsertib presentati al congresso americano sulle malattie del fegato


Fegato grasso e steatoepatite non alcolica: fattori di rischio, diagnosi ed evoluzione


Eliminazione dell'epatite C, deve essere una delle priorità nazionali


Eradicazione dell'epatite C, i punti critici da affrontare


Steatosi epatica e steatoepatite non alcolica: dieta, attività fisica e future terapie


Steatoepatite non alcolica, su cosa sta investendo la ricerca di una grande azienda


Dalla diagnosi alla terapia, gli ultimi progressi in campo epatologico


Epatite B, quanto dobbiamo ancora aspettare per eliminare il virus?


Aumento dell’epatite C negli adolescenti, quali terapie abbiamo a disposizione?


HCV, le strategie terapeutiche per i pazienti che iniettano droghe


Malattia di Wilson, diagnosticare precocemente per evitare le complicanze neurologiche ed epatiche


Epatite C, la semplificazione della terapia con i DAA e nuovi test diagnostici poco invasivi


Infezione da epatite C in carcere: quanto è grave il problema?


Epatite C nel sistema carcerario: attività della SIMPSE per favorire l'eradicazione dell'infezione


Epatite C negli istituti di pena, esperienza della Lombardia nella lotta all’infezione


Carceri senza epatite C, a Opera (Milano) si è molto vicini all'obiettivo


ARTICOLI

Colite Ulcerosa, 150mila malati in Italia, 7mila nuovi casi ogni anno

La colite ulcerosa è una malattia infiammatoria cronica che si limita al colon, a differenza del malattia di Crohn che può colpire anche l'intestino o lo stomaco. In Italia interessa almeno 100mila pazienti; ma la metodologia statistica usata per que[...]

Coinfezione HCV/HIV, con ledipasvir/sofosbuvir bastano 8 settimane per guarire

Bastano 8 settimane per curare l'epatite C, di genotipo 1 o 4, in soggetti coinfetti HIV-HCV. E' quanto mostrato dai risultati dello studio SWIFT-C, in cui è stata utilizzata la combinazione di sofosbuvir/ledipasvir. Questi dati sono stati presentati[...]

Malattie infiammatorie intestinali, un caso su 4 durante la gravidanza. Ci sono rischi, ma la terapia salva la vita anche al feto

La Colite Ulcerosa (CU) e la malattia di Crohn (MdC) sono patologie croniche intestinali caratterizzate da un’alternanza di differenti fasi (remissione: malattia non attiva e recidiva: malattia attiva). Queste malattie intestinali necessitano in modo[...]

VIII Congresso IG-IBD -Malattia di Crohn, una diagnosi su 5 riguarda under 18

In Italia l'incidenza delle malattie infiammatorie croniche dell'intestino (IBD, inflammatory bowel disease) è medio-alta e si è assistito ad un ulteriore incremento della loro incidenza, anche nei nuovi Paesi sviluppati. Un campo di ricerca, quello [...]

Malattie infiammatorie croniche intestinali: Position paper intersocietario per l'utilizzo della videocapsula

Un position paper, stilato da un gruppo di nove esperti, nominati dalle maggiori società gastroenterologiche italiane (IG-IBD, SIED, SIGE, AIGO), per il corretto utilizzo dell’endoscopia capsulare nelle malattie infiammatorie croniche dell’intestino [...]

Trapianto di microbiota fecale in pazienti con C. difficile, meglio le capsule o la somministrazione tramite colonoscopia?

Nuovi risultati di recenti ricerche pubblicate su JAMA suggeriscono che il trapianto di microbiota fecale tramite capsule orali non è inferiore al trapianto di microbiota fecale (FMT) tramite colonscopia nella prevenzione di infezioni ricorrenti da C[...]

Celiachia sottodiagnosticata, tutta colpa delle manifestazioni inusuali extra-intestinali

La celiachia è associata a una vasta gamma di condizioni mediche, tra cui malattie del fegato, glossite, pancreatite, sindrome di Down e autismo, secondo uno studio che ha analizzato un database di oltre 35 milioni di persone e presentato al Congress[...]

Epatite C Zero: una web serie in giro per l'Italia per raccontare il valore della prevenzione

Un viaggio con un inizio e, anche questa è una buona notizia, con un finale positivo nella maggior parte dei casi. Un viaggio che ogni paziente affronta in modo diverso, con la sua storia, le sue speranze, le sue esigenze specifiche. È questo il filo[...]

Epatite C, pazienti curati oltre quota 100mila. Il Piano eradicazione funziona

Fare il punto sullo stato dell'arte del Piano di Eradicazione e stimolare un dibattito su criticità e best practice, rispondendo anche alle domande dei soggetti coinvolti: pazienti, medici, istituzioni locali. Questi gli obiettivi dell'Evento “AIFA e[...]

Eliminazione dell'epatite C e aumento della massa muscolare scheletrica, c'è un collegamento?

La massa muscolare scheletrica è aumentata significativamente tra i pazienti con epatite C e bassa massa muscolare scheletrica dopo aver raggiunto una risposta virologica sostenuta con terapia antivirale ad azione diretta (DAA). Questo è quanto mostr[...]

Un cortometraggio per sensibilizzare sulla Malattia di Crohn firmato dai “The Pills”

Presentata oggi a Milano la campagna di sensibilizzazione “Aspettando Crohn. L'agenda impossibile” promossa da Janssen Italia insieme all'Associazione Pazienti A.M.I.C.I. Onlus e alla Società Scientifica IG-IBD (Italian Group for the study of Inflamm[...]

Temi caldi dell' VIII congresso IG-IBD: diagnosi del Crohn ancora tardiva e nuovi farmaci in arrivo

In Italia l'incidenza delle malattie infiammatorie croniche dell'intestino (IBD, inflammatory bowel disease) è medio-alta e si è assistito ad un ulteriore incremento della loro incidenza, anche nei nuovi Paesi sviluppati. Un campo di ricerca, quello [...]

Steatosi epatica non alcolica, aumenta il rischio di alcuni tumori

La steatosi epatica non alcolica (NAFLD) è associata al carcinoma epatocellulare (HCC) sia in uomini che donne, al carcinoma del colon-retto negli uomini e al cancro al seno nelle donne, secondo quanto pubblicato di recente su Journal of Hepatology.

Malattia di Crohn, quanto impatta la disbiosi intestinale sulla gravità della malattia?

Il disequilibrio del microbiota intestinale continua ad essere al centro di vari problemi di salute. In questo caso, ricercatori dell'Università della Pennsylvania in un lavoro pubblicato sulla rivista Science Translational Medicine, hanno evidenziat[...]

Coinfezione HCV-HIV, stessa percentuale di guarigione dei monoinfetti grazie ai DAA

L'uso di terapie antivirali ad azione diretta (DAA) ha dimostrato elevati tassi di risposta virologica sostenuta per l'infezione da virus dell'epatite C in soggetti con infezione da HIV paragonabili ai tassi ottenuti nei pazienti mono-infetti da HCV.[...]

Epatite virale, nel mondo ne sono affetti 52 milioni di bambini. Eradicazione possibile solo se partiamo da loro

Durante il World Hepatitis Summit 2017 che si è tenuto a São Paulo, in Brasile sono stati presentati dei dati che rivelano la vastità del problema epatite (soprattutto B e C) nel mondo pediatrico. Basti pensare che, in tutto il mondo, 52 milioni di b[...]

Malattia di Crohn: dimostrata l'efficacia e la costo-efficacia dell'approccio ‘Tight Control' con adalimumab

Pubblicati su The Lancet i risultati completi dello studio di Fase 3 CALM di valutazione della strategia ‘tight control' che conferma i vantaggi di uno stretto monitoraggio clinico e di laboratorio dell'attività di malattia in base a cui modificare i[...]

Malattia di Crohn attiva, conferme per ustekinumab dal congresso europeo

Al 25° congresso United European Gastroenterology Week di Barcellona sono stati presentati nuovi dati dallo studio UNITI-1 che ha valutato il miglioramento dei sintomi in pazienti con malattia di Crohn nelle prime 2 settimane dopo infusione endovenos[...]

PPI, fondamentali contro l' H. pylori ma attenzione all'aumentato rischio di cancro gastrico

L'uso a lungo termine degli inibitori della pompa protonica (PPI) potrebbe aumentare il rischio di cancro gastrico, raddoppiandolo in pazienti trattati efficacemente per l'infezione da Helicobacter pylori. Questo è quanto evidenziato dai risultati di[...]

Negli over 60, eradicare l'Helicobacter riduce del 22 per cento il rischio di cancro gastrico

Trattare l'infezione gastrica da Helicobacter pylori potrebbe portare a una marcata riduzione del rischio di cancro allo stomaco - in particolare negli anziani - secondo i risultati di uno studio presentato alla 25a settimana UEG di Barcellona. Quest[...]