Gastroenterologia

VIDEO

Un video ironico dei The Pills per parlare di Crohn ai più giovani


Malattia di Crohn: come si scopre di averla?


Givosiran, riduzione delle crisi e migliore qualità di vita dei pazienti con porfiria epatica acuta


Glecaprevir/pibrentasvir, guarigione completa dall'HCV. I dati da un ampio studio di pratica clinica


Cura dell'epatite C, elevata sicurezza con elbasvir/grazoprevir anche in pazienti con comorbidità


Epatite B, sicurezza dello switch da tenofovir difumarato a tenofovir alafenamide


Steatoepatite non alcolica, dati incoraggianti di fase III per l'acido obeticolico


HCV, ci sono fattori che influiscono sull'efficacia di sofosbuvir/velpatasvir in pratica clinica?


Porfiria epatica acuta, cos'è e come si manifesta


Epatite C, i progetti della regione Piemonte per scovare il sommerso


Porfiria epatica acuta, come funziona givosiran?


"Aspettando Crohn. L'agenda impossibile", parlare di Crohn ai giovani con un video dei "The Pills"


Epatite C, efficacia e sicurezza di glecaprevir-pibrentasvir in un ampio studio italiano di real life


Popolazioni speciali con epatite C, i progetti della regione Campania


Pazienti con Crohn e colite ulcerosa, il valore di finanziare la ricerca indipendente e riallineare le scelte di politica sanitaria


Fondazione AMICI Italia onlus, primo obiettivo studiare i meccanismi patogenetici alla base della fibrosi nelle IBD


La ricerca su Crohn e colite ulcerosa promossa dalla Fondazione AMICI Italia onlus


Fondazione AMICI Italia onlus, come nasce e cosa si propone


La prima borsa di ricerca assegnata dalla Fondazione AMICI Italia onlus


IG-IBD e Fondazione AMICI Italia onlus, collaborare per una migliore gestione della malattia


Obiettivi e mission della Fondazione AMICI Italia onlus


Che cos'è la sindrome dell'intestino corto?


ARTICOLI

IBD e IBS, il microbioma intestinale può aiutare la diagnosi in presenza di quadri sintomatici molto simili

L’analisi dei batteri intestinali e la determinazione delle differenze nei microbioma nei pazienti con malattie infiammatorie intestinali (IBD) e sindrome del colon irritabile (IBS), potrebbe costituire un’alternativa diagnostica e indirizzare il tra[...]

Malattia infiammatorie croniche intestinali, parliamo di sicurezza delle terapie

La sicurezza dei nuovi farmaci per il trattamento delle malattie infiammatorie croniche intestinali (IBD, colite ulcerosa e malattia di Crohn), è stata al centro di una interessante lettura al 13° congresso europeo della ECCO, ad opera di Miguel Regu[...]

Ozanimod nella colite ulcerosa: remissione clinica, endoscopica e istologica mantenuta fino a 32 settimane

Il modulatore selettivo del recettore della sfingosina 1-fosfato 1 (S1PR1) e 5-fosfato (S1PR5) attivo per via orale, ozanimod, è risultato efficace nell'indurre la remissione clinica, endoscopica ed istologica alla settimana 32 in pazienti con colite[...]

Filgotinib, efficacia precoce dimostrata da nuove analisi dello studio Fitzroy

Analisi post hoc dello studio Fitzroy presentate a Vienna la scorsa settimana durante la 13^ edizione del congresso ECCO hanno evidenziato che il trattamento con filgotinib ha portato ad un alleviamento precoce dell'infiammazione sistemica e della mu[...]

Fistole perianali nella malattia di Crohn, remissione prolungata con l'utilizzo di staminali mesenchimali Cx601

I pazienti con fistole perianali dovute alla malattia di Crohn (CD), trattati con le cellule staminali mesenchimali, Cx601, necessitano di un tempo più breve per raggiungere la remissione clinica e mostrano una durata maggiore della remissione rispet[...]

Crohn, quando iniziare il trattamento? Nuovi dati dal congresso ECCO

Servono terapie appropriate, al tempo opportuno e nel giusto paziente. Inoltre, il miglior momento per intervenire nel trattare i pazienti con malattia di Crohn con farmaci biologici è la finestra tra la diagnosi e la malattia iniziale; dopo questa f[...]

Malattie infiammatorie croniche intestinali, possiamo diagnosticarle in fase pre-sintomatica?

Le malattie infiammatorie croniche intestinali (IBD) sono sempre più frequenti nel mondo anche nei paesi in via di sviluppo dove c'è stato un incremento di nuovi casi. Alcuni recenti studi hanno analizzato le fasi precoci della malattia e sono stati [...]

Sindrome dell'intestino corto, la ricerca fa ben sperare

L'insufficienza intestinale cronica benigna è una condizione rara, non molto conosciuta, causata dalla riduzione della funzionalità intestinale che determinano problemi di assorbimento di macronutrienti, acqua ed elettroliti. La patologia che più fre[...]

Crohn, con vedolizumab elevata guarigione della mucosa dopo 26 settimane di trattamento. Studio VERSIFY

Lo studio VERSIFY, i cui dati sono stati presentati da Vienna in occasione della 13^ edizione del congresso ECCO, mostra come vedolizumab sia efficace e sicuro nel permettere il raggiungimento della remissione endoscopica e della guarigione mucosale [...]

Colite ulcerosa, apremilast efficace e sicuro nell'indurre la remissione clinica ed endoscopica

Il trattamento con apremilast è efficace e sicuro nell'indurre miglioramenti clinici ed endoscopici in pazienti con colite ulcerosa attiva che avevano fallito almeno una terapia convenzionale ma erano naïve alla terapia biologica. E' quanto evidenzia[...]

Biosimilare di infliximab, efficacia e sicurezza paragonabile ad infliximab e adalimumab. I dati dal congresso ECCO di Vienna

Sono stati presentati al 13° Congresso della European Crohn's and Colitis Organisation (ECCO) i dati di uno studio di 12 mesi sulla terapia anti TNF personalizzata nella malattia di Crohn (PANTS). I risultati indicano che l'efficacia clinica, la sicu[...]

Pubblicate le nuove linee guida per il trattamento precoce della pancreatite acuta

Le nuove linee guida di pratica clinica dell’American Gastroenterological Association, pubblicate su Gastroenterology, forniscono raccomandazioni aggiornate sul trattamento precoce della pancreatite acuta.

Infezioni da C. difficile, nelle nuove linee guida cambiano terapia e metodologia diagnostica

Le linee guida di pratica clinica per l'infezione da Clostridium difficile in adulti e bambini includono cambiamenti nella diagnostica e nella terapia antibiotica. Le nuove linee guida, pubblicate su Clinical Infectious Diseases, includono anche il t[...]

Fibrosi epatica, osservati più casi dell’atteso nella popolazione generale

Un team di ricercatori dell’Università di Barcellona ha inaspettatamente osservato un’elevata prevalenza di fibrosi epatica, principalmente associata a steatosi epatica non alcolica (NAFLD), nella popolazione generale di individui con malattia epatic[...]

Sofosbuvir/velpatasvir con o senza voxilaprevir, terapia efficace e ben accettata dai pazienti

Il regime pan-genotipico composto da sofosbuvir e velpatasvir (SOF/VEL) con o senza voxilaprevir (VOX) è efficace e sicuro e la sua assunzione è valutata in maniera estremamente positiva dai pazienti. E' quanto emerge dagli studi POLARIS 2 e 3 che ha[...]

Fistole perianali nei pazienti con Crohn, efficacia degli anti-TNF

I farmaci anti-TNF sono efficaci per l'induzione e il mantenimento della risposta e della remissione della fistola perianale in pazienti con malattia di Crohn. Ci sono pochi dati sugli effetti sulle fistole interne. E' quanto emerge da una revisione [...]

Malattie croniche infiammatorie intestinali, il futuro viene dalla personalizzazione del trattamento

Malattia di Crohn e colite ulcerosa sono patologie che in genere si sviluppano fin da giovani e che condizionano molto le relazioni interpersonali e la qualità di vita. Negli ultimi anni sono stati sviluppati numerosi nuovi farmaci, con meccanismi de[...]

Farmaci biologici nelle malattie croniche infiammatorie intestinali, cosa comporta l'insorgenza di immunogenicità?

Le terapie biologiche possono essere accompagnate da problemi di immunogenicità. Una revisione sistematica della letteratura ha analizzato lo sviluppo degli anticorpi anti-farmaco per i principali farmaci biologici in commercio per le IBD evidenziand[...]

Vedolizumab, correlazione tra livelli minimi iniziali del farmaco e guarigione della mucosa nelle IBD

Il monitoraggio del trattamento dei pazienti con malattie infiammatorie croniche intestinali è alla base di una corretta gestione del paziente. In particolare, uno studio pubblicato su Alimentary Pharmacology and Therapeutics ha evidenziato che se i [...]

Steatoepatite non alcolica, a rallentarla ci pensa il cioccolato fondente

Il cioccolato oltre ad essere un cibo/bevanda molto gradita ad adulti e bambini contiene sostanze, i polifenoli del cacao presenti nel cioccolato fondente, che migliorano la funzione endoteliale in pazienti con staeatoepatite non alcolica. E' quanto [...]