Gastroenterologia

VIDEO

Malattie infiammatorie croniche intestinali, epidemiologia e novità nella gestione


Insufficienza intestinale e sindrome dell'intestino corto, come gestirle


Diagnosi di malattie infiammatorie croniche intestinali, l'importanza dell'istopatologia


La gestione manifestazioni extraintestinali delle malattie infiammatorie croniche intestinali


Gestione dei pazienti pediatrici con colite ulcerosa


Colite ulcerosa steroido-resistente e steroido-dipendente, quale trattamento?


Colite ulcerosa, trattamento chirurgico oggi


I ruoli dell'infermiere nell'assistenza al paziente con malattie infiammatorie croniche intestinali


Fegato danneggiato cronicamente, il futuro è la medicina rigenerativa


Colangite sclerosante primitiva, cos'è e quali terapie abbiamo a disposizione


Epatite acuta alcolica, studio pilota italiano identifica i criteri per il trapianto di fegato


Glecaprevir/pibrentasvir, efficace in 8 settimane anche in pazienti con insufficienza renale grave


Coagulazione nei pazienti con HCV, arrivano le prime lineeguida europee


Epatite C, migliore qualità di vita con glecaprevir/pibrentavir


Steatoepatite non alcolica, combinazioni di farmaci per combattere questo nuovo nemico


Terapie brevi per l'HCV: vantaggi per medico e paziente


Inquinamento ambientale e malattie epatiche autoimmuni, quale collegamento?


Sconfiggere l'HCV, efficacia pangenotipica e panfibrotica di sofosbuvir/velpatasvir nella real life


Epatite C, i piani della regione Veneto per aumentare le diagnosi di epatite C


Epatite Delta, si inizia a parlare di terapia


Consumo di alcol e salute epatica, esiste una soglia da non superare?


Tumori primitivi del fegato, è necessario trovare marker di esposizione ai tossici ambientali


ARTICOLI

Epatite C e malattia renale cronica, efficacia e sicurezza di ombitasvir/paritaprevir/ritonavir

La sicurezza e l'efficacia della combinazione di ombitasvir/paritaprevir /ritonavir è risultata comparabile tra i pazienti con epatite C di genotipo 1b e malattia renale cronica (CDK) e quelli senza malattia renale cronica. E' quanto evidenziato da u[...]

Esofago di Barrett, quali fattori predicono la progressione di malattia?

L'età avanzata, il sesso maschile, il fumo, un più lungo segmento dell'esofago di Barrett e la displasia di basso grado predicono la progressione dell'esofago di Barrett e aiutano nel selezionare i pazienti che possono beneficiare di una sorveglianza[...]

C. difficile, fidaxomicina a dosi “pulsate” più efficace della vancomicina

I risultati dello studio EXTEND pubblicati su The Lancet Infectious Diseases evidenziano che il trattamento con dosaggio esteso e pulsato di fidaxomicina è più efficace della vancomicina a dose standard per raggiungere e mantenere la cura clinica del[...]

Epatite C: “In Sardegna sarà possibile curare tutti?”

Si stima che in Italia ci siano circa 300.000 pazienti diagnosticati con Epatite C (HCV) e un numero imprecisato di persone inconsapevoli di aver contratto l'infezione. Negli ultimi tre anni è profondamente mutato lo scenario della terapia delle mala[...]

Allergie alimentari, desensibilizzazione migliorata grazie all'omalizumab aggiunto all'immunoterapia

Vivere con delle intolleranze alimentari limita i pranzi conviviali, le serate con gli amici, in poche parole i rapporti sociali. Uno studio pubblicato qualche giorno fa su The Lancet Gastroenterology & Hepatology apre uno spiraglio per questi pazien[...]

Steatoepatite non alcolica, dati promettenti per gli agonisti del recettore FXR

Ci sono diverse molecole in studio per la steatoepatite non alcolica (NASH) ma quelle che sembra daranno i migliori risultati sono gli attivatori del recettore FXR. I dati dello studio REGENERATIVE sull'acido obeticolico nel trattamento della NASH ar[...]

Vaccinazione contro l'HBV, risposta ridotta nei pazienti con epatite C

I pazienti con epatite C cronica (HCV) possono avere una diminuita risposta immunitaria alla vaccinazione standard contro l'epatite B. E' quanto riportato in una revisione sistematica e una meta-analisi pubblicate su Hepatology Research.

Consumo di caffè, fino al 70% di riduzione del rischio di malattie epatiche

Il nuovo report scientifico elaborato da ISIC (Institute for Scientific Information on Coffee) al termine della tavola rotonda ‘Looking after the liver: coffee, caffeine and lifestyle factors' ("Prendersi cura del proprio fegato: caffè, caffeina e st[...]

Trattamento del Clostridium difficile, uno sguardo al presente e al futuro

I protocolli di prevenzione dell'infezione da Clostridium difficile (CDI) si sono concentrati sul trattamento dell'infezione e, più recentemente, sulla riduzione del rischio di recidiva. Le future strategie di gestione si concentreranno sulla prevenz[...]

Epatite C, Janssen pone fine all'accordo di licenza per simeprevir

La misura di quanto sia stato veloce il progresso nella cura dell'epatite C ce lo dà l'annuncio di Janssen di porre fine all'accordo di licenza per simeprevir stipulato con la svedese Medevir. La decisione, che diventerà operativa nel mese di giugno [...]

Epatite C, sofosbuvir/velpatasvir efficace su tutti i genotipi anche con sostituzioni dell'NS5A associate alla resistenza

Il trattamento con sofosbuvir/velpatasvir per 12 settimane ha portato ad alti tassi di risposta virologica sostenuta tra i pazienti con epatite C di genotipo da 1 a 6, indipendentemente dalle sostituzioni dell'NS5A al basale associate alla resistenza[...]

Colite Ulcerosa, 150mila malati in Italia, 7mila nuovi casi ogni anno

La colite ulcerosa è una malattia infiammatoria cronica che si limita al colon, a differenza del malattia di Crohn che può colpire anche l'intestino o lo stomaco. In Italia interessa almeno 100mila pazienti; ma la metodologia statistica usata per que[...]

Coinfezione HCV/HIV, con ledipasvir/sofosbuvir bastano 8 settimane per guarire

Bastano 8 settimane per curare l'epatite C, di genotipo 1 o 4, in soggetti coinfetti HIV-HCV. E' quanto mostrato dai risultati dello studio SWIFT-C, in cui è stata utilizzata la combinazione di sofosbuvir/ledipasvir. Questi dati sono stati presentati[...]

Malattie infiammatorie intestinali, un caso su 4 durante la gravidanza. Ci sono rischi, ma la terapia salva la vita anche al feto

La Colite Ulcerosa (CU) e la malattia di Crohn (MdC) sono patologie croniche intestinali caratterizzate da un’alternanza di differenti fasi (remissione: malattia non attiva e recidiva: malattia attiva). Queste malattie intestinali necessitano in modo[...]

VIII Congresso IG-IBD -Malattia di Crohn, una diagnosi su 5 riguarda under 18

In Italia l'incidenza delle malattie infiammatorie croniche dell'intestino (IBD, inflammatory bowel disease) è medio-alta e si è assistito ad un ulteriore incremento della loro incidenza, anche nei nuovi Paesi sviluppati. Un campo di ricerca, quello [...]

Malattie infiammatorie croniche intestinali: Position paper intersocietario per l'utilizzo della videocapsula

Un position paper, stilato da un gruppo di nove esperti, nominati dalle maggiori società gastroenterologiche italiane (IG-IBD, SIED, SIGE, AIGO), per il corretto utilizzo dell’endoscopia capsulare nelle malattie infiammatorie croniche dell’intestino [...]

Trapianto di microbiota fecale in pazienti con C. difficile, meglio le capsule o la somministrazione tramite colonoscopia?

Nuovi risultati di recenti ricerche pubblicate su JAMA suggeriscono che il trapianto di microbiota fecale tramite capsule orali non è inferiore al trapianto di microbiota fecale (FMT) tramite colonscopia nella prevenzione di infezioni ricorrenti da C[...]

Celiachia sottodiagnosticata, tutta colpa delle manifestazioni inusuali extra-intestinali

La celiachia è associata a una vasta gamma di condizioni mediche, tra cui malattie del fegato, glossite, pancreatite, sindrome di Down e autismo, secondo uno studio che ha analizzato un database di oltre 35 milioni di persone e presentato al Congress[...]

Epatite C Zero: una web serie in giro per l'Italia per raccontare il valore della prevenzione

Un viaggio con un inizio e, anche questa è una buona notizia, con un finale positivo nella maggior parte dei casi. Un viaggio che ogni paziente affronta in modo diverso, con la sua storia, le sue speranze, le sue esigenze specifiche. È questo il filo[...]

Epatite C, pazienti curati oltre quota 100mila. Il Piano eradicazione funziona

Fare il punto sullo stato dell'arte del Piano di Eradicazione e stimolare un dibattito su criticità e best practice, rispondendo anche alle domande dei soggetti coinvolti: pazienti, medici, istituzioni locali. Questi gli obiettivi dell'Evento “AIFA e[...]