Gastroenterologia

VIDEO

Cambio di presidenza della società scientifica IG-IBD: cosa è stato fatto e cosa resta da fare


Malattie infiammatorie intestinali: quali sono i pazienti più adatti al trattamento con anti TNF?


Malattia di Crohn: perchè è utile il trattamento precoce con farmaci biologici?


Malattie infiammatori intestinali: basta controllare i sintomi o bisogna andare oltre?


Malattie infiammatorie intestinali: ruolo della calprotectina ed evidenze dallo studio CALM?


Malattie infiammatorie intestinali: i temi principali dell'8° Congresso IG-IBD


Malattie infiammatorie intestinali: meglio la monoterapia o la terapia combinata?


Malattie infiammatorie intestinali: in che cosa consiste esattamente l'approccio "treat to target"


Malattie infiammatorie intestinali: evidenze dell'utilità dell'approccio "treat to target"


Terapia delle malattie infiammatorie intestinali: importanza dei dati di vita reale


Malattie infiammatorie intestinali: quali sono gli effetti collaterali dei farmaci biologici?


Malattie infiammatorie intestinali e microbiota, cosa sappiamo?


Malattie infiammatorie intestinali: quali sono gli effetti collaterali dei farmaci tradizionali?


Malattie infiammatorie intestinali: cosa ci dicono i dati di vita reale di vedolizumab?


Epatite C zero, raccontare l'epatite C attraverso il web


Epatite C zero, guarigione raggiungibile in maniera personalizzata e sostenibile


Un video dei “The Pills” per sensibilizzare sulla Malattia di Crohn


Farmaci biologici nella vita reale: esperienza della rete siciliana


Come va fatto il monitoraggio dei pazienti con colite ulcerosa


Manifestazioni extraintestinali della colite ulcerosa: quali sono e come gestirle


Colite ulcerosa: come e quando utilizzare le terapie convenzionali


Colite ulcerosa: quando fare l'intervento chirurgico e quali tipologie esistono


ARTICOLI

Epatite C di genotipo 1b, tutti guariti con regime di AbbVie

In Italia è il genotipo prevalente perché infetta circa il 51% dei soggetti con epatite C. Stiamo parlando del genotipo 1b contro il quale il regime antinfettivo messo a punto da AbbVie ha raggiunto il 100% di cura.

Inibitori della pompa protonica, possibile nesso con rischio cardiovascolare

Gli inibitori della pompa protonica (PPI) sembrerebbero avere un effetto negativo sulla funzione vascolare, aumentando il rischio di infarto del miocardio (MI) nella popolazione generale.

Epatite B, sotto-diagnosticata nei pazienti sottoposti a chemioterapia

La maggior parte dei pazienti in cura con chemioterapia non vengono sottoposti a screening per l'infezione da virus dell'epatite B. Questo è quanto deriva dai dati pubblicati su Clinical Gastroenterology and Hepatology.

Alisporivir, efficace contro l’HCV cronica nei casi di precedente fallimento terapeutico

Alisporivir in combinazione con interferone peghilato alfa-2a più ribavirina ha prodotto elevati tassi di risposta virologica sostenuta precoce nei pazienti con epatite C genotipo 1, che avevano fallito il precedente trattamento.

Accesso ai nuovi farmaci anti-epatite C: 50% dei casi gestiti da Epac onlus risolti in collaborazione con le Istituzioni

Sono oltre 100 le segnalazioni sulle difficoltà di accesso ai nuovi farmaci anti HCV che l'associazione EpaC sta monitorando. Di queste segnalazioni, 35 sono pervenute in via formale attraverso moduli compilati e reperibili sul portale www.epac.it

Coinfezione HBV/HCV, più rapida e aggressiva progressione della malattia epatica

Nei soggetti con infezione da virus dell'epatite B (HBV) e coinfezione da virus dell'epatite C (HCV) puo' verificarsi una più rapida e grave progressione della malattia epatica rispetto a quelli con la sola infezione da virus dell'epatite B.

Costipazione cronica, approvazione europea per prucalopride anche negli uomini

Già approvato per l'uso nelle donne, arriva adesso per prucalopride anche l'approvazione europea nel trattamento della costipazione cronica negli uomini.

Gravidanza e IBD, nessun rischio con trattamento anti-TNF

La terapia anti-TNF per le malattie infiammatorie intestinali durante la gravidanza sembra essere sicura per la madre e per il feto, secondo uno studio prospettico pubblicato sulla rivista Gut.