Gastroenterologia

VIDEO

Epatite C, efficacia e sicurezza di glecaprevir-pibrentasvir in un ampio studio italiano di real life


Popolazioni speciali con epatite C, i progetti della regione Campania


Pazienti con Crohn e colite ulcerosa, il valore di finanziare la ricerca indipendente e riallineare le scelte di politica sanitaria


Fondazione AMICI Italia onlus, primo obiettivo studiare i meccanismi patogenetici alla base della fibrosi nelle IBD


La ricerca su Crohn e colite ulcerosa promossa dalla Fondazione AMICI Italia onlus


Fondazione AMICI Italia onlus, come nasce e cosa si propone


La prima borsa di ricerca assegnata dalla Fondazione AMICI Italia onlus


IG-IBD e Fondazione AMICI Italia onlus, collaborare per una migliore gestione della malattia


Obiettivi e mission della Fondazione AMICI Italia onlus


Che cos'è la sindrome dell'intestino corto?


Sindrome intestino corto: principali criticità e progetto Atlas per favorire uniformità cure


Sindrome intestino corto in età pediatrica: cos'è, come riconoscerla e possibilità di cura


Sindrome intestino corto: come si cura e novità terapeutiche


Pazienti con intestino corto: conosciamo da vicino l'associazione "Un filo perla vita"


Intestino corto: al via il progetto europeo Atlas per accesso e uniformità delle cure


HCV: come identificare e trattare i pazienti più difficili?


Trattamento dell'epatite C, importanza delle caratteristiche del paziente e del genotipo virale


HCV: efficacia, sicurezza e vantaggi delle "short therapy"


Cellule staminali, impatto sulla qualità di vita del paziente con malattie infiammatorie croniche intestinali


Cellule staminali mesenchimali, innovazione nel campo delle malattie infiammatorie croniche intestinali


Fistole perianali nella malattia di Crohn, come gestirle?


Malattia di Crohn, quando usare vedolizumab


ARTICOLI

Grasso epatico? Fa male anche ai vasi

Steatosi epatica associata ad aterosclerosi carotidea? E' quanto sostiene uno studio retrospettivo che ha mostrato come pazienti con steatosi epatica non alcolica persistente erano ad aumentato rischio di sviluppare aterosclerosi carotidea subclinica[...]

Tenofovir disoproxil fumarato, ridotta trasmissione dell'HBV da madre a figlio

Le madri con alti livelli di DNA per l'HBV, che hanno ricevuto una terapia a base di tenofovir disoproxil fumarato in una fase avanzata della gravidanza, hanno un rischio ridotto di trasmissione perinatale del virus dell'epatite B da madre a figlio r[...]

Antivirali ad azione diretta per l'HCV e farmaci antipsicotici, possibili interazioni?

Le opzioni di trattamento per l'epatite cronica da virus C (HCV) sono drasticamente cambiate da quando sono entrati in commercio i nuovi potenti antivirali ad azione diretta (DAAS). Una recente revisione sistematica della letteratura, pubblicata su C[...]

Sofosbuvir/velpatasvir più un inibitore sperimentale di NS3/4A, il futuro è ridurre i tempi di trattamento contro l’HCV

Il nuovo inibitore della proteasi NS3/4A messo a punto da Gilead Sciences, GS-9857, in combinazione con sofosbuvir e velpatasvir (SOF/VEL), produce una risposta virale sostenuta nella maggior parte dei pazienti affetti da virus dell'epatite C (HCV) d[...]

Infezione da clostridium difficile, ottimi risultati per un nuovo antibiotico in fase 2 di sperimentazione

I risultati di uno studio multicentrico di fase 2 conferma su 100 pazienti la superiorità in termini di risposta clinica di un nuovo anticorpo ridinilazolo, rispetto alla vancomicina (66,7% vs 42,4%, rispettivamente) anche nelle recidive di malattia.[...]

Ledipasvir/sofosbuvir, dalla real life nuovi dati di efficacia sull'HCV

Dal mondo reale arrivano nuovi dati di efficacia della combinazione di ledipasvir più sofosbuvir. In una coorte di pazienti veterani americani con virus dell'epatite C di genotipo 1, la terapia a base di LED/SOF ha prodotto tassi di risposta virologi[...]

Innovazione terapeutica e allargamento dell'accesso alle cure, il 2017 sarà l'anno della svolta per l'epatite C

Analizzare le diverse tecnologie disponibili, organizzando nuovi filoni di ricerca, confrontandosi con stakeholder nazionali e regionali, al fine di produrre valutazioni economiche e di HTA, basate sull'evidenza e su un metodo rigoroso, che possano a[...]

Epatite C, progetto pilota di screening rapido presso la Dental Clinic del San Raffaele

Al congresso ICAR (Italian Conference of AIDS and Antiviral Research) da poco conclusosi a Milano, è stato appena presentato un interessante progetto di screening dell'infezione da epatite C realizzato dal Dipartimento di Malattie Infettive e l'Unità[...]

Epatite C, rimuovere le limitazioni di accesso al trattamento è oggi possibile. Lo chiedono i pazienti

Trattare tutti i pazienti affetti dal virus dell'epatite C è la parola d'ordine degli esperti che, a quasi due anni dalla disponibilità delle nuove terapie nel nostro Paese, si riuniscono domani a Napoli nel corso del Convegno Nazionale organizzato d[...]

Sindrome dell'intestino irritabile per 1 italiano su 10, notevole impatto sociale ed economico

Stimato in circa 1.700 euro all'anno per paziente il costo socio-economico della sindrome dell'intestino irritabile associata a stipsi, tra mancata diagnosi, terapie e effetti sulla qualità di vita e sul lavoro. Sono questi alcuni dati annunciati du[...]

Celiachia, primi dati promettenti sul vaccino terapeutico

Arrivano i primi risultati clinici sui vaccini contro l'esposizione al glutine. All'edizione 2016 del congresso Digestive Disease Week sono stati, infatti, presentati i dati di due studi di fase 1 relativi a Nexvax2, un vaccino terapeutico in grado d[...]

Apnea ostruttiva grave e steatosi epatica, esiste un collegamento?

L'apnea grave ostruttiva del sonno è indipendentemente associata ad un aumento della citolisi epatica e della steatosi epatica, ma non della fibrosi. Questo è quanto emerge dai risultati di uno studio trasversale pubblicato sulla rivista Clinical Gas[...]

Ustekinumab, remissione della malattia di Crohn mantenuta fino a 1 anno

I pazienti con malattia di Crohn, moderata-grave, oltre a raggiungere la remissione clinica della malattia, la mantengono dopo 1 anno di trattamento con ustekinumab in percentuale nettamente superiore ai pazienti trattati con placebo. Questo è quanto[...]

Crohn, risankizumab induce elevata remissione in Fase II

I risultati ad interim di uno studio clinico proof-of-concept di fase 2 che sta valutando l'anticorpo monoclonale risankizumab per il trattamento di malattia di Crohn da moderatamente a gravemente attiva mostrano un tasso significativamente più alto [...]

Celiachia e disturbo depressivo maggiore, mostrato il collegamento negli adolescenti

La celiachia associata a depressione? Non proprio a tutti i tipi di depressione ma al disturbo depressivo maggiore negli adolescenti. Questo è quanto deriva dai risultati di un lavoro presentato al Digestive Disease Week 2016 in cui un gruppo di rice[...]

Recidiva di carcinoma epatocellulare HBV-correlato, possibile ruolo protettivo degli analoghi nucleos(t)idici

Il trattamento con analoghi nucleos(t)idici per l'infezione da virus dell'epatite B diminuisce il rischio di carcinoma epatocellulare (HCC) legato a infezioni nei pazienti che hanno subito la terapia curativa con ablazione a radiofrequenza. Questo è [...]

Regime 3D per l'epatite C, elevata efficacia e buona tollerabilità in pazienti di genotipo 4

Il trattamento una volta al giorno con ombitasvir/paritaprevir/ritonavir più ribavirina ha comportato il raggiungimento di circa il 100% di risposta virologica sostenuta (SVR12) in una coorte di pazienti con infezione da virus dell'epatite C (HCV) di[...]

Anticorpo monoclonale bezlotoxumab, conferme di efficacia nel ridurre le recidive di C. difficile

L'anticorpo monoclonale bezlotoxumab è risultato efficace nel ridurre i tassi di recidiva dell'infezione da Clostridium difficile in pazienti ad alto rischio in uno studio condotto dai ricercatori della Harvard Medical School e presentato a San Diego[...]

Ledipasvir/sofosbuvir, nella real life alte percentuali di risposta virologica sostenuta in pazienti con co-infezione HCV-HIV

L'associazione di ledipasvir/sofosbuvir con o senza ribavirina, ha permesso il raggiungimento di un tasso di risposta virologica sostenuta del 97% in una coorte di pazienti nella real life. Tutti i soggetti avevano epatite C di genotipo 1 e HIV. Ques[...]

Vedolizumab, la remissione della colite ulcerosa correla con le concentrazioni iniziali circolanti del farmaco

Durante l'edizione 2016 del meeting annuale Digestive Disease Week, che si è concluso ieri a San Diego, sono stati presentati numerosi studi sul vedolizumab e il suo utilizzo nella malattia infiammatoria intestinale. Un'analisi post hoc, in particola[...]