Gastroenterologia

VIDEO

Crohn: arriva in Italia ustekinumab. Come funziona, efficacia e sicurezza


Crohn e colite ulcerosa: le sfide per una cura ottimale. Ruolo di IG-IBD


Quali sono i costi previdenziali correlati alle malattie infiammatorie croniche intestinali?


A quanto ammonta la spesa privata per il Crohn e la colite ulcerosa?


Crohn e colite ulcerosa: non sono pochi i costi della cura a carico del paziente: lo rivela una ricerca di AMICI


Perchè la spesa previdenziale per le malattie infiammatorie croniche intestinali è in aumento?


Epatite C: meglio non aspettare troppo per curarla


HCV, quali sono oggi i pazienti difficili da trattare? I progetti della regione Campania


Epatite C, casistica dell'Ospedale San Paolo di Napoli su pazienti e terapie brevi


Cure efficaci e sicure per l’epatite C, cosa possiamo ancora migliorare?


Club Epatologi Ospedalieri, storia e attività di un’importante associazione medica


Antivirali ad azione diretta per l’HCV, sempre meno fallimenti virologici


Steatosi epatica, alimentazione come strumento di gestione del paziente


Attività fisica, movimento e ballo, quale ruolo nel paziente con fegato grasso?


Le attività di AMICI Onlus per informare e sensibilizzare su Crohn e colite ulcerosa


Gli eroi dei fumetti per lottare contro Crohn e colite ulcerosa. La campagna di Takeda “IBD senza maschera”


Nuovi orizzonti terapeutici nelle malattie infiammatorie croniche intestinali


Terapia biologica delle IBD nella real life, i dati della rete Sicilia


Malattie croniche infiammatorie intestinali, ruolo dell'infermiere dedicato


Malattie croniche infiammatorie croniche intestinali, le nuove sfide da affrontare


Età pediatrica e Malattie croniche infiammatorie intestinali, aumento dei casi. Come intervenire?


PDTA e costi sociali per le malattie infiammatorie croniche intestinali, situazione italiana


ARTICOLI

Speciale di PharmaStar su IBD al femminile, cosa vuol dire per una donna ammalarsi di Crohn o colite ulcerosa

Lo scopo dell'incontro “Women in IBD (I B Donna) - Le problematiche IBD coniugate al femminile”, supportato da un unrestricted educational grant di AbbVie svoltosi il 26 settembre a Milano e di cui diamo conto in uno speciale di Pharmastar di 20 pagi[...]

Epatite C, rapporto ALT/AST indicatore di epatosteatosi non alcolica

Il rapporto tra alanina aminotransferasi (ALT) e aspartato aminotransferasi (AST) correla con l'insorgenza di epatosteatosi in pazienti con infezione da virus dell'epatite C ma non di genotipo 3. E' quanto mostrato da un gruppo di ricercatori di Taiw[...]

Cosa vuol dire essere donna e avere una malattia infiammatoria cronica intestinale?

Le malattie infiammatorie croniche intestinali incidono in modo significativo sulla sfera privata e sociale delle persone che ne soffrono. Paura diffusa, continue assenze dal lavoro, ossessiva preoccupazione per la disponibilità di un bagno, rapporti[...]

Malattie infiammatorie croniche intestinali: come impattano su fertilità, gravidanza, menopausa e tumori

Ho una malattia infiammatoria cronica intestinale, posso avere un bambino? La malattia può avere effetti sulla gravidanza? Cosa devo fare in menopausa? Il rischio di tumori è aumentato? Sono queste alcune delle domande che si pongono le donne che sof[...]

Tofacitinib centra end point in Fase III nella colite ulcerosa

Pfizer ha annunciato i risultati top-line provenienti da due studi di Fase III nei quali l'anti JAK 1 tofacitinib è stato studiato nella colite ulcerosa. Il farmaco ha centrato gli endpoint primari rappresentati dalla percentuale di adulti con colite[...]

Malattie autoimmuni comuni tra i pazienti con sensibilità al glutine (non celiaca)

I pazienti con sensibilità al glutine non celiaca o malattia celiaca hanno maggiori probabilità di sviluppare malattie autoimmuni, sono positivi per gli anticorpi antinucleo e mostrano aplotipi DQ2/DQ8 rispetto ai pazienti con sindrome dell'intestino[...]

Malattie infiammatorie croniche intestinali: parola chiave “alleanza”

Le malattie del nostro tempo sono sempre più “croniche” e come ha evidenziato l'Organizzazione mondiale della Sanità prevenire queste malattie è un investimento vitale. Solo con un alleanza tra tutti gli attori coinvolti, medici, pazienti. Istituzion[...]

Malattie infiammatorie croniche intestinali, 150mila italiani colpiti: malattie sociali anche per il SSN

In Italia le Malattie Infiammatorie Croniche Intestinali (o IBD - Inflammatory Bowel Diseases) colpiscono circa 150-200.000 persone, soprattutto giovani tra i 15 e i 40 anni. Sono patologie croniche che, incidendo sulla sfera privata, lavorativa e so[...]

Clostridium difficile, l'antitossina sperimentale bezlotoxumab riduce le recidive

Riduzioni nel numero delle recidive di Clostridium difficile (CD) fino alla settimana 12, rispetto al placebo. E' quanto presentato all' Interscience Conference of Antimicrobial Agents and Chemotherapy (ICAAC) e all' International Congress of Chemoth[...]

Fegato grasso: attenzione alle troppe ore seduti, anche se il vostro peso è ok

Le più recenti linee guida relative alla salute pubblica affermano che bisognerebbe dedicare 150 minuti all' esercizio moderato a settimana o 10.000 passi al giorno sulla base degli orientamenti per la prevenzione primaria delle malattie cardiovascol[...]

Epatite C, quali sono gli spazi di miglioramento nella lotta al virus HCV?

La rivoluzione nella cura dell'epatite C è realmente iniziata solo di recente, con la disponibilità delle combinazioni interferon free. Attualmente, i cocktail registrati sono quattro. Apparentemente, dunque, saremmo già di fronte a soluzioni ottima[...]

Maggior rischio di ictus nei pazienti con malattie infiammatorie intestinali

Le malattie infiammatorie intestinali (IBD) e l’ictus sono risultati associati, soprattutto nelle donne e nei giovani e con colite ulcerosa. E’ quanto mostrato da una revisione sistematica della letteratura e una metanalisi pubblicate sulla rivista J[...]

Diminuita diversità microbica intestinale, nuovo fattore di rischio per le malattie cardiache

La diminuzione della diversità microbica intestinale è fortemente associata con un elevato indice di massa corporea (BMI) ed elevati livelli di trigliceridi e con una diminuzione del livello di lipoproteine ad alta densità (HDL). Questo è quanto most[...]

Epatite C: regime di AbbVie, nuovi dati sul genotipo 1 nella real life

Il 98% dei pazienti con infezione da virus dell'epatite C trattati con il regime di associazione ombitasvir/paritaprevir/ritonavir e dasabuvir, nella vita reale, ha raggiunto una risposta virologica sostenuta dopo 12 settimane. E' quanto annunciato d[...]

Epatite C: combinazione simeprevir/sofosbuvir efficace e sicura anche nei pazienti cirrotici

Simeprevir combinato con sofosbuvir con o senza ribavirina ha permesso il raggiungimento di un tasso di efficacia più alto e un tasso di eventi avversi più basso tra i pazienti con cirrosi Child-Pugh A rispetto a pazienti con cirrosi Child-Pugh B/C. [...]

Epatite D: come debellare il più piccolo virus, ospite dell’uomo

Frequentemente sentiamo parlare di epatite C (HCV) ed epatite B (HBV), ma esistono anche altri virus che comportano l’insorgenza di epatite nell’uomo come l’infezione provocata dal virus dell’epatite D o delta (HDV).

Clostridium difficile, prognosi migliore grazie alla disponibilità di dati clinici precisi

Le complicazioni da infezione da Clostridium difficile sono più comuni in pazienti con segni atipici, elevati battiti cardiaci e aumentata frequenza respiratoria o in soggetti con età superiore agli 80 anni. Questi fattori, disponibili al momento del[...]

Epatite C: un futuro senza malattia è possibile (e sostenibile)

Per il notevole incremento dei livelli di efficacia, la nuova classe di farmaci ad azione antivirale diretta rappresenta uno fra i più importanti successi finora ottenuti nella terapia medica di una malattia cronica. La lotta all'epatite C è da consi[...]

Terapie per l'infezione da Clostridium difficile, quali novità per l'Italia? La parola al prof. Antonio Gasbarrini

Nella giornata di ieri abbiamo pubblicato una news derivante dalla recente Conferenza Internazionale “Emerging Infectious Diseases” in cui viene chiaramente evidenziato come ci sia scarsa aderenza alle linee guida sul trattamento dell'infezione da Cl[...]

Interruzione della terapia anti-TNF, in alcuni casi non implica “recidiva”

I pazienti con malattia infiammatoria intestinale (IBD) che interrompono la terapia anti-TNF mentre sono in remissione da lungo periodo hanno meno probabilità di recidiva se i livelli di farmaco non sono rilevabili. Questo è quanto deriva dai risulta[...]