Gastroenterologia

VIDEO

Epatite C, adesso si può trattare in fretta e bene: Chi sa di avere il virus non aspetti


I pazienti con epatite C non ancora diagnosticati: chi sono e come fare per raggiungerli


Epatite C: sofosbuvur/ledipasvir efficacia anche nei soggetti dializzati e pediatrici


Colangite sclerosante primitiva: che cos'è, come riconoscerla precocemente, novità in terapia


Epatite delta: che cos'è, come si cura e novità in terapia


Epatite C: glecaprevir/pibrentasvir nella vita reale effiace dopo 8 settimane su tutti i genotipi


NASH, i nuovi dati sul selonsertib presentati al congresso americano sulle malattie del fegato


Fegato grasso e steatoepatite non alcolica: fattori di rischio, diagnosi ed evoluzione


Eliminazione dell'epatite C, deve essere una delle priorità nazionali


Eradicazione dell'epatite C, i punti critici da affrontare


Steatosi epatica e steatoepatite non alcolica: dieta, attività fisica e future terapie


Steatoepatite non alcolica, su cosa sta investendo la ricerca di una grande azienda


Dalla diagnosi alla terapia, gli ultimi progressi in campo epatologico


Epatite B, quanto dobbiamo ancora aspettare per eliminare il virus?


Aumento dell’epatite C negli adolescenti, quali terapie abbiamo a disposizione?


HCV, le strategie terapeutiche per i pazienti che iniettano droghe


Malattia di Wilson, diagnosticare precocemente per evitare le complicanze neurologiche ed epatiche


Epatite C, la semplificazione della terapia con i DAA e nuovi test diagnostici poco invasivi


Infezione da epatite C in carcere: quanto è grave il problema?


Epatite C nel sistema carcerario: attività della SIMPSE per favorire l'eradicazione dell'infezione


Epatite C negli istituti di pena, esperienza della Lombardia nella lotta all’infezione


Carceri senza epatite C, a Opera (Milano) si è molto vicini all'obiettivo


ARTICOLI

Colite ulcerosa, si alla chirurgia nelle forme gravi dopo i 50 anni

I pazienti di oltre 50 anni con colite ulcerosa hanno un rischio di mortalità più basso se trattati con la chirurgia elettiva rispetto alla terapia medica a lungo termine. Questo è quanto mostrato da uno studio retrospettivo di coorte pubblicato sull[...]

Epatite B, stop all'uso di alcuni inibitori nucleosidici per fermare la resistenza

I tassi di resistenza alla lamivudina sono alti tra i pazienti con infezione cronica da epatite B (CHB) in tutta Europa; molti pazienti sviluppano una resistenza crociata per entecavir. Questo dato deriva da un grande trial che ha interessato 18 cent[...]

Infliximab, ottimizzazione della dose soprattutto per colite ulcerosa

Nei soggetti con colite ulcerosa è necessario ottimizzare il dosaggio di infliximab molto prima che nei pazienti con malattia di Crohn. Questo è quanto riportato in uno studio retrospettivo monocentrico pubblicato sulla rivista Journal Crohns Colitis[...]

Epatite C cronica, AIFA aggiorna algoritmo terapeutico

E' stato pubblicato, nella sezione dedicata del Portale istituzionale dell'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA), l'aggiornamento dell'Algoritmo per la terapia dell'epatite C cronica, realizzato in collaborazione con l'Associazione Italiana per lo Stud[...]

Interazione PPI clopidogrel: un mito da sfatare?

L'assunzione di un inibitore della pompa protonica (PPI) in aggiunta al clopidogrel diminuisce il sanguinamento gastro-intestinale e, a differenza di quanto mostrato dai primi risultati di una meta-analisi, non è direttamente collegata a un aumento d[...]

Trattamento dell'epatite C, aggiornamento delle linee guida americane

L'Associazione Americana per lo Studio delle Malattie del Fegato (AASLD), insieme ad altre società, hanno aggiornato le linee guida per il trattamento dell'infezione virale da epatite C (HCV), compreso l'uso di farmaci antivirali ad azione diretta. T[...]

Trapianto di microbiota fecale, primi dati di efficacia nella colite ulcerosa

Sullo stesso filone, in una ricerca pubblicata il 29 giugno scorso su Gastroenterology, il prof. Paolo Moayyedi e il suo team hanno esplorato la sicurezza e l'efficacia dell' FMT conducendo uno studio randomizzato, controllato con placebo. Essi hanno[...]

Alcol-dipendenza, farmaci GABAergici possibile terapia nei pazienti con malattia epatica avanzata

I farmaci GABAergici non benzodiazepinici, in particolare quelli che agiscono, direttamente o indirettamente, sui recettori GABAB sembrano essere utili nella gestione di pazienti alcol-dipendenti, dalla sindrome di astinenza alla prevenzione delle ri[...]

Alcolismo, baclofen ad alte dosi efficace e sicuro nel mantenere l'astinenza

Alte dosi di baclofen, farmaco normalmente utilizzato per il trattamento della spasticità, aiutano i pazienti alcol-dipendenti nel mantenere l'astinenza da alcol e sono ragionevolmente ben tollerate. Questo è quanto mostrato in una nuova ricerca pres[...]

Acido obeticolico, verso l'approvazione Europea e Americana per la cirrosi biliare primitiva

L'azienda biofarmaceutica, Intercept Pharmaceuticals, focalizzata allo sviluppo e commercializzazione di nuove terapie per il trattamento delle malattie croniche del fegato, ha annunciato oggi il raggiungimento di due importanti traguardi normativi p[...]

Malattie infiammatorie intestinali, quali sono le forme fenotipicamente simili?

Le malattie infiammatorie intestinali (IBD) rappresentano un'entità eterogenea la cui diagnosi è talvolta difficile da accertare. Non sempre, infatti, il paziente è affetto da colite ulcerosa o malattia di Crohn ma ci sono una serie di sindromi fenot[...]

Coinfezione HIV/HCV, trattare subito l'epatite per evitare il rigetto d'organo

Le persone con co-infezione HIV-HCV (epatite C) hanno maggiore probabilità di avere rigetto d'organo dopo trapianto di fegato rispetto alle persone con sola epatite C o sola HIV.

Epatite C e falsi miti: intervista al prof. Massimo Colombo

Decisa presa di posizione di EpaC, l'associazione di pazienti con epatite C a seguito di notizie fuorvianti apparse su alcuni organi di stampa in cui sono state messe in discussione l'efficacia e la persistenza della guarigione clinica dell'infezion[...]

Epatite C di genotipo 1b, tutti guariti con regime di AbbVie

In Italia è il genotipo prevalente perché infetta circa il 51% dei soggetti con epatite C. Stiamo parlando del genotipo 1b contro il quale il regime antinfettivo messo a punto da AbbVie ha raggiunto il 100% di cura.

Malattia di Crohn, arriva la vitamina D a ridurre le ricadute

Una nuova ricerca pubblicata sul numero di questo mese di United European Gastroenterology Journal suggerisce che la supplementazione con vitamina D può avere un impatto sulla disfunzione della barriera intestinale associata alla malattia di Crohn, e[...]

Inibitori della pompa protonica, possibile nesso con rischio cardiovascolare

Gli inibitori della pompa protonica (PPI) sembrerebbero avere un effetto negativo sulla funzione vascolare, aumentando il rischio di infarto del miocardio (MI) nella popolazione generale.

Ansia sociale, gli alimenti fermentati possono aiutare?

Una dieta ricca di alimenti fermentati e bevande contenenti probiotici possono aiutare a frenare l'ansia sociale nei giovani adulti, soprattutto nei soggetti altamente nevrotici. E' quanto suggerisce una nuova ricerca pubblicata su Psychiatry Researc[...]

Epatite B, sotto-diagnosticata nei pazienti sottoposti a chemioterapia

La maggior parte dei pazienti in cura con chemioterapia non vengono sottoposti a screening per l'infezione da virus dell'epatite B. Questo è quanto deriva dai dati pubblicati su Clinical Gastroenterology and Hepatology.

Alisporivir, efficace contro l’HCV cronica nei casi di precedente fallimento terapeutico

Alisporivir in combinazione con interferone peghilato alfa-2a più ribavirina ha prodotto elevati tassi di risposta virologica sostenuta precoce nei pazienti con epatite C genotipo 1, che avevano fallito il precedente trattamento.

Epatite C, faldaprevir efficace anche con trattamento di breve durata

I pazienti con epatite virale C trattati con la combinazione di faldaprevir, interferone peghilato e ribavirina hanno mostrato maggiore probabilità di raggiungere una risposta virologica sostenuta dopo 12 settimane rispetto ai pazienti trattati con [...]