Gastroenterologia

VIDEO

Crohn: arriva in Italia ustekinumab. Come funziona, efficacia e sicurezza


Crohn e colite ulcerosa: le sfide per una cura ottimale. Ruolo di IG-IBD


Quali sono i costi previdenziali correlati alle malattie infiammatorie croniche intestinali?


A quanto ammonta la spesa privata per il Crohn e la colite ulcerosa?


Crohn e colite ulcerosa: non sono pochi i costi della cura a carico del paziente: lo rivela una ricerca di AMICI


Perchè la spesa previdenziale per le malattie infiammatorie croniche intestinali è in aumento?


Epatite C: meglio non aspettare troppo per curarla


HCV, quali sono oggi i pazienti difficili da trattare? I progetti della regione Campania


Epatite C, casistica dell'Ospedale San Paolo di Napoli su pazienti e terapie brevi


Cure efficaci e sicure per l’epatite C, cosa possiamo ancora migliorare?


Club Epatologi Ospedalieri, storia e attività di un’importante associazione medica


Antivirali ad azione diretta per l’HCV, sempre meno fallimenti virologici


Steatosi epatica, alimentazione come strumento di gestione del paziente


Attività fisica, movimento e ballo, quale ruolo nel paziente con fegato grasso?


Le attività di AMICI Onlus per informare e sensibilizzare su Crohn e colite ulcerosa


Gli eroi dei fumetti per lottare contro Crohn e colite ulcerosa. La campagna di Takeda “IBD senza maschera”


Nuovi orizzonti terapeutici nelle malattie infiammatorie croniche intestinali


Terapia biologica delle IBD nella real life, i dati della rete Sicilia


Malattie croniche infiammatorie intestinali, ruolo dell'infermiere dedicato


Malattie croniche infiammatorie croniche intestinali, le nuove sfide da affrontare


Età pediatrica e Malattie croniche infiammatorie intestinali, aumento dei casi. Come intervenire?


PDTA e costi sociali per le malattie infiammatorie croniche intestinali, situazione italiana


ARTICOLI

Epatite C, conferme per l'efficacia di grazoprevir/elbasvir anche nei pazienti più 'difficili'

A Vienna, al 50° International Liver Congress annuale dell'European Association for the Study of the Liver (EASL), è stato presentato uno dei più vasti programmi di studi clinici sull'epatite C, con lo studio di fase 3 C-EDGE, e gli studi C-SURFER, C[...]

Congresso EASL, per sofosbuvir e ledipasvir conferme nell'epatopatia in stadio avanzato

Incominciano ad arrivare i primi dati dal congresso internazionale sul fegato, International Liver Congress 2015, i n corso a Vienna. Annunciati oggi i risultati derivati da diversi studi clinici di Fase II intesi a valutare alcuni usi sperimentali d[...]

Crohn, alterazione della flora batterica intestinale anche nei fratelli dei pazienti

I fratelli di pazienti con malattia di Crohn hanno disbiosi batterica della mucosa che puo' contribuire all'insorgenza della malattia. Questo risultato deriva da uno studio che ha coinvolto ricercatori inglesi e che è stata pubblicata su Gut.

Aborti spontanei e nascite pretermine, attenzione alla celiachia

Le donne con malattia celiaca diagnosticata da un medico hanno maggiore probabilità di abortire o di partorire pretermine rispetto alle donne senza storia della malattia. Questo è quanto mostrato da un piccolo studio americano che è stato pubblicato [...]

Inibitori della pompa protonica, sono responsabili di insufficienza renale?

I pazienti più anziani che assumono inibitori della pompa protonica, farmaci abbastanza comuni per il bruciore di stomaco e il reflusso acido, sono due volte più a rischio di essere ricoverati in ospedale con insufficienza renale rispetto a loro coet[...]

Grasso epatico, l'esercizio fisico fa bene indipendentemente dalla durata e dall'intensità

L'esercizio aerobico riduce il grasso a livello epatico e nel tessuto adiposo viscerale (VAT) di una piccola quantità, anche in persone che non hanno una perdita di peso clinicamente significativa. Questo è quanto riportato in un articolo pubblicato [...]

Talidomide, efficace nel Crohn pediatrico

Una recente revisione sistematica della letteratura ha mostrato che la talidomide può essere un agente terapeutico efficace per l'induzione della remissione nella malattia di Crohn (CD) pediatrica, sulla base principalmente dei risultati derivanti da[...]

Colite ulcerosa, ozanimod conferma l'efficacia anche nel mantenimento

Nella fase di mantenimento dello studio di fase II TOUCHSTONE il farmaco sperimentale ozanimod, conosciuto anche con la sigla RPC1063, ha raggiunto tutti gli endpoint di efficacia in pazienti con colite ulcerosa.

Colon irritabile: un paziente su dieci e' depresso

Un nuovo studio dell'Associazione Italiana Gastroenterologi ed endoscopisti Ospedalieri (AIGO) mostra come la sindrome del colon irritabile sia una patologia frequentemente associata a depressione e ansia. La ricerca rivela che sono donne tre pazient[...]

Malattia di Crohn, linea guida per gestire le fistole

Un gruppo multidisciplinare di esperti ha elaborato una linea guida sulla gestione delle fistole perianali associate alla malattia di Crohn, una manifestazione comune che può portare a una significativa morbidità. Questa linea guida è stata pubblicat[...]

Malattie infiammatorie intestinali, quanto conta la familiarità?

Parenti di primo, secondo e terzo grado di persone con malattia infiammatoria intestinale (IBD) hanno un significativo aumento del rischio di sviluppare la malattia, secondo un nuovo studio effettuato su tutta la popolazione danese e pubblicato sull'[...]

Epatite B, tenofovir efficace come tenofovir-entecavir nei pazienti resistenti ad adefovir

La monoterapia con tenofovir sembra essere efficace quanto la combinazione di tenofovir-entecavir per il trattamento dei pazienti con epatite B cronica resistente alla terapia con adefovir, secondo i risultati di uno studio pubblicato sulla rivista G[...]

Stipsi funzionale, buoni risultati da un nuovo agonista del recettore della serotonina 5-idrossitriptamina-4

Un nuovo agonista selettivo del recettore della serotonina 5-idrossitriptamina-4, YKP 10811, risulta superiore al placebo nell'accelerare il transito gastrointestinale (GI) e del colon e nel migliorare la funzione intestinale nei pazienti con stipsi [...]

Malattia di Parkinson, l'insorgenza della malattia dipende da batteri intestinali?

Un gruppo di ricercatori finlandesi ha scoperto quello che potrebbe essere un indizio importante sull'insorgenza del morbo di Parkinson (PD). Il loro studio ha infatti mostrato una diminuzione dei batteri appartenenti alla famiglia delle Prevotellace[...]

Steatoepatite non alcolica in pazienti diabetici, il futuro del trattamento dai microRNA

RG-125 (AZD4076), un anti-microRNA coniugato con GalNAc (N-Acetylgalactosamine), che ha come target il microRNA-103/107 ( "miR-103/107"), è stato selezionato da Astra Zeneca come candidato per lo sviluppo clinico per il trattamento della steatoepatit[...]

Epatite E, vaccino cinese efficace fino a 4,5 anni

Sono stati pubblicati sul New England Journal of Medicine i risultati di un ampio studio che dimostrano l'efficacia a lungo termine di un vaccino ricombinante contro l'epatite E sperimentato in Cina.

Epatite C, i tempi di cura si potranno accorciare a 6 settimane?

Un nuovo farmaco sperimentale per l'epatite C in fase di sviluppo da Achillion Pharmaceuticals, ACH-3102, ha dimostrato in fase II promettenti risultati quando combinato con sofosbuvir. Questa combinazione consentirebbe anche una minore durata del tr[...]

Glutine colpevole di un caso su quattro di colon irritabile

Se interrompe l'assunzione di cibi con glutine un paziente su quattro non soffre più dei sintomi e dei disturbi sinora attribuiti alla sindrome del colon irritabile o ad altre alterazioni del funzionamento dell'apparato digerente. Lo mostra lo studio[...]

C. difficile, cambiamenti continui ma “benefici” nel microbioma dopo trapianto

I pazienti sottoposti a trapianto di microbiota fecale (FMT) per infezione da Clostridium difficile subiscono dei cambiamenti benefici, per la loro salute, del loro microbioma sia nel breve che nel lungo termine. Questo è quanto deriva da uno studio [...]

Simeprevir, buon controllo delle infezioni ricorrenti da HCV dopo trapianto epatico

La tripla terapia a base di simeprevir è sicura ed efficacia nelle prime 12 settimane, nella maggior parte dei soggetti, con epatite C sottoposti a trapianto di fegato da donatore vivo e con ricorrenze dell'infezione dovute al genotipo 1b.