Gastroenterologia

VIDEO

Crohn e colite ulcerosa: le sfide per una cura ottimale. Ruolo di IG-IBD


Quali sono i costi previdenziali correlati alle malattie infiammatorie croniche intestinali?


A quanto ammonta la spesa privata per il Crohn e la colite ulcerosa?


Crohn e colite ulcerosa: non sono pochi i costi della cura a carico del paziente: lo rivela una ricerca di AMICI


Perchè la spesa previdenziale per le malattie infiammatorie croniche intestinali è in aumento?


Epatite C: meglio non aspettare troppo per curarla


HCV, quali sono oggi i pazienti difficili da trattare? I progetti della regione Campania


Epatite C, casistica dell'Ospedale San Paolo di Napoli su pazienti e terapie brevi


Cure efficaci e sicure per l’epatite C, cosa possiamo ancora migliorare?


Club Epatologi Ospedalieri, storia e attività di un’importante associazione medica


Antivirali ad azione diretta per l’HCV, sempre meno fallimenti virologici


Steatosi epatica, alimentazione come strumento di gestione del paziente


Attività fisica, movimento e ballo, quale ruolo nel paziente con fegato grasso?


Le attività di AMICI Onlus per informare e sensibilizzare su Crohn e colite ulcerosa


Gli eroi dei fumetti per lottare contro Crohn e colite ulcerosa. La campagna di Takeda “IBD senza maschera”


Nuovi orizzonti terapeutici nelle malattie infiammatorie croniche intestinali


Terapia biologica delle IBD nella real life, i dati della rete Sicilia


Malattie croniche infiammatorie intestinali, ruolo dell'infermiere dedicato


Malattie croniche infiammatorie croniche intestinali, le nuove sfide da affrontare


Età pediatrica e Malattie croniche infiammatorie intestinali, aumento dei casi. Come intervenire?


PDTA e costi sociali per le malattie infiammatorie croniche intestinali, situazione italiana


Qualità di vita nelle IBD, percezione del paziente e del medico. Il progetto "We Care"


ARTICOLI

Farmaci da automedicazione, potrebbero causare insufficienza epatica acuta

L'insufficienza epatica acuta è un fenomeno abbastanza raro, ma secondo dei nuovi risultati da poco pubblicati sulla rivista Gastroenterology, le cause più comuni di questa avversità sono attribuibili all'assunzione di farmaci over-the-counter (quell[...]

Clostridium difficile, per guarire dall'infezione alla Cattolica di Roma il microbiota inoculato con la colonscopia

Ricercatori della Facoltà di Medicina e Chirurgia dell'Università Cattolica di Roma, servendosi della colonscopia, hanno guarito pazienti con una grave forma di diarrea batterica (da Clostridium difficile) altrimenti incurabile, trapiantando nel loro[...]

Epatite E, un nuovo vaccino altamente efficace e attivo a lungo

Il vaccino contro l'epatite E è efficace nell'86,8% dei casi e l'immunità dura almeno 4 anni e mezzo. E' quanto studiato da un gruppo di ricercatori cinesi e pubblicato sulla rivista New England Journal of Medicine. L'epatite virale E (HEV) è una for[...]

Ripetute infezioni da C. Difficile? Attenzione all'uso eccessivo di PPI

I pazienti che continuano ad assumere inibitori della pompa protonica (PPI), dopo un primo episodio di infezione da Clostridium difficile possono essere ad aumentato rischio di recidiva.

Epatite C, maggior rischio di malattia arteriosa periferica

L'infezione da virus dell'epatite C è stata associata ad un rischio maggiore di malattia arteriosa periferica, o PAD, in pazienti taiwanesi, con un rischio quasi 12 volte maggiore nei pazienti di età superiore a 65 anni. Questi dati derivano da uno s[...]

Esofagite eosinofila, a breve la diagnosi dalla saliva

Nei pazienti con esofagite eosinofila, il microRNAs dosato dalla saliva potrebbe un giorno essere usato per diagnosticare e gestire la malattia. Questo è quanto deriva da uno studio pilota presentato al congresso dell'American Academy of Allergy, Ast[...]

Clostridium difficile, come difendersi dai nuovi ceppi sempre più pericolosi

Il clostridium difficile ha causato quasi mezzo milione di infezioni ed è stato associato a circa 29.000 decessi nel 2011. Questi i dati diffusi dai Centri americani per il Controllo e la Prevenzione delle Malattie (CDC) e pubblicati sulla rivista Ne[...]

Infezione da epatite B e cancro gastrico, c'è un collegamento?

Il virus dell'epatite B (HBV) è associato a cancro gastrico, in particolare nei pazienti senza una storia familiare di tale tipo di patologia oncologica. Questo risultato deriva da uno studio pubblicato sulla rivista British Journal of Cancer advance[...]

Daclatasvir e Sofosbuvir, assicurata la cura dell'HCV anche in coinfetti HIV/HCV

Daclatasvir e Sofosbuvir somministrati una volta al giorno in pazienti con infezione da virus dell'epatite C cronica (HCV) e coinfezione da HIV consentono il raggiungimento di percentuali di cura (in termini di risposta virologica sostenta) pari al [...]

Bassa aderenza al trattamento nei pazienti con colite ulcerosa, ma le “App” aiutano nella gestione

I pazienti europei con colite ulcerosa (UC) lieve-moderata sono spesso non aderenti alla terapia farmacologica; solo per il 7% le segnalazioni sono di alta aderenza.

Fibrosi cistica, asse intestino-fegato per spiegare il danno epatico

Le lesioni intestinali sono prevalenti in adolescenti e giovani adulti affetti da fibrosi cistica e cirrosi, e associati con alterato microbioma fecale e rallentato tempo di transito del piccolo intestino.

Ledipasvir/Sofosbuvir, il virus dell'epatite C è sconfitto anche nei coinfetti HCV/HIV

Il trattamento con la combinazione ledipasvir/sofosbuvir consente il raggiungimento di alti tassi di risposta virologica sostenuta in pazienti naive al trattamento co-infetti con virus dell'epatite C (HCV) e con il virus dell'immunodeficienza umana ([...]

Epatite C, su JAMA i dati dello studio TURQUOISE-I condotto con la tripletta di AbbVie

Pubblicati ieri sull'edizione online della rivista scientifica The Journal of the American Medical Association (JAMA) i risultati della prima parte della porzione di Fase 2 dello studio in aperto di Fase 2/3 TURQUOISE-I che ha arruolato pazienti affe[...]

Arrivo di simeprevir in Italia, la parola a un esperto il prof. Massimo Colombo

Grandi passi avanti nella lotta all'infezione da virus dell'epatite C. Con la rimborsabilità di simeprevir, inibitore della proteasi NS3/4A di nuova generazione, arrivata ieri in gazzetta ufficiale, si ampliano le possibilità di trattamento per i paz[...]

Colite ulcerosa, budesonide MMX efficace e sicura in caso di non completo controllo con 5-ASA

La budesonide MMX è ben tollerata e più efficace del placebo per l'induzione della remissione clinica ed endoscopica nei pazienti con colite ulcerosa (UC) lieve-moderata che non sono adeguatamente controllati con acido 5-amminosalicilico (5-ASA). Que[...]

Accesso ai nuovi farmaci anti epatite C: sorveglianza ai massimi livelli

Tavolo di lavoro permanente con l'Amministrazione e le associazioni dei pazienti per rimuovere tutti gli ostacoli che impediscono l'immediato accesso ai nuovi farmaci anti Epatite C: questa la ragione del summit convocato dal Ministro della Salute Be[...]

Epatite C, simeprevir sarà prodotto per tutto il mondo nello stabilimento di Janssen di Latina

Il centro di eccellenza produttiva di Latina rafforza la propria presenza: lo stabilimento Janssen produrrà per tutto il mondo simeprevir, il nuovo farmaco per il trattamento dell'Epatite C. Confermato il piano di sviluppo industriale che prevede nuo[...]

Trattamento dell'anemia nei soggetti con malattia infiammatoria intestinale

Quando è presente un'anemia da deficienza di ferro nei pazienti con malattie infiammatorie intestinali (IBD) è raccomandata una supplementazione con lo stesso al fine di normalizzare i livelli di emoglobina e i depositi di ferro.

Diagnosi di anemia in pazienti con malattia infiammatoria intestinale, cosa dicono le nuove linee guida

L'anemia è una delle più comuni complicazioni sistemiche e manifestazioni extraintestinali della malattia infiammatoria intestinale. L' European Crohn's and Colitis Organisation (ECCO) ha appena pubblicato il documento di Consenso europeo sulla gesti[...]

Epatite C, con nuovo inibitore della proteina NS5A, i tempi di terapia si accorciano

Nell'era delle terapie che consentono percentuali di cura ben oltre il 90% dei soggetti infetti da epatite C, il prossimo target è la durata sempre più breve delle terapie. Questi tempi sono già maturi come dimostrato dal nuovo inibitore nucleotidico[...]