Gastroenterologia

VIDEO

Che cos'è la sindrome dell'intestino corto?


Sindrome intestino corto: principali criticità e progetto Atlas per favorire uniformità cure


Sindrome intestino corto in età pediatrica: cos'è, come riconoscerla e possibilità di cura


Sindrome intestino corto: come si cura e novità terapeutiche


Pazienti con intestino corto: conosciamo da vicino l'associazione "Un filo perla vita"


Intestino corto: al via il progetto europeo Atlas per accesso e uniformità delle cure


Cellule staminali, impatto sulla qualità di vita del paziente con malattie infiammatorie croniche intestinali


Cellule staminali mesenchimali, innovazione nel campo delle malattie infiammatorie croniche intestinali


Fistole perianali nella malattia di Crohn, come gestirle?


Malattia di Crohn, quando usare vedolizumab


Studi real life, importanza nel campo delle malattie infiammatorie croniche intestinali


Parametri endoscopici e loro interpretazione nella valutazione degli studi clinici per Crohn e colite ulcerosa


Efficacia di adalimumab nella colite ulcerosa, i dati da un’analisi IG-IBD


Quanto si vaccinano i pazienti con malattie infiammatorie croniche intestinali? I dati da un'indagine IG-IBD


Campanelli di allarme nelle malattie infiammatorie croniche intestinali


Etrolizumab, efficacia della doppia inibizione delle integrine


Epatite C nella real life, ottimi risultati con glecaprevir/pibrentasvir


Le short therapy per l’HCV, per quali pazienti?


Epatite C, adesso si può trattare in fretta e bene: Chi sa di avere il virus non aspetti


I pazienti con epatite C non ancora diagnosticati: chi sono e come fare per raggiungerli


Epatite C: sofosbuvur/ledipasvir efficacia anche nei soggetti dializzati e pediatrici


Colangite sclerosante primitiva: che cos'è, come riconoscerla precocemente, novità in terapia


ARTICOLI

Psoriasi-steatosi epatica non alcolica, dimostrato il collegamento

La steatosi epatica non alcolica è una problematica comune in soggetti adulti con psoriasi. E’ quanto afferma uno studio clinico pubblicato sulla rivista Alimentary Pharmacology and Therapeutics.

Sconfitta l'epatite C anche dopo il trapianto

Un trattamento a base di sofosbuvir e ribavirina somministrato prima del trapianto di fegato (LT) impedisce la comparsa di recidive di epatite C post trapianto in individui con negativizzazione virale da almeno un mese, in parole povere i pazienti gu[...]

Sirolimus, migliorano gli outcome dopo trapianto di fegato in pazienti con epatite C

Il passaggio dalla terapia a base di inibitori della calcineurina a una terapia a base di sirolimus produce un miglioramento della sopravvivenza in pazienti sottoposti a trapianto di fegato e con infezione da virus dell'epatite C (HCV). E' quanto mos[...]

Guarigione dall'epatite B, un aiuto dalla terapia genica

Un nuovo trattamento a base di short interfering RNA, è apparso sicuro e associato ad una riduzione dei livelli di antigene di superficie dell'epatite B in pazienti con epatite B cronica che assumevano entecavir.

Steatosi epatica non alcolica, nessun miglioramento dal resveratrolo

Il resveratrolo non ha apportato miglioramenti in soggetti in sovrappeso o obesi con steatosi epatica non alcolica (NAFLD). Questo è quanto rivelato da uno studio pubblicato sulla rivista Clinical Gastroenterology and Hepatology.

Risultati preliminari positivi per due anti HCV ad azione diretta di Achillion

Achillion Pharmaceuticals ha reso noti i risultati ad interim di uno studio di fase II ancora in corso condotto sul farmaco anti HCV ACH-3102 in combinazione con sofosbuvir e di uno studio di fase I condotto sull’antivirale ACH-3422.

Danno intestinale nel Crohn, a quantificarlo ci pensa l'indice Lemann

E' stato sviluppato il primo sistema completo di punteggio per valutare il danno cumulativo intestinale strutturale nella malattia di Crohn. Questo nuovo indicatore si chiama Lemann Index ed è stato validato in uno studio clinico pubblicato sulla riv[...]

Morbo di Crohn, anti-TNF promossi contro le recidive

La profilassi postoperatoria con farmaci anti fattore di necrosi antitumorale alfa (anti-TNF) in monoterapia sembra essere l'opzione più efficace dopo resezione chirurgica della malattia di Crohn (CD) contro il rischio di recidiva clinica ed endoscop[...]

Colite ulcerosa, scarsa aderenza alla terapia rettale con mesalazina

Il 70% dei pazienti con colite ulcerosa in trattamento con mesalazina topica non utilizzano tale terapia come prescritto. Questo è quanto rivelato da uno studio presentato al meeting annuale dell'American College of Gastroenterology. Gli esperti sott[...]

Combinazione entecavir più tenofovir, efficace contro l'epatite B

Una combinazione di entecavir più tenofovir è efficace nel debellare il virus dell'epatite B (HBV) in persone resistenti ad altri farmaci antivirali. Questo dato deriva dai risultati dello studio europeo ENTEBE presentato al liver meeting dell' Ameri[...]

Epatite C, regime 3D efficace e sicuro anche in pazienti trapiantati

Il trattamento con il regime multitarget composto da ombitasvir, paritaprevir/r e dasabuvir con ribavirina è stato associato ad un basso tasso di eventi avversi gravi e un alto tasso di risposta virologica sostenuta (97%) nei soggetti sottoposti a tr[...]

Epatite C: la cura è in rete. è attiva la rete online della regione Sicilia per il trattamento di oltre 2.000 siciliani

Successo del modello di rete “Hub & Spoke” per gestire le nuove terapie antivirali per l'epatite cronica da virus C con criteri di appropriatezza, priorità e trasparenza. La Sicilia è la prima Regione in Italia a realizzare una rete di comunicazione [...]

Malattie infiammatorie croniche intestinali arriva la App made in Italy per una assistenza migliore

Il Gruppo Italiano per lo studio delle Malattie Infiammatorie Croniche Intestinali (IG-IBD) presenta oggi la prima App per supportare il medico specialista nella pratica quotidiana. La app permette al clinico in ogni parte d'Italia di ottenere rapida[...]

Simeprevir più peginterferone e ribavirina, buona risposta nei previous non responders

Simeprevir in combinazione con interferone pegilato alfa-2a e ribavirina ha prodotto tassi di risposta non inferiore al trattamento con telaprevir nei pazienti con epatite C di genotipo 1. I dati relativi a questo studio sono stati pubblicati su Lanc[...]

Antibiotici, rischio aumentato di morbo di Crohn ma non di colite ulcerosa (soprattutto nei bambini)

L'esposizione agli antibiotici sembra aumentare le probabilità di nuova diagnosi di morbo di Crohn (CD) ma non di colite ulcerosa. Questo rischio è più accentuato nei bambini con diagnosi di CD.

Colite ulcerosa, come gli anti TNF stanno cambiando la cura della malattia

La progressione delle malattie infiammatorie intestinali può essere fermata. Oggi abbiamo a disposizione un'arma in più per difenderci da queste patologie. Parliamo di una classe di farmaci biologici che agiscono in maniera mirata nel bloccare l'infi[...]

Colite ulcerosa, nello studio UC CARES il paziente al centro della gestione della patologia

Quali sono gli aspetti medici principali da considerare nella gestione della colite ulcerosa? E dal punto di vista del paziente cosa è più importante? E' quanto dibattuto a Roma qualche giorno fa nel corso di una due giorni di approfondimento su ques[...]

Epatite C, sofosbuvir/ledipasvir efficace contro infezioni ricorrenti dopo trapianto di fegato

L'associazione anti-HCV senza interferone sofosbuvir/ledipasvir, in combinazione con ribavirina, somministrata per un periodo di 12 o 24 settimane porta a un tasso elevato di risposte virologiche sostenute in pazienti con infezione da HCV ricorrente [...]

Colite ulcerosa, miti e leggende di una patologia poco conosciuta ma molto diffusa

Le malattie infiammatorie intestinali sono patologie in costante aumento. I trend temporali parlano di una crescita significativa soprattutto per quanto riguarda la colite ulcerosa (UC). Le stime per l'Italia relative a questa malattia evidenziano da[...]

Daclatasvir più sofosbuvir, combinazione vincente contro il genotipo 3 dell’HCV

La combinazione orale di Daclatasvir più Sofosbuvir, assunta per 12 settimane, ha permesso il raggiungimento della risposta virologica sostenuta nel 90% dei pazienti precedentemente non trattati e nell’86% dei soggetti precedentemente non-responder c[...]