Gastroenterologia

VIDEO

Che cos'è la sindrome dell'intestino corto?


Sindrome intestino corto: principali criticità e progetto Atlas per favorire uniformità cure


Sindrome intestino corto in età pediatrica: cos'è, come riconoscerla e possibilità di cura


Sindrome intestino corto: come si cura e novità terapeutiche


Pazienti con intestino corto: conosciamo da vicino l'associazione "Un filo perla vita"


Intestino corto: al via il progetto europeo Atlas per accesso e uniformità delle cure


HCV: come identificare e trattare i pazienti più difficili?


Trattamento dell'epatite C, importanza delle caratteristiche del paziente e del genotipo virale


HCV: efficacia, sicurezza e vantaggi delle "short therapy"


Cellule staminali, impatto sulla qualità di vita del paziente con malattie infiammatorie croniche intestinali


Cellule staminali mesenchimali, innovazione nel campo delle malattie infiammatorie croniche intestinali


Fistole perianali nella malattia di Crohn, come gestirle?


Malattia di Crohn, quando usare vedolizumab


Studi real life, importanza nel campo delle malattie infiammatorie croniche intestinali


Parametri endoscopici e loro interpretazione nella valutazione degli studi clinici per Crohn e colite ulcerosa


Efficacia di adalimumab nella colite ulcerosa, i dati da un’analisi IG-IBD


Quanto si vaccinano i pazienti con malattie infiammatorie croniche intestinali? I dati da un'indagine IG-IBD


Campanelli di allarme nelle malattie infiammatorie croniche intestinali


Etrolizumab, efficacia della doppia inibizione delle integrine


Epatite C nella real life, ottimi risultati con glecaprevir/pibrentasvir


Le short therapy per l’HCV, per quali pazienti?


Epatite C, adesso si può trattare in fretta e bene: Chi sa di avere il virus non aspetti


ARTICOLI

Sofosbuvir più ribavirina, buoni risultati contro l'Hcv anche post trapianto

I regimi interferon free garantiscono il raggiungimento della risposta virologica sostenuta (Svr) in un'altissima percentuale di pazienti con infezione da virus dell'epatite C di genotipo 1. Ma tali regimi hanno la stessa efficacia anche nelle ricorr[...]

Encefalopatia epatica, terapia antibiotica riduce recidive e ricoveri

Informare i pazienti e i loro famigliari, sensibilizzare i medici, spiegare all'opinione pubblica cos'è e quali sono i sintomi dell'encefalopatia epatica. Solo così si riuscirà a trattare e a prevenire questa patologia in maniera adeguata, facendo gu[...]

Utilizzo dei biosimilari, indicazioni dal gruppo italiano per la cura delle Ibd

“Sulla base delle evidenze disponibili, due farmaci biosimilari che hanno come target la stessa molecola possono essere considerati equivalenti, in termini di sicurezza ed efficacia, solo se questa equivalenza è stata dimostrata in trial clinici e pr[...]

Corticosteroidi, più rischio di infezioni nei pazienti con IBD tardiva

I corticosteroidi, utilizzati per trattare pazienti con tardiva manifestazione di malattia infiammatoria intestinale, aumentano il rischio di contrarre gravi infezioni. Questo risultato deriva da una meta analisi pubblicata sulla rivista The American[...]

Trattamento della diverticolite, riusciamo a prevenire le recidive?

Come possiamo prevenire le ricorrenze di diverticolite nella pratica clinica? E' questa la domanda che si sono posti due esperti italiani nel settore, il dr. Silvio Danese e il dr. Antonio Tursi , in un editoriale apparso recentemente su Gastroentero[...]

Infezioni intra-addominali da P. aeruginosa, i pazienti rispondono bene a ceftolozane/tazobactam

I pazienti con infezioni intra-addominali complicate che coinvolgono la farmaco-resistenza a Pseudomonas aeruginosa hanno risposto bene al trattamento con il nuovo antimicrobico ceftolozane/tazobactam. Questo dato deriva da uno studio di fase III pre[...]

Danno cronico della mucosa intestinale, attenzione all'aspirina a basse dosi e ai Fans

L'utilizzo cronico di aspirina a basse dosi (LDA) e di farmaci antinfiammatori non steroidei può provocare diversi tipi e sedi di lesioni nella mucosa del piccolo intestino. Questo risultato deriva da uno studio pubblicato sulla rivista World Journal[...]

Epatite C, da Bristol stop alla domanda di registrazione in Usa per asunaprevir

Alt alla domanda di registrazione in Usa per asuprenavir. Bristol-Myers Squibb oggi ha reso noto che non perseguirà più l'approvazione Fda del duplice regime a base di daclatasvir e asunaprevir per il trattamento di pazienti con Hcv di genotipo 1b. [...]

Celiachia nei bambini, quali sono i fattori che diminuiscono il rischio?

La tempistica della prima esposizione al glutine e la durata dell'allattamento al seno non sembrano influenzare lo sviluppo della malattia celiaca nei bambini ad alto rischio. Questo è quanto emerge da due nuovi studi randomizzati e controllati pubbl[...]

San Giovanni Rotondo, convegno sulle infezioni da Hcv nella “real life”

Presentiamo una sintesi dei temi del congresso “Viral Hepatitis and beyond” che si è appena concluso presso la Casa Sollievo della Sofferenza, IRCCS di San Giovanni Rotondo. Si è trattato di un congresso internazionale di epatologia coordinato dall[...]

Rischio di encefalopatia epatica in soggetti cirrotici, effetto positivo dei probiotici

I probiotici possono essere associati ad un ridotto rischio di encefalopatia epatica. Questo risultato deriva da uno studio pubblicato sulla rivista Clinical Gastroenterology and Hepatology, ma molti esperti hanno messo in dubbio la forza dei risulta[...]

Crohn e colite ulcerosa, efficacia e tollerabilità di vedolizumab documentate fino a due anni

Un nuovo farmaco biologico indicato per il Crohn e la colite ulcerosa, il vedolizumab, è efficace nell'induzione della remissione e nel mantenimento della stessa fino alla settimana 104. Inoltre, il trattamento ogni 4 settimane anziché ogni 8 per i p[...]

Disponibilità del sofosbuvir, cosa dicono gli epatologi

Grande soddisfazione è stata espressa dal mondo medico-scientifico e dalle associazioni e società scientifiche in considerazione delle conclusione del processo negoziale per la rimborsabilità del farmaco sofosbuvir tra AIFA e Gilead Sciences.

Antibiotici nella prima infanzia aumentano il rischio di obesità

Genitori e pediatri spesso ricorrono all'uso degli antibiotici per curare le infezioni dell'orecchio medio, mal di gola, febbre e altri disturbi comuni dell'infanzia. Ma una nuova ricerca, pubblicata su Jama pediatrics, suggerisce che l'eccessivo uti[...]

Meno cancro gastrico se si cura l'infezione da Helicobacter pylori. Lo dice l'Oms.

Valutare la possibilità di programmi basati sullo screening di popolazione per l'Helicobacter pylori e per il trattamento dell'infezione. E' questo in sintesi quanto espresso dall'Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro (IARC), l'agenzia spe[...]

Epatite autoimmune, quando è indotta da farmaci?

L'epatite autoimmune (AIH) e il danno epatico farmaco-indotto (DILI) sono due diverse entità nosologiche, similari nella presentazione clinica e nelle immagini immunologiche, caratterizzate da esordio acuto, una sintomatologia improvvisa al momento d[...]

Associazione Helicobacter pylori e malattie extraepatiche, quanto sappiamo?

Nel corso dell'ultimo anno, diverse malattie extragastriche sono state studiate per una possibile associazione con l'infezione da Helicobacter pylori e/o ceppi CagA-positivi. Un sottogruppo di patologie come la trombocitopenia purpura idiopatica (IT[...]

Costipazione da oppioidi, parere UE positivo per naloxegol

Il Chmp dell'Ema ha dato parere positvo all'impiego di naloxegol per la costipazione indotta da oppiodi. Sviluppato congiuntamente da Nektar Therapeutics e AstraZeneca il farmaco sarà messo in commercio con il marchio Moventig.

Epatite C, serve un Piano nazionale, ne sono colpiti il 3% degli italiani

Guarire dalla malattia eradicando l'infezione si appresta a divenire un traguardo possibile per la grande maggioranza dei pazienti affetti da Epatite C. Uno scenario realizzabile, quello di cambiare la storia naturale della malattia dalla cronicità a[...]