Gastroenterologia

VIDEO

Le attività di AMICI Onlus per informare e sensibilizzare su Crohn e colite ulcerosa


Gli eroi dei fumetti per lottare contro Crohn e colite ulcerosa. La campagna di Takeda “IBD senza maschera”


Nuovi orizzonti terapeutici nelle malattie infiammatorie croniche intestinali


Terapia biologica delle IBD nella real life, i dati della rete Sicilia


Malattie croniche infiammatorie intestinali, ruolo dell'infermiere dedicato


Malattie croniche infiammatorie croniche intestinali, le nuove sfide da affrontare


Età pediatrica e Malattie croniche infiammatorie intestinali, aumento dei casi. Come intervenire?


PDTA e costi sociali per le malattie infiammatorie croniche intestinali, situazione italiana


Qualità di vita nelle IBD, percezione del paziente e del medico. Il progetto "We Care"


Glecaprevir/pibrentasvir, efficacia e sicurezza dai dati real life dalla regione Lombardia


Elbasvir/grazoprevir sicuro anche in terapia ormonale sostitutiva o in terapia contraccettiva


Regimi a base di sofosbuvir, eliminazione virale e riduzione della malattia epatica


Epatite C, accesso alle terapie e criticità da affrontare. La parola all'associazione pazienti


Fegato grasso, prevenzione della progressione e nuovi farmaci in sviluppo


Infezioni batteriche multiresistenti in pazienti cirrotici, un problema da non trascurare


Sindrome epatorenale, nuova classificazione per un trattamento tempestivo


Steatosi epatica, quanto è diffusa e come prevenirla? I dati da un'analisi siciliana


Varici esofagee a rischio emorragico in cirrosi epatica, nuovo test diagnostico poco invasivo


Malattia del fegato grasso, nuovi biomarker diagnostici e prognostici non invasivi


Prurito, quando è sintomo di malattia epatica?


Colangite biliare primitiva, cosa è e come si cura


Coinfezione HCV-HIV, gestione meno complessa con i nuovi farmaci


ARTICOLI

Malattia del fegato grasso, mortalità più elevata nei soggetti magri

Le persone magre con steatosi epatica non alcolica (Non Alcoholic Fatty Liver Disease,, NAFLD) hanno il doppio di mortalità rispetto a soggetti con lo stesso disturbo ma in sovrappeso o decisamente obesi. Tale eclatante risultato è stato dimostrato [...]

Eradicazione di H. pylori: vince la nuova terapia quadrupla senza bismuto

La terapia quadrupla ottimizzata senza bismuto garantisce tassi di guarigione di oltre il 90 %, significativamente più alti rispetto ai tassi di guarigione osservati con l'utilizzo di una terapia tripla ottimizzata in pazienti con Helicobacter pylor[...]

Malattia di Crohn, tassi di remissione elevati con certolizumab pegol anche a lungo termine

UCB ha annunciato oggi i risultati a 7 anni dell'estensione in aperto dello studio PRECiSE 3 su certolizumab pegol ), il più lungo trial su un farmaco anti-TNF che abbia valutato la sicurezza a lungo termine della terapia con il biologico, oltre che [...]

Bambini autistici soffrono di più di problemi gastrointestinali

I bambini con disturbo dello spettro autistico hanno una probabilità quattro volte più alta di sperimentare problemi gastrointestinali rispetto ai coetanei e sono tre volte più inclini a sperimentare stipsi e diarrea oltre a lamentare due volte di p[...]

Grasso epatico? Attenzione al rischio di problemi cardiovascolari e diabete

La malattia del fegato grasso o “steatosi epatica non alcolica” è un fattore di rischio indipendente per lo sviluppo di malattie cardiovascolari e diabete mellito. Queste associazioni sono state confermate in due studi presentati di recente a Londra [...]

Cura dell'epatite C, con sofosbuvir anche il genotipo 4 è messo ko

Il sofosbuvir somministrato insieme alla ribavirina rappresenta un regime di trattamento semplice, efficace, ben tollerato e non ultimo senza interferone per il trattamento dell'epatite C cronica di genotipo 4. Questi risultati sono stati presentati[...]

Hcv genotipo 4, altissime percentuali di guarigione con simeprevir

Il simeprevir alla dose di 150 mg una volta al giorno per 12 settimane è efficace nel trattamento dell'epatite C di genotipo 4. Tale molecola va somministrata insieme all'interferone pegilato ed alla ribavirina e risulta anche ben tollerato dai pazie[...]

L'unione fa la forza, sofosbuvir/ledipasvir efficaci ontro l'epatite C di genotipo 1

Il regime terapeutico di combinazione tra il sofosbuvir e il ledipasvir, con o senza ribavirina, si è dimostrato altamente efficace con risposte virologiche sostenute oltre il 93% anche in pazienti con epatite C di genotipo 1.

Epatite C, nuovo inibitore di NS5A più sofosbuvir efficace contro sei genotipi di HCV

Un nuovo inibitore sperimentale del complesso di replicazione NS5A, noto per ora con la sigla GS-5816, si dimostrato sicuro ed efficace in combinazione con sofosbuvir nei pazienti con epatite C da virus di genotipo da 1 a 6 in uno studio di fase II p[...]

HIV, possibile fine dell'epidemia in Ruanda

Il raggiungimento di una copertura quasi completa con la terapia anti-HIV delle persone sieropositive in Ruanda si è tradotto in diagnosi di infezione più che dimezzate e in un calo dell''incidenza annuale del 90%. Lo ha riferito Edward Mills, del Br[...]

Epatite B cronica, risultati positivi con analoghi nucleosidici e interferone pegilato

La combinazione di interferone pegilato e un analogo nucleosidico può far raggiungere ottimi risultati in pazienti con epatite B cronica. Tale combinazione terapeutica è stata oggetto di tre studi presentati a Londra al congresso dell'EASL, l'Associa[...]

Carcinoma epatocellulare, novità dalla diagnosi al trattamento

Numerosi sviluppi nella diagnosi, nella stadiazione e nel trattamento del carcinoma epatocellulare sono stati presentati al congresso dell'EASL, l'Associazione Europea per lo studio del Fegato, la scorsa settimana a Londra.

Cirrosi biliare primitiva, ottimi risultati dall'acido obeticolico

Somministrato a pazienti affetti da cirrosi biliare primitiva, l'acido obeticolico ha prodotto miglioramenti biochimici e clinici significativi. Questi risultati derivano da uno studio internazionale di fase III presentato a Londra al 49° Congresso [...]

Epatite C, nuovo inibitore di NS5A più sofosbuvir efficace contro sei genotipi di HCV

Un nuovo inibitore sperimentale del complesso di replicazione NS5A, noto per ora con la sigla GS-5816, si dimostrato sicuro ed efficace in combinazione con sofosbuvir nei pazienti con epatite C da virus di genotipo da 1 a 6 in uno studio di fase II p[...]

Antivirali ad azione diretta di AbbVie, l'eradicazione dell'Hcv diventa realtà

Che si tratti di pazienti mai trattati o di pazienti che non rispondevano alle terapie precedenti, gli antivirali ad azione diretta della multinazionale AbbVie condannano a morte il virus dell'Hcv. I dati presentati a Londra, alla tanto attesa confer[...]

Epatite C, alti tassi di cura con i nuovi antivirali ad azione diretta di MSD

Nel plotone delle aziende impegnate nel portare sul mercato le combinazioni di farmaci antiepatite tutte orali e interferon free, attualmente MSD si trova un po' indietro rispetto a Gilead, AbbVie e Bristol Myers-Squibb. Tuttavia, dal congresso EASL [...]

Cirrosi epatica alcolica, baclofene promettente per bere meno

Il trattamento con baclofene ha permesso alla maggior parte dei pazienti con cirrosi epatica alcolica (ALC) di ridurre in modo significativo il proprio consumo di alcol, ottenendo così un miglioramento significativo della funzionalità epatica, in uno[...]

Epatite C, daclatasvir più asunaprevir altrettanto efficace nel sopprimere il virus in presenza di cirrosi

La combinazione dei due antivirali ad azione diretta daclatasvir più asunaprevir è sicura ed efficace per i pazienti con epatite C e cirrosi epatica, i quali riescono a raggiungere un grado di clearance virale analogo e spesso superiore a quello dei [...]

Nefropatia diabetica, atrasentan efficace nel ridurre l'albuminuria

L'aggiunta dell'antagonista del recettore dell'endotelina atrasentan al blocco del sistema renina-angiotensina (RAS) si è dimostrata efficace nel ridurre l'albuminuria senza grossi effetti collaterali nei pazienti con nefropatia diabetica in uno stud[...]

Da telaprevir a simeprevir, l'evoluzione della specie

Negli ultimi due-tre anni il trattamento dell'epatite C ha fatto grandi passi avanti. In poco tempo, siamo passati dal trattamento standard con interferone pegilato e ribavirina all'ingresso in clinica dei primi agenti antivirali ad azione diretta (t[...]