Gastroenterologia

VIDEO

Che cos'è la sindrome dell'intestino corto?


Sindrome intestino corto: principali criticità e progetto Atlas per favorire uniformità cure


Sindrome intestino corto in età pediatrica: cos'è, come riconoscerla e possibilità di cura


Sindrome intestino corto: come si cura e novità terapeutiche


Pazienti con intestino corto: conosciamo da vicino l'associazione "Un filo perla vita"


Intestino corto: al via il progetto europeo Atlas per accesso e uniformità delle cure


Cellule staminali, impatto sulla qualità di vita del paziente con malattie infiammatorie croniche intestinali


Cellule staminali mesenchimali, innovazione nel campo delle malattie infiammatorie croniche intestinali


Fistole perianali nella malattia di Crohn, come gestirle?


Malattia di Crohn, quando usare vedolizumab


Studi real life, importanza nel campo delle malattie infiammatorie croniche intestinali


Parametri endoscopici e loro interpretazione nella valutazione degli studi clinici per Crohn e colite ulcerosa


Efficacia di adalimumab nella colite ulcerosa, i dati da un’analisi IG-IBD


Quanto si vaccinano i pazienti con malattie infiammatorie croniche intestinali? I dati da un'indagine IG-IBD


Campanelli di allarme nelle malattie infiammatorie croniche intestinali


Etrolizumab, efficacia della doppia inibizione delle integrine


Epatite C nella real life, ottimi risultati con glecaprevir/pibrentasvir


Le short therapy per l’HCV, per quali pazienti?


Epatite C, adesso si può trattare in fretta e bene: Chi sa di avere il virus non aspetti


I pazienti con epatite C non ancora diagnosticati: chi sono e come fare per raggiungerli


Epatite C: sofosbuvur/ledipasvir efficacia anche nei soggetti dializzati e pediatrici


Colangite sclerosante primitiva: che cos'è, come riconoscerla precocemente, novità in terapia


ARTICOLI

Inibitori della pompa protonica e fragilità ossea: non c'è un collegamento diretto

Le donne anziane che assumono inibitori di pompa protonica sono ad aumentato rischio di cadute e di frattura. Questo è quanto noto fin ad oggi. Un nuovo studio, pubblicato su Journal of Bone and Mineral Research, ha suggerito che questi farmaci non [...]

Carcinoma epatocellulare: fattori di rischio, prevenzione e trattamento

Il rischio di carcinoma epatocellulare (Hcc) e della mortalità ad esso collegata stanno diminuendo nelle aree ad alta incidenza come Cina e Giappone, ma sono in aunento nelle aree tradizionalmente a bassa incidenza come Stati Uniti, Canada ed Europa.[...]

Esofagectomia per cancro all'esofago, come migliorare i disturbi del sonno post operatori

L'utilizzo di farmaci vasopressori migliora il sonno in pazienti sottoposti a esofagectomia per cancro all'esofago, L'utilizzo di ipnotici, in particolare benzodiazepine, non è completamente efficace e comporta conseguenze nella funzione emotiva e pe[...]

Morbo di Crohn, meglio la combinazione tra immunomodulatori e anti-TNF o solo la terapia a base di questi ultimi?

Una domanda sta facendo discutere gli esperti di malattie infiammatorie intestinali: i pazienti con malattia di Crohn in trattamento con immunomodulatori devono continuare tale terapia dopo l'avvio della somministrazione di un farmaco anti-TNF? La ri[...]

Via l'Helicobacter pylori, la via per eliminare il cancro gastrico

Il cancro gastrico potrebbe e dovrebbe essere eliminato attraverso un programma volto a eradicare l'Helicobacter pylori. Questo è quanto dichiarato da uno dei più noti clinici e ricercatori del settore, David Graham, professore di medicina al Baylor[...]

Pasireotide, nuova arma contro il rischio di fistola pancreatica

Pasireotide, un analogo della somatostatina, ha ridotto significativamente il rischio di fistola pancreatica dopo resezione pancreatica. Questi risultati derivano da uno studio pubblicato sulla rivista News England Journal of Medicine.

Malattia di Crohn, efficacia della terapia nutrizionale enterale in pediatria

Il trattamento con la sola terapia nutrizionale enterale in pazienti pediatrici con morbo di Crohn è altamente efficace e induce remissione della malattia. Tale efficacia risulta però diminuita con cicli ripetuti. Questi risultati derivano da uno stu[...]

Gastroenterologi italiani: risparmio di 180 milioni di euro migliorando le cure

In occasione dei propri stati generali l'Associazione Italiana Gastroenterologi ed endoscopisti digestivi Ospedalieri (AIGO) segnala che è possibile risparmiare 158 milioni di euro ricoverando i pazienti con malattie digestive nei reparti di gastroen[...]

Epatite C, sofosbuvir riduce le complicanze della malattia epatica

Pazienti infettati da virus dell'epatite cronica C trattati con un regime a base di sofosbuvir hanno mostrato un ridotto numero di complicanze della malattia epatica, rispetto ai pazienti trattati con altri trattamenti. Questi risultati sono stati pr[...]

Infliximab e adalimumab, sicuri ed efficaci nel morbo di Crohn

I due anticorpi monoclonali infliximab e adalimumab sono efficaci e sicuri nel trattamento di pazienti con malattia di Crohn. Questo risultato deriva da uno studio pubblicato sulla rivista Clinical Gastroenterology and Hepatology.

Tripla terapia con antivirali ad azione diretta contro il genotipo 4 dell'Hcv

I pazienti con epatite C di genotipo 4 raggiungono la risposta virologica sostenuta dopo 12 settimane con una terapia tripla tutta orale composta da daclatasvir, asunaprevir e BMS-791325. Questo risultato è stato presentato recentemente al Digestive [...]

Livelli di vitamina D e morbo di Crohn, c'è un collegamento?

Bassi livelli di vitamina D nel siero sono associati con la gravità della malattia in pazienti con morbo di Crohn; inoltre, i livelli di tale vitamina risultano aumentati dopo terapia con farmaci anti- TNF (fattore di necrosi tumorale). Questi dati d[...]

Tripla terapia, rapporto rischio-beneficio del boceprevir contro l'epatite C

In pazienti con infezione da epatite C genotipo 1 e cirrosi ben compensata, il trattamento con interferone peghilato/ribavirina e boceprevir sembra avere un profilo rischio-beneficio generalmente favorevole. Questi dati derivano da studi di fase 3 su[...]

Malattia cronica intestinale, attenzione al tipo di trattamento nel primo anno di malattia

I pazienti con malattia infiammatoria intestinale trattati con dosi elevate di prednisone o altri corticosteroidi durante il primo anno di malattia, hanno una probabilità tre volte più elevata di essere sottoposti a chirurgia resettiva rispetto a chi[...]

Pancreatite acuta, rischio ridotto grazie alla Simvastatina

Esordisce sempre in forma acuta ma è una patologia che se non curata adeguatamente può portare a conseguenze gravissime fino al decesso del soggetto. Parliamo della pancreatite acuta: un recente studio pubblicato sulla rivista Gut, ha evidenziato che[...]

Obesità, calo di peso quasi del 10% con liraglutide dopo un anno di terapia

In occasione del congresso annuale dell'American Association of Clinical Endocrinologists, a Las Vegas, la danese Novo Nordisk ha presentato i risultati del suo studio di fase IIIa SCALE ™ Obesity and Pre-diabetes, in cui il trattamento con liragluti[...]

Etrolizumab, efficace nella colite ulcerosa ma non sempre

I pazienti con colite ulcerosa da moderata a grave trattati con l'anticorpo monoclonale etrolizumab raggiungono la remissione clinica con una frequenza più alta dei pazienti trattati con placebo. Questo risultato deriva da uno studio clinico di fase [...]

RM-131, nuovo agonista della grelina, promettente contro la gastroparesi diabetica

L'agonista della grelina sperimentale RM-131 ha migliorato in modo significativo lo svuotamento gastrico e il vomito nei pazienti con gastroparesi diabetica in uno studio randomizzato, controllato e in doppio cieco di fase II presentato durante i lav[...]

SIMIT, debellare l'epatite C costerà 50 miliardi di euro, efficacia dei farmaci fino al 95%

Nuovi farmaci, ingenti costi e importanti risultati per combattere definitivamente l'epatite C: se ne è parlato a conclusione del 1° Congresso Internazionale ICE, Insieme Contro l'Epatite, “Epatiti Virali tra presente e futuro”, a Milano, organizzat[...]

C. difficile, in Europa ogni anno non diagnosticate oltre 39mila infezioni

I dati finali dello studio EUCLID, il più grande studio mai realizzato sulla prevalenza dell'infezione da Clostridium difficile (CDI) in tutta Europa, sono stati presentati oggi al 24° Congresso Europeo di Microbiologia Clinica e Malattie Infettive ([...]