Acido obeticolico, efficace e sicuro a 3 anni nella colangite biliare primitiva. I dati su The Lancet

Un nuovo studio pubblicato su The Lancet Gastroenterology and Hepatology ha confermato l'efficacia a lungo termine e la sicurezza dell'acido obeticolico nei pazienti con colangite biliare primitiva intollerante o inadeguatamente reattiva all'acido ursodesossicolico.

Un nuovo studio pubblicato su The Lancet Gastroenterology and Hepatology ha confermato l'efficacia a lungo termine e la sicurezza dell'acido obeticolico nei pazienti con colangite biliare primitiva intollerante o inadeguatamente reattiva all'acido ursodesossicolico.

Lo scopo di questo studio era di valutare l'efficacia a lungo termine e la sicurezza dell'acido obeticolico nei pazienti con colangite biliare primitiva utilizzando dati intermedi a 3 anni della fase di estensione dello studio registrativo di fase 3 POISE in aperto e della durata totale di 5 anni.

Nella fase in doppio cieco di POISE, 217 pazienti con colangite biliare primitiva con risposta inadeguata o intolleranza all'acido ursodesossicolico sono stati randomizzati a ricevere placebo, acido obeticolico da 5 a 10 mg o acido obeticolico 10 mg una volta al giorno per 12 mesi.

Durante la fase di estensione in aperto, i pazienti hanno ricevuto dosi variabili di acido obeticolico. Sono stati valutati i marcatori di colestasi e danno epatico, fosfatasi alcalina (ALP) e bilirubina totale e diretta, e la sicurezza è stata valutata fino a 48 mesi di trattamento con acido obeticolico.

Tutte le analisi nell'estensione in aperto sono state effettuate nella popolazione di sicurezza, definita come qualsiasi paziente randomizzato nella fase in doppio cieco che ha ricevuto almeno una dose di acido obeticolico durante l'estensione in aperto, in cui sono stati trattati 193 pazienti.

In questa analisi ad interim di 3 anni, le concentrazioni di ALP erano significativamente ridotte rispetto al basale a 12 mesi (variazione media -105,2 U/L [SD 87,6]), 24 mesi (-101 U/L [98.5]), 36 mesi (-108.6 U/L [95.7]) e 48 mesi (-95.6 U/ L [121.1]; p
Le concentrazioni di bilirubina totale sono state stabilizzate, con riduzioni significative rispetto al basale a 12 mesi (variazione media -0,9 μmol/L [SD 4.1]; p=0.0042) e 48 mesi (-0.8 μmol/L [3.8]; p=0.016).

E’ stata evidenziata una stabilizzazione anche per la bilirubina diretta, con un cambiamento significativo rispetto al basale a 12 mesi (variazione media -0,5 μmol/L [SD 3.0]; p=0.021). Tuttavia, i cambiamenti nella bilirubina totale e diretta non erano significativi in altri momenti.

L'acido obeticolico è stato generalmente ben tollerato, con prurito (149 [77%] pazienti) e affaticamento (63 [33%]) gli eventi avversi più comuni ma non sono stati osservati eventi avversi gravi correlati all'acido obeticolico.

In conclusione, le analisi intermedie suggeriscono l'efficacia a lungo termine e la sicurezza dell'acido obeticolico nei pazienti con colangite biliare primitiva intollerante o inadeguatamente reattiva all'acido ursodesossicolico.

Trauner M. et al; Long-term efficacy and safety of obeticholic acid for patients with primary biliary cholangitis: 3-year results of an international open-label extension study.

leggi