Alte dosi di baclofen, farmaco normalmente utilizzato per il trattamento della spasticità, aiutano i pazienti alcol-dipendenti nel mantenere l'astinenza da alcol e sono ragionevolmente ben tollerate. Questo è quanto mostrato in una nuova ricerca presentata al 12th World Congress of Biological Psychiatry e pubblicata sulla rivista European Neuropsychopharmacology.
Lo studio in questione denominato “Treatment of Alcohol Dependence (BACLAD)” sulla dipendenza da alcol ha dimostrato che un numero significativamente maggiore di pazienti assegnati in modo casuale a ricevere baclofen si sono astenuti dal bere nelle 12 settimane della fase ad alto dosaggio dello studio rispetto ai pazienti trattati con placebo (68,2% vs 23,8%; p=0.014).
La durata dell’astinenza cumulativa durante la stessa fase ad alto dosaggio è risultata significativamente più alta nel gruppo baclofen rispetto al gruppo di controllo trattati con placebo (in media, 67,8 giorni contro 51,8 giorni; p=0,047).
Il numero degli abbandoni durante l'intervallo ad alte dosi non differiva i due gruppi, anche se tale numero è stato più basso nel gruppo baclofen rispetto al gruppo placebo (13,6% vs 23,8%).
Due pazienti nel gruppo di trattamento hanno interrotto il farmaco a causa di effetti collaterali (affaticamento), ma il farmaco in generale è stato ben tollerato.
"Quando gli Alcolisti Anonimi, dicono a se stessi, 'Oggi, io non bevo', in realtà hanno ancora l'alcol nella loro mente” ha dichiarato il dr. Jaury.
"Ma con baclofen, l'astinenza è passiva, quando funziona, i pensieri sull’alcol non sono più nella mente degli alcolisti. Si può bere se si vuole, ma ci si può fermare, e questo è ciò che mi ha colpito di questo farmaco. Una volta cominciata la terapia i pazienti affermano di non avere più bisogno di bere: 'non ho bisogno di bere più, non mi piace,' e che non era il loro obiettivo prima di iniziare il trattamento.
Lo studio comprendeva 56 pazienti. Tutti i pazienti dovevano essere in astinenza da alcol all’inizio dello studio.

La metà dei partecipanti (n=28) sono stati assegnati in modo casuale a un braccio baclofen titolato individualmente a dosi di 30-270 mg al giorno, e un altro gruppo di 28 sono stati assegnati al placebo.
I pazienti sono stati seguiti per 6 mesi.
La fase di titolazione è durata fino a 4 settimane, a seconda della dose elevata tollerata individualmente; la fase ad alte dosi ha avuto la durata di 12 settimane; una fase tapering (quindi di riduzione della dose del farmaco) è durata fino a 4 settimane; e il follow-up è stato condotto 4 settimane dopo la cessazione del farmaco in studio.
La dose media di baclofen durante la fase di alte dosi dello studio era di 180 mg al giorno. La dose massima di baclofen consentito è stata di 270 mg al giorno.
I tassi di adesione sono stati elevati, più dell’ 85%, in entrambi i bracci di trattamento.
L’analisi che attraversato la fase di titolazione, la fase ad alte dosi, e la fase affusolata dello studio ha indicato che un numero significativamente maggiore di pazienti ha mantenuto l'astinenza nel gruppo baclofen rispetto al gruppo placebo (42,9% vs 14,3%; p=0.37).
La durata dell’ astinenza cumulativa durante la fase completa del farmaco è stata anche più alta, anche se non statisticamente significativa, ad una media di 82,9 giorni per i pazienti baclofen vs una media di 66,8 giorni per i pazienti trattati con placebo.
Non sono stati osservati gravi eventi avversi correlati al farmaco durante lo studio, anche in caso di recidiva.
"Baclofen ha effetti anticraving, aiuta i pazienti a staccarsi dagli effetti dell’alcol e ha probabilmente effetti ansiolitici", ha sottolineato il dottor Jaury.
Tuttavia, il suo uso è stato anche associato a un elevato grado di variabilità intersoggettiva, che richiede un approccio attento e su misura per il dosaggio e il trattamento.
Anche gli effetti collaterali variano ampiamente tra i pazienti, il più comuni sono sonnolenza, stanchezza, vertigini, disturbi gastrointestinali, e insonnia.

La chiave per minimizzare gli effetti collaterali è titolare la dose di baclofen molto lentamente, a partire da 10 a 15 mg al giorno, aumentando la dose a 30 mg da 3 a 4 giorni dopo, e poi di 10 mg ogni 3-5 giorni fino a che la dose terapeutica non viene raggiunta. La dose terapeutica varia molto da paziente a paziente.
Il dottor Jaury e i suoi colleghi hanno appena completato BACLOVILLE, un altro studio randomizzato, controllato con placebo sull'uso del baclofene nel corso di 1 anno in pazienti alcol-dipendenti.
Questa volta, però, lo studio è stato condotto su "tutti i visitatori," compresi i pazienti che fumavano cannabis, utilizzatori di eroina o cocaina e malati di mente.
I risultati di BACLOVILLE dovrebbero essere rilasciati entro la fine del 2015.
Nella sua esperienza con baclofen per il trattamento della dipendenza da alcol, il dottor Jaury ha detto di aver trovato che circa il 20% dei pazienti può interrompere il trattamento e rimanere astinente o bere in un modo che si può controllare.
Se i pazienti desiderano interrompere il trattamento, la dose di baclofen deve essere lentamente diminuita, e i pazienti devono essere consigliato sul non fermarsi bruscamente il farmaco, perché possono andare incontro a sintomi di astinenza da alcol.
"I medici stanno lentamente apprezzando le qualità di questo farmaco, ma ogni paziente risponde al trattamento in modo diverso, e alcuni pazienti hanno bisogno di prenderlo cinque volte al giorno, alcuni hanno bisogno di una sola volta al giorno, quindi è una molecola difficile da prescrivere” ha aggiunto il dott. Jaury. 
"Ma è la prima volta in oltre 40 anni che mi prendo cura di pazienti con problemi di alcol che mi dicono di poter bere un bicchiere di champagne in occasioni speciali e non aver bisogno di più di un bicchiere o due, o che quando vedono una bottiglia di vino sul mercato, non pensano di volerla acquistare. "

"Si può pensare, si può fare quello che si vuole fare, si può respirare, e questa è la grande differenza con baclofen rispetto a qualsiasi altro trattamento che abbiamo avuto per la dipendenza da alcol".
Serve adesso ulteriore ricerca clinica per mostrare se alte dosi di baclofen sono veramente utili nel trattamento dell’alcolismo o malattia da consumo di alcol.
Emilia Vaccaro
12th World Congress of Biological Psychiatry. Abstract S-38:001. Presented June 15, 2015..