Antivirali ad azione diretta per l'HCV e farmaci antipsicotici, possibili interazioni?

Gastroenterologia

Le opzioni di trattamento per l'epatite cronica da virus C (HCV) sono drasticamente cambiate da quando sono entrati in commercio i nuovi potenti antivirali ad azione diretta (DAAS). Una recente revisione sistematica della letteratura, pubblicata su Clinical Pharmacokinetics, evidenzia come questi farmaci, essendo metabolizzati dal sistema del citocromo P450 (CYP) possono interagire con altre molecole assunte dal paziente generando reazioni avverse anche serie. E' d'obbligo, quindi, la cautela quando sono co-somministrati substrati CYP3A4 come midazolam e/o quetiapina con questi DAAS.

Le opzioni di trattamento per l'epatite cronica da virus C (HCV) sono drasticamente cambiate da quando sono entrati in commercio i nuovi potenti antivirali ad azione diretta (DAAS). Una recente revisione sistematica della letteratura, pubblicata su Clinical Pharmacokinetics, evidenzia come questi farmaci, essendo metabolizzati dal sistema del citocromo P450 (CYP) possono interagire con altre molecole assunte dal paziente generando reazioni avverse anche serie. E’ d’obbligo, quindi, la cautela quando sono co-somministrati substrati CYP3A4 come midazolam e/o quetiapina con questi DAAS.
La maggior parte dei DAAS sono ampiamente metabolizzati da enzimi epatici e hanno la capacità di influenzare gli enzimi del citocromo P450 (CYP). Inoltre, questi DAAS sono entrambi substrati e inibitori dei trasportatori dei farmaci, il che li rende sia possibili vittime che autori di interazioni farmaco-farmaco (DDI). 
Nei pazienti con infezione da HCV c'è un’elevata prevalenza di malattie mentali come la depressione o la psicosi.
Pertanto, i farmaci psicoattivi sono spesso somministrati in parallelo ai DAAS. La maggior parte di questi farmaci psicoattivi sono anche metabolizzati dagli enzimi CYP, ma ben poche informazioni sono disponibili sulle DDI tra farmaci psicoattivi e DAAS. 
Molti meccanismi sono coinvolti nel metabolismo e trasporto di entrambe le classi di farmaci, rendendo difficile prevedere quali farmaci possono essere somministrati con sicurezza per i pazienti
L'obiettivo di questa revisione è stato quello di fornire una panoramica dei meccanismi di interazione tra DAAS e agenti psicoattivi. 
Inoltre, gli autori olandesi si sono posti anche l’obiettivo di identificare le opzioni di sicurezza per il trattamento simultaneo di malattie mentali e croniche insieme all’infezione da HCV.
A tal fine sono stati cercati nelle banche dati articoli riguardanti farmaci antivirali ad azione diretta approvati dall’EMA e dall’FDA e agenti psicoattivi quali SSRIs, TCAs, antipsicotici tipici e atipici, benzodiazepine, inibitori delle monoamminossidasi, litio e l’erba di Saint’John.
Nella review vengono presi in rassegna singolarmente i vari DAAS e valutate , attraverso gli studi esistenti, le possibili interazioni.
Noi abbiamo voluto riassumere brevemente i punti salienti che emergono.
Andando alle molecole maggiormente studiate, i ricercatori hanno evidenziato che escitalopram e citalopram sono stati studiati in combinazione con la maggior parte dei DAAS. Da questi studi emerge che ognuno di questi due farmaci può essere tranquillamente combinato con il trattamento del virus dell'epatite C.
Non ci sono studi formali di interazione tra agenti psicoattivi e sofosbuvir o ledipasvir, eseguiti nell'uomo. Tuttavia, questi sono DAAS in generale non sono né vittime né carnefici di interazioni farmacologiche e possono, quindi, essere utilizzati in modo sicuro in combinazione con farmaci psicoattivi.
Per quanto riguarda Boceprevir, simeprevir, e la combinazione paritaprevir/ritonavir più ombitasvir con dasabuvir è stato osservato che queste molecole hanno una maggiore probabilità di causare interazioni farmacologiche attraverso l'inibizione del citocromo CYP 3A4.
Pertanto, la cautela deve essere esercitata quando substrati CYP3A4 come midazolam e/o quetiapina sono co-somministrato con questi DAAS.
Emilia Vaccaro


Smolders EJ et al. Drug-Drug Interactions Between Direct-Acting Antivirals and Psychoactive Medications. Clin Pharmacokinet. 2016 Jun 17. 
leggi