Il grasso in eccesso continua a “mietere vittime”. Un recente ampio studio di coorte ha, infatti, evidenziato che gli adolescenti maschi con chili in eccesso hanno più del doppio di probabilità di sviluppare il cancro del colon-retto (CRC) raggiunta la mezza età. Il trial, pubblicato su Gut, ha anche rivelato che nei ragazzi con un alto livello di infiammazione sistemica il rischio è ancora superiore.

Tale ricerca è degna di nota in quanto è una delle poche che ha valutato l'associazione tra indice di massa corporea (BMI) nell’adolescente e cancro intestinale in età adulta. E 'stato anche il primo a valutare l'associazione tra l’infiammazione sistemica negli adolescenti, valutata attraverso la velocità di sedimentazione eritrocitaria (ESR), con questo risultato, secondo gli autori.

"Questi risultati suggeriscono che la BMI e l'infiammazione, come misurato da ESR, nei primi anni di vita possono essere importanti per lo sviluppo del CRC,"  hanno precisato Elizabeth D. Kantor, del Dipartimento di Epidemiologia, Harvard TH Chan School of Public Health di Boston, Massachusetts, e i suoi colleghi.

"Con un ulteriore follow-up, e di conseguenza avendo maggiori dati statistici, studi futuri potranno valutare come l’ infiammazione nell’adolescente e la BMI interagiscono per influenzare il rischio di CRC, e un ulteriore lavoro potrebbe cercare di approfondire come questi fattori, in modo indipendente e congiuntamente, sono collegati alla mortalità da CRC" ha aggiunto la dr.ssa Kantor . "Sono necessarie ulteriori ricerche per districarsi meglio tra BMI e infiammazione da esposizioni associate, e allo stesso modo, da esposizione in altri momenti nel corso della vita."

I ricercatori hanno analizzato i dati su BMI e ESR relativi a 239.658 uomini svedesi che avevano eseguito esami  obbligatori per  l’arruolamento militare tra i 16 e i 20 anni di età; quelli con una storia di malattia infiammatoria intestinale sono stati esclusi.
Dati del Registro Nazionale sul cancro hanno evidenziato che la coorte aveva 885 casi di CRC (501 colon e 384 rettale) nel corso di un follow-up medio di 35 anni.

All'analisi multivariata, gli adolescenti che avevano un indice di massa corporea nella categoria relativa al sovrappeso (indice di massa corporea, 27.5 a <30 kg / m2) avevano un rischio più alto di 2,08 volte (95% intervallo di confidenza [CI], 1,40-3,07) di sviluppare CRC rispetto ad adolescenti che avevano un peso normale (BMI, 18,5 a <25 kg / m2).

Gli obesi (indice di massa corporea, ≥30 kg / m2) avevano un rischio ancora più elevato,  2,38 volte in più del normale (95% CI, 1,51-3,76).
C’era un aumento graduale del rischio passando da una categoria BMI più bassa a quelle sempre più elevate.
In queste specifiche analisi, i risultati sono stati simili per il cancro del colon e per quello rettale.

I ricercatori hanno anche scoperto che gli adolescenti con una ESR elevata (≥15 mm/ora) avevano un rischio più alto di 1,63 volte (95% CI, 1,08-2,45) di CRC in età adulta rispetto a coetanei con un normale ESR (<10 mm/ora ). Anche in questo caso, c'era un aumento graduale, per cui il rischio aumentava significativamente tra le tre categorie ESR studiate.
Tuttavia, nelle analisi specifiche effettuate nello studio, l'associazione è risultata significativa solo per il cancro del colon, ed i risultati complessivi sono stati attenuati un po 'dopo l'esclusione di adolescenti che avevano una malattia al momento dell'esame di arruolamento.

In conclusione, come hanno ipotizzato i ricercatori: "La forte associazione osservata tra obesità adolescenziale e CRC raggiunta la mezza età, insieme con la crescente prevalenza di obesità adolescenziale, può far luce sull'aumento dell’incidenza di CRC tra i giovani adulti negli Stati Uniti".

Dato che l'associazione della BMI con il rischio di CRC era indipendente dall’ESR, i ricercatori hanno proposto che questa associazione potrebbe invece essere mediata da fattori come insulina, leptina, o ormoni steroidei. "Tuttavia-hanno precisato- è anche possibile che la BMI nell’adolescente possa influenzare lo sviluppo di CRC attraverso un percorso infiammatorio non riflesso dall’ ESR".

Emilia Vaccaro
Elizabeth D Kantor et al. Adolescent body mass index and erythrocyte sedimentation rate in relation to colorectal cancer risk. Gut.
Gut doi:10.1136/gutjnl-2014-309007
leggi