Clostridium difficile, bezlotoxumab efficace sulla prevenzione delle recidive

Le recidive delle infezioni batteriche sono abbastanza complicate da gestire. Un recente studio pubblicato sulla rivista Journal of Antimicrobial Chemotherapy ha evidenziato che l'anticorpo monoclonale bezlotoxumab Ŕ efficace nella prevenzione delle recidive di Clostridium difficile (C. difficile) a patto che venga somministrato prima di sospendere il trattamento con farmaci antibatterici.

Le recidive delle infezioni batteriche sono abbastanza complicate da gestire. Un recente studio pubblicato sulla rivista Journal of Antimicrobial Chemotherapy ha evidenziato che l’anticorpo monoclonale bezlotoxumab è efficace nella prevenzione delle recidive di Clostridium difficile (C. difficile) a patto che venga somministrato prima di sospendere il trattamento con farmaci antibatterici.

I ricercatori del New Jersey hanno condotto uno studio su 1554 pazienti con infezione da C. difficile per capire se i tempi della somministrazione di bezlotoxumab influenzassero il risultato clinico rispetto all'insorgenza dell’infezione.

Tra novembre 2011 e maggio 2015, 781 pazienti hanno ricevuto bezlotoxumab mentre 773 hanno ricevuto un placebo. Di questi pazienti, 649 hanno ricevuto una trasfusione tra 0 e 2 giorni dopo l'inizio del trattamento antibatterico per l’infezione da C. difficile; 469 pazienti hanno ricevuto la trasfusione tra il terzo e il quarto giorno dopo l'esordio; e 436 pazienti hanno ricevuto la trasfusione dopo 5 o più giorni.

I ricercatori hanno anche riferito che le caratteristiche di base tra i gruppi bezlotoxumab e placebo erano generalmente simili.
In questo studio i ricercatori hanno definito la cura clinica iniziale come l’interruzione della diarrea per 2 giorni consecutivi dopo 16 giorni di trattamento antibatterico per l'infezione da C. difficile.

Gli autori hanno segnalato che le percentuali iniziali di guarigione clinica erano simili in tutti i gruppi e il trattamento somministrato o i tempi di somministrazione non erano significativi.
Mary Beth Dorr, autrice dello studio ha dichiarato: "Bezlotoxumab, che è un anticorpo che si lega e neutralizza la tossina B (la causa dei sintomi dell'infezione da C. difficile), non agisce sull'infezione originale ma impedisce il ritorno della stessa dopo la sospensione dell'antibiotico".

L'implicazione di questo risultato è che può esserci flessibilità per quando viene somministrata l'infusione, il che facilita la somministrazione in ambiente ambulatoriale. Può essere somministrato fin dal giorno in cui viene iniziato il trattamento antibiotico, oppure può essere somministrato successivamente nel corso del trattamento antibiotico, quando il paziente si sente meglio.

Questa flessibilità consente anche di programmare un appuntamento presso un centro di infusione ambulatoriale".
Inoltre, i ricercatori hanno affermato che i tassi di recidiva di infezione da C. difficile erano più bassi con il bezlotoxumab rispetto al placebo in tutti i gruppi e la differenza aggiustata tra i 2 gruppi era simile, indipendentemente dai tempi delle infusioni.

In entrambi i gruppi, il tempo di risoluzione della diarrea era simile, in cui circa il 70% dei pazienti che avevano ricevuto un trattamento antibatterico per 3 o più giorni prima della loro infusione non aveva più avuto diarrea al momento dell'infusione.
L’analisi dei dati ha evidenziato che il 95% dei partecipanti allo studio ha risolto la propria diarrea sia nel gruppo bezlotoxumab che nel gruppo placebo, indipendentemente dal tempo della loro infusione.

I ricercatori inizialmente sospettavano che la somministrazione dopo sintomi ad esordio precoce potesse migliorare i risultati in pazienti con infezione da C. difficile grave, tuttavia, nel loro studio, solo il 17% dei partecipanti ha ricevuto l'infusione entro i primi 2 giorni dall'inizio, portando alla conclusione che questa ipotesi vada verificata in un campione più ampio.

In conclusione, bezlotoxumab è efficace nel prevenire la recidiva dell’infezione da CD e può essere somministrato in qualsiasi momento prima di terminare il trattamento antibatterico.

Birch T. et al., Efficacy of bezlotoxumab based on timing of administration relative to start of antibacterial therapy for Clostridium difficile infection. J Antimicrob Chemother. 2018 May 16. doi: 10.1093/jac/dky182.
leggi