Colite ulcerosa, quali sono le manifestazioni orali della malattia e come occorre gestirle?

Gastroenterologia

I pazienti con colite ulcerosa possono sviluppare problemi di salute orale. Gli odontoiatri devono essere a conoscenza di questi problemi per fornire una cura personalizzata con una particolare attenzione alla prevenzione. In casi complessi,deve essere richiesto l'intervento di equipe specifiche composte da dentisti specializzati e gastroenterologi. E' quanto emerge da una revisione sistematica della letteratura pubblicata sulla rivista British Dental Journal in cui gli autori analizzano le varie manifestazioni orali della UC e passano in rassegna i possibili trattamenti farmacologici.

I pazienti con colite ulcerosa possono sviluppare problemi di salute orale. Gli odontoiatri devono essere a conoscenza di questi problemi per fornire una cura personalizzata con una particolare attenzione alla prevenzione. In casi complessi, deve essere richiesto l'intervento di equipe specifiche composte da dentisti specializzati e gastroenterologi. E’ quanto emerge da una revisione sistematica della letteratura pubblicata sulla rivista British Dental Journal in cui gli autori analizzano le varie manifestazioni orali della UC e passano in rassegna i possibili trattamenti farmacologici.

Qualche dato sulla malattia
La colite ulcerosa è una malattia infiammatoria intestinale piuttosto comune, soprattutto nel mondo industrializzato, in particolare in Nord America e in Europa occidentale, con una incidenza complessiva di 10,4 per 100.000 persone in Europa.
L'incidenza e la prevalenza più alti nel mondo industrializzato suggeriscono che l'ambiente è un fattore importante che potrebbero anche svolgere un ruolo nella eziologia.
La presentazione clinica della UC varia in gravità ma in genere comprende dolore addominale, diarrea sanguinolenta intermittente e defecazione dolorosa. 
I sintomi dipendono anche dalla localizzazione e dall'estensione della malattia. I bambini con UC possono avere una crescita lineare ridotta e uno sviluppo puberale ritardato.
Pertanto, una valutazione completa dei bambini che si presentano con una potenziale UC è essenziale per l'identificazione precoce della malattia anche perchè i pazienti con UC hanno un aumento del rischio di sviluppare il cancro del colon-retto.
Anche se la UC coinvolge principalmente l'intestino, può essere associata con manifestazioni supplementari intestinali (EIM).  Le più comuni riguardano la pelle, gli occhi e tendono a seguire il decorso clinico della colite.
Meno del 10% dei pazienti hanno EIMS alla presentazione iniziale di UC, ma circa il 25% dei pazienti le sviluppa nell’arco della loro vita.
Questa patologia viene oggi gestita attraverso trattamento farmacologico che in prima battuta serve per far andare in remissione i pazienti e in seguito per mantenere tale status di remissione.
La prima linea di trattamento nella malattia con attività lieve-moderata è la somministrazione di acido 5-aminosalicilico (5-ASA) che può essere assunto oralmente o localmente. Per i pazienti che non rispondono a questo trattamento o che non lo tollerano, viene considerata la terapia orale a base di steroidi. 
Nei pazienti con malattia severa il trattamento inizia direttamente con gli steroidi orali in combinazione con 5-ASA orale.
Gli antibiotici sono raccomandati nei pazienti con segni di tossicità sistemica (febbre, infiammazione del peritoneo e megacolon).
I pazienti che falliscono questi trattamenti passano alla terapia di induzione con anti-TNF o ciclosporine.
Il mantenimento della remissione prevede il trattamento con derivati del 5 ASA, tiopurine (mercaptopurina e azatioprina) o biologici (incluso infliximab, adalimumab, golimumab e vedolizumab).
Il 9% dei pazienti è costretto a ricorrere al trattamento chirurgico.

Manifestazioni orali della colite ulcerosa
Un numero limitato di studi hanno riportato la prevalenza di segni e sintomi orali in questi pazienti, con tassi di prevalenza abbastanza variabili dal 2% al 34%.
In questa review gli autori hanno descritto le manifestazioni orali della colite ulcerosa e le loro potenziali implicazioni dentali.
I pazienti con UC possono presentare queste manifestazioni orali anni prima della comparsa della malattia intestinale. Riconoscendo questi segni e sintomi l’odontoiatra può aiutare i medici a effettuare una diagnosi tempestiva della malattia infiammatoria intestinale, evitando inutili e deleterie attese e aggravamenti.
La pyostomatitis vegetante è il segno patognomonico orale maggiore, ma possono manifestarsi anche altre anomalie come ulcerazioni orali, carie e parodontite. 
I sintomi principali sono alitosi, gusto acido e cambiamento del gusto.
Le manifestazioni orali sono più complicate a seconda della gravità della malattia. Una UC grave è associata a una maggiore prevalenza di ulcere orali, del rivestimento della lingua e alitosi.
Nei pazienti con UC attiva, è stata trovata una prevalenza fino al 50% per l'alitosi. 
Le lesioni orali sono benigne e sono costituite da molteplici piccole pustole bianche e gialle su un fondo eritematoso ed edematoso della mucosa. Le pustole possono rompersi e la fusione delle pustole rotte può portare a un aspetto con caratteristiche istologiche di microascessi intraepiteliali e subepiteliali con un gran numero di eosinofili e neutrofili.
Alcuni studi hanno messo in evidenza che la carie e la placca dentaria sono più frequenti nei soggetti con UC, ma non è mai stato dimostrato un collegamento certo. Anche la parodontite è più frequente in questi pazienti rispetto alla popolazione non malata e rispetto ai pazienti con malattia di Crohn.

Trattamento manifestazioni orali della colite ulcerosa
Per quanto riguarda la cura di queste manifestazioni, per la pyostomatitis vegetante possono essere utilizzati corticosteroidi topici, ma questo trattamento non è sempre di successo e di solito è richiesto un trattamento sistemico.
Sono stati descritti come efficaci azatioprina, dapsone, ciclosporina e adalimumab.
Il dolore da ulcerazioni aftose può essere alleviato con lidocaina viscosa al 2%. L'utilizzo di un gel corticosteroide o collutorio una a tre volte al giorno può stimolare la guarigione delle ulcerazioni.
L'uso di immunosoppressori per il trattamento di UC è associato con un ridotto numero di globuli bianchi in circa il 5% dei pazienti, che successivamente possono aumentare il rischio di infezioni orali, come crescita eccessiva della candida.
Farmaci anti-infiammatori non steroidei (FANS) devono essere evitati, se possibile, nei pazienti con UC in quanto possono innescare un flare-up dei sintomi gastrointestinali. Il paracetamolo può essere utilizzata come alternativa per il controllo del dolore.
Le cause di questi problemi sono multifattoriali, sicuramente un fattore fondamentale è lo stato immunitario alterato del paziente e il trattamento farmacologico.
I ricercatori hanno concluso evidenziando che in questi pazienti sono necessarie cure dentistiche preventive con frequenti controlli, una rigorosa igiene orale e l'uso del trattamento al fluoro.
Tan CX et al. Gastrointestinal diseases and their oro-dental manifestations: Part 2: Ulcerative colitis. Br Dent J. 2017 Jan 13;222(1):53-57. doi: 10.1038/sj.bdj.2017.37.
leggi