Costipazione idiopatica cronica, lubiprostone aumenta i movimenti intestinali anche nei diabetici

Gastroenterologia

Il lubiprostone è un trattamento sicuro ed efficace nei soggetti diabetici che soffrono di costipazione idiopatica cronica. E' quanto mostrato dai risultati di uno studio pubblicato sull'American Journal of Gastroenterology in cui il farmaco è stato efficace nell' aumentare i movimenti spontanei intestinali settimanali e diminuendo il tempo di transito delle feci nel colon.

Il lubiprostone è un trattamento sicuro ed efficace nei soggetti diabetici che soffrono di costipazione idiopatica cronica. E’ quanto mostrato dai risultati di uno studio pubblicato sull’American Journal of Gastroenterology in cui il farmaco è stato efficace nell’ aumentare i movimenti spontanei intestinali settimanali e diminuendo il tempo di transito delle feci nel colon.
La costipazione è il sintomo gastrointestinale più frequente nei pazienti con diabete mellito (DM). È importante sottolineare che i pazienti con costipazione hanno una scarsa qualità della vita rispetto. 
Ad oggi le terapie efficaci per la stitichezza sono limitate e vi è una scarsità di dati per valutare il trattamento della costipazione in pazienti diabetici.
Questo studio aveva l’obiettivo di colmare questo gap.
A tal fine i pazienti diabetici con costipazione idiopatica cronica (CIC) come definito da criteri di Roma III sono stati reclutati da ambulatori in un centro terziario di cura e in un ospedale per veterani.
Innanzitutto sono stati recuperati i dati demografici, i pattern della normale defecazione, e dati sulla qualità di vita derivanti da una specifica indagine (Patient Assessment of Constipation Quality of Life (PAC-QOL)).
Il tempo di transito nel colon al basale (CTT) è stato valutato utilizzando una capsula wireless. 
I pazienti sono stati randomizzati in doppio cieco a 48 mcg al giorno di lubiprostone o placebo per 8 settimane.
L'end point primario era la differenza misurata nel numero di movimenti spontanei intestinali (SBMS) a settimana rispetto al baseline per ciascun gruppo (valutazione effettuata ogni settimana dopo l'inizio della terapia).
Gli endpoint secondari comprendevano cambiamenti del CTT dopo 4 settimane di terapia, PAC-QOL dopo 8 settimane di terapia, e le variazioni dei sintomi gastrointestinali rispetto al basale e la necessità di farmaci di salvataggio a 2, 4 e 8 settimane.
Sono stati randomizzati 76 pazienti (età media 56,9 ± 9,1 anni, 62% femmine). Non ci sono state differenze significative tra i dati al basale e dati demografici tra i due gruppi.
Durante il periodo di trattamento di 8 settimane, i pazienti nel gruppo lubiprostone hanno mostrato una media di 1,83 ± 0,80 (p=0,02) SBM in più a settimana rispetto a quelli nel gruppo placebo in confronto al basale.
La durata del CTT alla settimana 4 era più breve di 13 ore (in media) rispetto al basale nel gruppo lubiprostone, e risultava prolungata di circa 7 ore rispetto al basale nel gruppo placebo, portando ad un effetto del trattamento di 20,3 ± 7,3 h (p=0,006).
PAC-QOL risultava migliorata in entrambi i gruppi; tuttavia, non vi era alcuna differenza significativa tra i gruppi. Non c'era alcuna differenza nei sintomi gastrointestinali associati e la necessità del farmaco di salvataggio tra i due gruppi dopo 8 settimane. Non ci sono stati eventi avversi gravi riportati durante lo studio.
In conclusione, come hanno precisato gli autori nelle conclusioni, questo studio suggerisce che il lubiprostone è un trattamento sicuro ed efficace per aumentare i movimenti intestinali spontanei settimanali e per diminuire il tempo di transito delle feci nel colon nei pazienti con diabete mellito e CIC.
Christie J. et al. A Randomized, Double-Blind, Placebo-Controlled Trial to Examine the Effectiveness of Lubiprostone on Constipation Symptoms and Colon Transit Time in Diabetic Patients. Am J Gastroenterol. 2017 Feb;112(2):356-364. doi: 10.1038/ajg.2016.531.
 
leggi