"Emicrania dei visceri": ecco il link genetico tra sindrome dell'intestino irritabile ed emicrania

L'emicrania, e in misura minore anche la cefalea di tipo tensivo, potrebbero essere collegate alla sindrome del colon irritabile attraverso link genetici in comune. Il geni coinvolti sarebbero trasportatore e recettore della serotonina. Questi dati derivano da uno studio pilota presentato a Vancouver al 68^ meeting annuale dell' American Academy of Neurology e andranno confermati in studi futuri.

L’emicrania, e in misura minore anche la cefalea di tipo tensivo, potrebbero essere collegate alla sindrome del colon irritabile attraverso link genetici in comune. Il geni coinvolti sarebbero trasportatore e recettore della serotonina. Questi dati derivano da uno studio pilota presentato a Vancouver al 68^ meeting annuale dell’ American Academy of Neurology e andranno confermati in studi futuri.

Secondo un rapporto del 2010 del CDC (Centers for Disease Control and Prevention), il 22% delle donne e il 10% degli uomini in rapporto alla popolazione generale lamenta emicrania e forti mal di testa nel corso dell'anno precedente.

Uno studio di prevalenza del 2006 su poco più di 120.000 persone ha evidenziato che la probabilità di sviluppare emicrania è del 60% più alta tra i pazienti affetti da IBS rispetto ai soggetti sani.

Un altro studio del 2003 ha rilevato che la limitazione nelle diete delle persone con celiachia ed emicrania riduce con successo i sintomi di entrambi, ma questo studio ha coinvolto solo quattro pazienti.

"Dal momento che il mal di testa e la sindrome dell'intestino irritabile sono spesso condizioni comuni, e le cause di entrambe le condizioni sono sconosciute, la scoperta di un possibile legame genetico comune è incoraggiante" ha dichiarato Derya Uluduz, dell'Università di Istanbul.

Uluduz e colleghi hanno valutato 107 persone con emicrania episodica, 53 con cefalea di tipo tensivo, 107 con IBS e 53 partecipanti sani.
I ricercatori hanno fatto un’analisi incrociata, valutando sintomi di IBS in pazienti con mal di testa ed eventuale mal di testa in soggetti con sindrome dell’intestino irritabile.

Il team di ricerca ha scoperto che i partecipanti con emicrania avevano un rischio raddoppiato di IBS rispetto a coloro che avevano cefalea tensiva.

Nel complesso, il 54% dei partecipanti con emicrania aveva anche IBS rispetto al 28% dei partecipanti con cefalea tensiva, e tra quelli con IBS, 38 e 24 individui, rispettivamente, aveva anche emicrania e cefalea tensiva.

Il rovescio della medaglia di questa equazione è stata confermata anche tra i malati di IBS, dal momento che il 36% di questi ultimi riferiva emicrania, rispetto al 22% che riportava mal di testa tensivo.

In particolare, i ricercatori hanno trovato che i partecipanti reclutati nei gruppi IBS, emicrania e cefalea tensiva condividevano mutazioni genetiche in almeno un gene rispetto ai partecipanti sani. I geni incriminati sono il gene trasportatore della serotonina (HSERT) e il gene del recettore della serotonina 2A (5-HT2A).

Ricordiamo che i recettori della serotonina sono bersaglio di diversi farmaci utilizzati per il trattamento dell’emicrania (es. triptani). Non tutti i pazienti rispondono a questi trattamenti e questa mancata risposta o perdita di risposta che può verificarsi nel tempo può dipendere da polimorfismi del gene che codifica per questo recettore e per del gene del trasportatore della serotonina.

L’emicrania è comunque una condizione multifattoriale in cui principalmente la fanno da attori l’ambiente e fattori genetici predisponenti tra cui HSERT e 5-HT2A.

Il gene HSERT da recenti studi sembra coinvolto anche nella patogenesi dell’IBS. Ricordiamo anche che tra i neurotrasmettitori che favoriscono l'ipersensibilità viscerale c’è anche la serotonina.

Come hanno precisato i ricercatori: “Bassi livelli di serotonina sono noti per essere associati sia al mal di testa che ad alcuni tipi di IBS. Inoltre, una delle molte funzioni di serotonina è regolare il nostro asse intestino-cervello, un complesso sistema di comunicazione tra il nostro sistema digestivo e nervoso che coinvolge anche i batteri buoni presenti nel nostro intestino conosciuta come la flora intestinale”.
I ricercatori teorizzano che un asse intestino-cervello alterato possa spiegare la connessione tra le due condizioni, con bassa serotonina e stress come possibili meccanismi. Vorrebbero anche coniare una nuova terminologia per l’IBS e cioè  l’"emicrania dei visceri."

In conclusione, come ha precisato in un comunicato stampa Uluduz: " Sono necessari ulteriori studi per esplorare questo possibile legame. La scoperta di geni condivisi potrebbe portare a maggiori strategie di trattamento future per queste condizioni croniche."

Emilia Vaccaro

Uluduz D, Cakmak S, Ozge A, et al. A Link Between Migraine, Tension Type Headache and Irritable Bowel Syndrome: Clinical and Genetic Indicators. ANN 68th Meeting Abstract. 2016.