Epatite C nei bambini, prevalenza globale stimata in oltre 3 milioni di casi

Nonostante non vi siano molte informazioni sulla prevalenza dell'infezione da epatite C nei bambini, una recente peer-review degli studi pubblicati ha permesso di stimare in oltre 3 milioni il numero di bambini infettati dal virus a livello globale. Sono i risultati di uno studio di modellizzazione appena pubblicato su The Lancet Gastroenterology & Hepatology.

Nonostante non vi siano molte informazioni sulla prevalenza dell’infezione da epatite C nei bambini, una recente peer-review degli studi pubblicati ha permesso di stimare in oltre 3 milioni il numero di bambini infettati dal virus a livello globale. Sono i risultati di uno studio di modellizzazione appena pubblicato su The Lancet Gastroenterology & Hepatology.

Le stime sulla prevalenza del virus dell'epatite C (HCV) negli adulti e nei gruppi ad alto rischio sono ampiamente note, ma l'onere della malattia nei bambini è scarsamente compreso. I farmaci antivirali ad azione diretta, che sono considerati terapie curative altamente efficaci per questa infezione, ora sono approvati per pazienti pediatrici di età inferiore ai 3 anni, hanno scritto gli autori. Per questa popolazione sono necessarie delle stime attendibili di prevalenza in modo da fornire informazioni utili per la produzione su larga scala dei trattamenti e per le strategie nazionali.

«Anche se nel nostro studio non siamo riusciti a stabilire un nesso di causalità, i risultati suggeriscono che la prevenzione dell'infezione da HCV nei bambini richiederà quanto già stabilito dall'Organizzazione mondiale della sanità e dalle linee guida internazionali, ovvero individuare e trattare un maggior numero di pazienti e attuare i programmi di riduzione del danno», ha dichiarato uno degli autori, Homie Razavi, del Center for Disease Analysis Foundation.

Razavi e colleghi hanno condotto una peer-review (o “valutazione tra pari”, una procedura di selezione degli articoli scientifici effettuata da specialisti del settore che ne verificano l'idoneità alla pubblicazione scientifica su riviste specializzate) degli studi pubblicati tra gennaio 2000 e marzo 2019 che riportavano le stime di prevalenza dell'infezione da epatite C nei bambini di età pari o inferiore a 18 anni in tutti i 249 paesi e territori del mondo.

Modelli previsionali per ottenere una stima globale
Hanno identificato le stime di prevalenza dell'HCV nei bambini che non erano ad alto rischio di infezione in 39 paesi, quindi hanno utilizzato quei dati per creare dei modelli di Markov per l’onere della malattia e fare una stima della prevalenza dell'HCV nel 2018.

Venticinque paesi disponevano di dati completi sulla prevalenza dell’HCV nei bambini, e i ricercatori li hanno utilizzati per costruire modelli di regressione con lo scopo di fare previsioni sulla prevalenza pediatrica in altri 65 paesi con dati parziali. Hanno quindi creato modelli di regressione a blocchi di 5 anni per ogni coorte di soggetti da 0 a 19 anni, utilizzando diverse variabili predittive. Hanno infine applicato i dati e le previsioni di questi 104 paesi ai restanti 145 paesi e territori per generare una stima globale di prevalenza dell'HCV.

Oltre 3 milioni di bambini colpiti a livello mondiale
I risultati hanno mostrato una prevalenza globale di HCV stimata nel 2018 nella popolazione pediatrica dello 0,13%, corrispondente a 3,26 milioni di bambini. Hanno inoltre evidenziato che la prevalenza dell’infezione negli adulti era associata a quella nei bambini e che la prevalenza nelle donne in età fertile era un forte fattore predittivo di prevalenza nei bambini di età compresa tra 0 e 4 anni.

«A livello globale un numero significativo di bambini è infettato dal virus, e il miglior fattore predittivo del loro numero è legato al tasso di infezione tra gli adulti. Quanti più sono gli adulti infetti in un paese, tanto maggiore sarà il numero dei bambini con HCV» ha detto Razavi.

«La maggior parte degli studi sulla prevalenza di HCV nei bambini si concentra sui gruppi ad alto rischio e aree geografiche altamente endemiche. La nostra analisi fornisce le stime della prevalenza globale dell’HCV nella popolazione pediatrica» hanno concluso i ricercatori. «Il trattamento nei pazienti pediatrici richiede una diversa ottimizzazione della gestione clinica della salute e della popolazione rispetto agli adulti. A causa di questa eterogeneità, le stime specifiche sulla prevalenza dell’HCV per paese/territorio e per età possono aiutare a migliorare le strategie nazionali di eliminazione dell'HCV».

«Prima di questo studio, non avevo compreso appieno il continuo rischio di infezioni tra i bambini durante la crescita», ha commentato Razavi. «I gruppi di età più avanzata hanno sempre avuto tassi di infezioni più elevati rispetto ai più giovani, a indicare che i bambini vengono infettati mentre crescono. Tutte queste infezioni sono prevenibili attraverso lo screening e il trattamento delle donne in età fertile».

Migliorare i dati di prevalenza ed eliminare l’infezione
Riconoscere e misurare l'entità del problema sono fattori chiave per colmare le attuali lacune politiche e ottenere per i bambini una produzione su larga scala delle terapie, comparabile a quanto già si fa per gli adulti, hanno scritto in un editoriale di accompagnamento Sabela Lens, epatologa dell’Università di Barcellona e Jeffrey Lazarus della clinica ospedaliera del Barcelona Institute for Global Health.

Sono necessari nuovi studi nazionali di grandi dimensioni e specifici per età sulla prevalenza dell’HCV, ma l’attuale scarsità di informazioni non dovrebbe limitare gli sforzi per eliminare l'epatite virale in qualità di minaccia per la salute pubblica, hanno aggiunto.

«I risultati dell'analisi di Schmelzer e colleghi chiariscono che la popolazione pediatrica non può continuare a essere ignorata, poiché potrebbero essere più di 3 milioni i bambini infettati dall’HCV a livello globale», hanno concluso.

Bibliografia

Schmelzer J et al. Global prevalence of hepatitis C virus in children in 2018: a modelling study. Lancet Gastroenterol Hepatol. January 16, 2020.
Leggi

Lens S and Lazarus JV. The paediatric population: the forgotten element to eliminating hepatitis C virus. Lancet Gastroenterol Hepatol. January 16, 2020.
Leggi