Si apre la gara per realizzare il miglior video che dia risalto al tema delle epatiti e che serva per sensibilizzare anche il grande pubblico. La competizione, dal titolo “Epatite C: crederCi, guarire, rinascere”, è stata annunciata ai Roma in occasione del convegno “Epatiti virali: un piano nazionale innovativo come punto di riferimento per l’Europa”.

Organizzato da Alleanza Contro l’Epatite, il progetto ha ricevuto il supporto incondizionato di AbbVie.

I video, hanno spiegato gli organizzatori, dovranno rappresentare l’epatite C come una malattia cronica altamente insidiosa, debilitante e fonte di discriminazione sociale, ma per la quale in un futuro molto prossimo la possibilità di guarire è una realtà, non più solo un sogno. Il video contest è aperto a videomaker professionisti e non, pazienti, medici e operatori sanitari.

Stefano Fagiuoli, Direttore USC Gastroenterologia ed Epatologia dei Trapianti, Ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo ha dichiarato:  “Abbiamo deciso di lanciare questo video contest con l’obiettivo di dare risalto ad una malattia che può essere silenziosa per decenni e poi esplodere con conseguenze devastanti per la vita del paziente.  Raccontare tutto ciò con immagini, parole e musica è quello che chiediamo a chi è colpito direttamente dalla malattia, ma anche a chi la può vivere indirettamente come familiari, operatori sanitari e tutti coloro che in qualche modo sono interessati a rappresentarla. Con un video, anche di pochi minuti, si possono raccontare anni di sofferenze. Abbiamo deciso di chiamare il concorso “Epatite C: crederCi, guarire, rinascere” per far capire che con cure adeguate e un piano sanitario nazionale è possibile tenere sotto controllo la malattia e anche guarire definitivamente”.

Al concorso sono ammessi video che sviluppino il tema con la massima libertà espressiva (in bianco e nero o a colori e con tecnica di montaggio a piacimento) ed è aperto a chiunque voglia parteciparvi.

I video verranno valutati tra il 26 dicembre 2014 ed il 10 gennaio 2015 da una Giuria, composta da due esperti del settore video (Anna Gorio e Tonino Curagi) e da quattro esperti di epatiti (prof. Stefano Fagiuoli, Ivan Gardini, prof. Antonio Gasbarrini e dott. Marco Marzioni) che si riuniranno per dare una votazione alle opere pervenute, che saranno successivamente pubblicate in un’apposita sezione del sito www.alleanzacontroepatite.it, a disposizione del pubblico per le votazioni della giuria popolare dal 12 gennaio 2015 al 12 febbraio 2015.

Per maggiori informazioni, andare nell’apposita sezione del sito www.alleanzacontroepatite.it